Premier League, prosegue l’avventura di ten Hag al Manchester United

Nonostante una stagione con più bassi che alti, il Manchester United conferma Erik ten Hag sulla sua panchina: in questi giorni, il manager olandese discuterà il prolungamento del suo contratto

Embed from Getty Images

Dopo aver condotto la classica analisi di fine stagione, il Manchester United ha deciso di confermare Erik ten Hag anche per la prossima annata sportiva. Come attenuanti per una campagna tutt’altro che esaltante, al manager olandese sono state concesse la vittoria in FA Cup e i molteplici infortuni che hanno condizionato diverse partite in momenti cruciali della stagione.

Nonostante il club avesse già avviato le operazioni per ricercare un nuovo allenatore, la dirigenza dei Red Devils sarebbe ora vicina ad accordarsi con ten Hag circa il rinnovo di contratto. La nuova proprietà di INEOS, infatti, sarebbe intenzionata a dare all’ex-Ajax una seconda chance, sebbene la stagione 2023-24 abbia portato con sé alcuni record negativi mai raggiunti nell’intera storia del club.

Premier League, lo United conferma ten Hag

Ad eccezione della vittoria in finale di FA Cup contro i rivali del Manchester City, i tifosi del Manchester United difficilmente ricorderanno di buon grado la stagione 2023-24. Nel suo secondo anno alla guida dei Red Devils, infatti, Erik ten Hag ha collezionato alcuni dei peggiori risultati nella storia del club da quando si è formata la Premier League.

Per la prima volta in assoluto, lo United ha chiuso un campionato all’ottavo posto e, dato ancor peggiore, lo ha fatto con una differenza reti negativa (57 i gol segnati, contro i 58 subiti, ndr). Anche nelle coppe europee, e nello specifico in Champions League, i Red Devils hanno fatto male, con un’eliminazione nella fase a gironi che brucia ancora.

Come detto, la vittoria in Coppa d’Inghilterra e i numerosi infortuni sono le due attenuanti che hanno permesso a ten Hag di rimanere ancora in sella ad Old Trafford. Stando a quanto riportano le fonti inglesi, infatti, Sir Jim Ratcliffe avrebbe concesso al manager olandese una seconda opportunità per dimostrare il suo valore soltanto grazie alla nuova politica sportiva che INEOS è intenzionata a portare all’interno del club.

Dall’interno del club, infine, le voci che circolano riguardo la conferma di ten Hag sarebbero legate a due aspetti particolari del carattere dell’olandese: la capacità di vincere almeno un trofeo a stagione (l’anno scorso la Coppa di Lega, quest’anno la FA Cup); e la grande professionalità con cui ha condotto in porto due stagioni tutt’altro che semplici.

Premier League, i candidati sondati dal Manchester United prima della conferma di ten Hag

Sebbene la conferma di Erik ten Hag sia ufficiale, con le parti ora interessate a prolungare il contratto dell’olandese (in scadenza nel giugno 2025, ndr), il Manchester United ha passato diverse settimane a cercare un potenziale sostituto capace di ricondurre il club al successo. I principali nomi emersi durante questa fase di analisi sono stati quelli di Mauricio Pochettino, Thomas Tuchel, Thomas Frank, Kieran McKenna e Gareth Southgate.

Sempre secondo le fonti inglesi, lo United avrebbe incontrato particolari difficoltà con i tre candidati-principe, ovvero Tuchel, Southgate e McKenna. Il tedesco avrebbe dichiarato di volersi prendere una pausa dal calcio allenato (mentre INEOS ha smentito ogni tipo di contatto, ndr); il CT della nazionale non avrebbe voluto valutare altre proposte se non quella dei Tre Leoni; mentre il giovane allenatore nordirlandese ha ufficialmente prolungato il suo contratto con l’Ipswich Town.

Ad ogni modo, il Manchester United approccerà la prossima stagione con un notevole bagaglio di novità. Nonostante il manager rimanga lo stesso degli ultimi due anni, INEOS comincerà ad avere un notevole peso dal punto della gestione sportiva del club. Nello specifico, il direttore tecnico Jason Wilcox avrà maggior impatto in sede di calciomercato, così come il CEO Omar Berrada proverà a portare il suo approccio vincente anche in casa United.

Insomma, sebbene la decisione di confermare ten Hag sia certamente da valutare come una sorpresa, i Red Devils sono intenzionati ad invertire la rotta. L’impressione è che, a questo punto, non basterà più portare a casa una coppa nazionale per mantenere il posto: lo United ha bisogno di tornare grande e deve farlo nel minor tempo possibile.

Articoli Correlati

0 0 Voti
Vota questo articolo!
Iscriviti!
Avvisami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi, commenta!x
Privacy Policy Cookie Policy
UKCALCIO

GRATIS
VISUALIZZA