Premier League: Manchester City, Pep Guardiola: “Sono il responsabile del trasferimento di Cole Palmer”

Durante la conferenza stampa pre-partita. Pep Guardiola torna sulla cessione di Cole Palmer al Chelsea, prendendosene la responsabilità

Embed from Getty Images

Nella conferenza stampa prepartita che vedrà impegnato il Manchester City contro il Chelsea, Pep Guardiola torna sul trasferimento di Cole Palmer, ora ai Blues, che sta dimostrando di poter assumere un ruolo da protagonista in Premier League.

Premier League: Il top player ceduto dal Manchester City

L’allenatore dei citizens conferma che la decisione di cedere Cole Palmer è stata sua. Un attaccante che voleva quello spazio che il tecnico spagnolo non poteva garantirgli. Ora è titolare con il Chelsea diventando un perno offensivo nello scacchiere di Mauricio Pochettino. Pep Guardiola ha dichiarato alla stampa: “Riguardo i giocatori giovani, vogliamo sempre che restino, ma questo è normale”, Dopo la prima stagione c’è entusiasmo, con la seconda stagione c’è voglia di stupire, ma la terza stagione è, ‘Oh ragazzi, voglio giocare, non voglio sedermi in panchina'”.

“È normale. Lo capiamo come club. Abbiamo ricevuto un’offerta da un grande club come il Chelsea e sono soddisfatto per la sua scelta. In tutti i club succedono cose del genere. Eravamo consapevoli delle sue qualità e l’impatto che ha dimostrato in questa stagione è notevole. Non è questione solo di gol e assist, ma di qualità. È un perno incredibile per il Chelsea. In futuro non lo dimenticherò. Sembra facile, ma non lo è”.

Nella stessa conferenza stampa, il tecnico del Chelsea Mauricio Pochettino ha replicato: “Non è il tipo di giocatore che ha bisogno di dimostrare qualcosa”. Penso che sia davvero molto grato per il suo percorso al Manchester City, ma se n’è andato perché voleva trovare un’altra sfida e avere la possibilità di giocare di più. Il Manchester City ha una squadra fantastica. I club prendono le decisioni che ritengono siano le migliori per la squadra. Ciò non significa che qualcuno non sia un buon giocatore. I giocatori vogliono andarsene quando non trovano spazio. Il Manchester City è una delle migliori squadre al mondo e non è facile per un ragazzo giovane e ambizioso trovare posto”.

Articoli Correlati

5 1 Vota
Vota questo articolo!
Iscriviti!
Avvisami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi, commenta!x
Privacy Policy Cookie Policy
UKCALCIO

GRATIS
VISUALIZZA