Euro 2024: la UEFA sta indagando su Jude Bellingham riguardo la condotta in campo

Jude Bellingham è sotto indagine dalla UEFA dopo aver compiuto un gesto antisportivo dopo la rete del l'1-1 contro la Slovacchia: si attende un comunicato ufficiale

L’Inghilterra può sorridere dopo aver ottenuto il passaggio del turno ai quarti di finale di Euro 2024 contro la Slovacchia per 2-1, soprattutto dopo la rete magnifica di Jude Bellingham. Lo stesso Jude Bellingham però è sotto indagine dalla UEFA per un gesto antisportivo compiuto durante l’esultanza dopo la rete in rovesciata. Un gesto che può costargli caro se la UEFA decidesse di squalificarlo, proprio ora che sta vivendo il momento migliore della sua carriera. Macchiare la sua prestazione per una mera superficialità sarebbe dannoso per sé e l’Inghilterra.

Euro 2024, Bellingham: un esultanza troppo esagerata che forse costerà cara

La UEFA sta indagando sul centrocampista dell’Inghilterra Jude Bellingham per un gesto da lui compiuto dopo il gol del pareggio contro la Slovacchia domenica negli ottavi di finale di Euro 2024. La UEFA ha nominato un ispettore disciplinare per esaminare “una potenziale violazione delle regole fondamentali di condotta dignitosa”.

Jude Bellingham sembrava muoversi con la mano verso l’alto dopo aver segnato in rovesciata la rete del momentaneo pareggio. Se la UEFA dovesse punire Jude Bellingham, il giovane rischia di essere squalificato per i quarti di finale contro la Svizzera in programma sabato. Tuttavia, a giudicare da casi simili in passato, è probabile che il centrocampista se la caverà con una multa.

La UEFA afferma tramite il proprio sito: “Informazioni su questa questione saranno rese note a tempo debito”. Jude Bellingham è intervenuto sui social media domenica sera per negare le indiscrezioni secondo il gesto sarebbe stato indirizzato alla panchina della Slovacchia chiarendo sul suo canale X:

“Un gesto di scherzo verso alcuni cari amici che erano alla partita. Solo rispetto per come ha giocato stasera la squadra slovacca”.

La norma in questione è l’articolo 11/2b, che richiede a chiunque sia soggetto alle normative UEFA di rispettare i “principi di condotta etica, lealtà, integrità e sportività”. Chiunque tenga una condotta “non conforme o comunque viola le regole fondamentali di condotta dignitosa” può essere passibile di sanzione.

Fonti
Foto credits: Jude Bellingham/Skyports.com

Articoli Correlati

0 0 Voti
Vota questo articolo!
Iscriviti!
Avvisami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi, commenta!x
Privacy Policy Cookie Policy
UKCALCIO

GRATIS
VISUALIZZA