domenica 11 settembre 2022

[PREMIER LEAGUE] La lettera aperta di Graham Potter al Brighton.

Graham Potter, nuovo allenatore del Chelsea, ha scritto una lettera aperta al Brighton. La traduzione in esclusiva.







"Sono stati tre anni meravigliosi in un club che ha cambiato la mia vita e voglio prendermi un momento per salutare tutti coloro che hanno reso speciale questo periodo della mia carriera.

Do l'addio ad un grande club, un club che avrà sempre un significato importante per me e la mia famiglia. Comprendo che per qualcuno questo cambio arrivato in modo così inaspettato possa essere duro da accettare. Non voglio convincere nessuno ad accettare la mia decisione, ma vorrei avere almeno la possibilità di ringraziare.

Ogni grande club bisogno di grandi proprietari e grandi tifosi. Il Brighton & Hove Albion li ha entrambi. Conserverò le relazioni che ho costruito all'interno del club. I miei giocatori sono andati oltre. Il mio staff ha dato tutto. Ma al centro di ogni cosa ci sono sempre stati i tifosi. In ogni partita all'Amex, il collegamento con la squadra era davvero forte. Quando giocavamo in trasferta migliaia di tifosi ci seguivano per incitarci. So cosa avete passato per poter avere la possibilità di vedere il club giocare in uno stadio moderno e competitivo in Premier League. L'ho sentito ogni volta che stavo a bordo campo.



Penso a tutti quelli che si fermavano per parlare, a tutti quelli che mi hanno scritto. Tutte queste connessioni rappresentano molto. Le vostre storie personali insieme al club (storie di padri, figli, nonni) mi hanno aiutato a capire quanto l'Albion fosse speciale.

Spero che capirete che a questo punto della mia carriera, sentivo di dover cogliere l'opportunità.

Voglio ringraziare Tony Bloom, Paul Barber e tutti i direttori per l'opportunità che mi hanno dato in questi tre anni oltre al costante supporto nei miei confronti. La mia gratitudine va anche a Dan Ashworth e David Weir, due direttori tecnici di alto profilo. Allo staff dello stadio e del campo di allenamento: mi avete sempre impressionato per l'orgoglio che mostrate nel vostro lavoro. Tutti voi avete supportato la squadra e me in momenti difficili della mia vita.

Il Brighton & Hove Albion è un club ricco di buone persone che lavorano insieme per raggiungere l'obiettivo.

Abbiamo condiviso momenti meravigliosi. La vittoria per 3-0 sul Tottenham nella mia prima stagione. Così come la vittoria per 2-1 sull'Arsenal dopo il lockdown. E' stato un pomeriggio incredibile, arrivato in un momento in cui tutti volevamo dimenticare i mesi passati. Avevo un solo desiderio: poter condividere la gioia immensa con i nostri tifosi.

Quando lo stadio fu aperto parzialmente al pubblico abbiamo respirato un'atmosfera incredibile nella vittoria per 3-2 sul Manchester City nella gara casalinga finale della stagione 202/2021. So che molti hanno un bel ricordo della vittoria per 4-0 sullo United. Finimmo la stagione con la vittoria per 3-1 sul West Ham e centrammo il record di punti per il club, oltre al miglior posizionamento nella storia in campionato. Sono ricordi indelebili.

L'Albion mi ha dato questo e molto di più. Sento di essere una persona migliore ed un allenatore migliore grazie alle esperienze che ho maturato quì. Non tutte le scelte sono stati perfette. Il club però ha saputo costruire un'atmosfera che ti consentiva anche di sbagliare, di imparare e quindi di migliorare. Ho sempre cercato di agire con integrità ed ho sempre cercato di essere una brava persona. Sono valori a me molto cari e so che lo sono anche per l'Albion.

Quello che sarà ricordato come l'ultimo mio match qui, contro il Leicester domenica scorsa è stato un buon modo per concludere questa esperienza. Non sapevo che sarebbe stata l'ultima gara, ma guardano indietro oggi posso dire che abbiamo giocato molto bene. C'era così tanta positività attorno al club. Gli ultimi giorni sono stati un turbinio di emozioni. Lasciare il campo di allenamento per l'ultima volta è stato un momento molto toccante. Non solo per me, ma anche per Billy, Bjork, Kyle, Bruno e Ben.

I tifosi dell'Albion sanno che con Tony, Paul e David il club è in buone mani. Al mio successore, chiunque sia, vorrei fare le mie congratulazioni. Lavorerà per un grande club, con una squadra fantastici e col supporto di una società di alto livello. La squadra sta giocando ad alti livelli e migliorerà. E più di ogni altra cosa, i tifosi la sosterranno sempre sia in casa che in trasferta.

A tutto il Brighton & Hove Albion: grazie. E' stato un piacere ed un onore servire questo club per tre anni. Auguro i migliori successi per il futuro".

Graham



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->