sabato 7 maggio 2016

[CHAMPIONSHIP 2015/16] Middlesbrough promosso: è di nuovo Premier League!

Obbiettivo raggiunto per il Boro: 1-1 con il Brighton nello scontro diretto e dopo sette anni ritorna in Premier League!





La squadra di Aitor Karanka dopo il 2-2 al St. Andrew contro il Birmingham, pareggia anche davanti al proprio pubblico per 1-1, strappando la promozione per la Premier League in virtù della miglior differenza reti nella regular season.

Nell'ultima giornata va in scena al Riverside Middlesbrough-Brighton, l'epilogo più drammatico e decisivo: il calendario le colloca all'ultima giornata nello spareggio perfetto per la promozione diretta in Premier League.

Il Burnley di Andre Gray si era già assicurato l'approdo nella massima serie inglese lunedì, battendo in casa il QPR per 1-0. Ha vinto la Championship 2015/16 in virtù della vittoria in trasferta per 3-0 sul campo del Charlton.

Il Boro ha potuto giocare tra una marea rossa per due risultati su tre; il Brighton deve fare a meno di Dunk espulso nel posticipo di lunedì contro il Derby County.
E' la partita con un'alta posta in palio: il montepremi in caso di promozione è stato stimato sui 170 milioni di sterline, pari a 215 milioni di euro
Un premio incredibile e una sproporzione con chi dovrà andare a giocarsi i play off.

Il Boro mancava da sette anni in Premier; più lunga l'assenza dei Seagulls che mancano dai tempi della First Division, dal 1983.

LA PARTITA- Grande intensità nei primi minuti con imprecisi contrattacchi da ambo le parti.
Gaston Ramirez viene steso da Roseinior al 17' negli ultimi sedici metri: l'ex Bologna suggerisce sul secondo palo e c'è il goal dell'ex reggino Cristhian Stuani che converte in rete l'assist di Nugent da un metro. La partita subisce una scossa dopo la rete del vantaggio e al 24' Albert Adomah serve ancora Stuani, ma la sua conclusione viene respinta sulla linea da Goldson a Stockdale battuto. 
Il difensore dei Seagulls al 32' compie una leggerezza: da un suo errato retropassaggio di testa a Stockdale, ma non ne approfitta Ramirez che con un pallonetto manda alto sopra la traversa.


Nella ripresa il Brighton cerca il pareggio e lo trova con una ingenuità di Adomah che stende Bruno da una posizione simile a quella del fallo ricevuto da Ramirez
Batte la punizione Knockeart che serve sul secondo palo e la palla va in rete con il colpo di testa Stephens al 54'. La dinamica del gol del pari è simile a quello di Stuani. 
Palla al centro e trentacinque minuti di speranza per Seagulls per accedere direttamente in Premier, ma sprecano tutto con il nervosismo di Dale Stephens che viene espulso per una brutta entrata sulla tibia di Ramirez. Qualche istante dopo aver avuto un battibecco con l'uruguaiano lascia ingenuamente i suoi compagni per mezz'ora in dieci.
Ramirez lascia il campo con l'ossigeno e la gamba sinistra bloccata da una vistosa fasciatura; il taglio era troppo profondo per poter proseguire e viene sostituito dall'idolo locale Stuart Downing.

In inferiorità numerica il Brighton non riesce a ribaltare il risultato e dopo otto minuti di recupero il Middlesbrough può festeggiare il ritorno in Premier League dopo sette anni. 
Si unisce al Burnley, al termine di un pareggio carico di tensione e viene portato in trionfo tra l'invasione pacifica dei propri sostenitori.

Il Brighton è stato un degno avversario: ha ottenuto 89 punti; non sufficienti per la promozione diretta, ma è comunque una quota altissima. Grande merito è anche del manager Chris Hughton, ex colonna del Tottenham e della Nazionale irlandese, che è riuscito a fra risalire la china alla sua squadra, dopo la scorsa deludente stagione, quasi ad un passo dalla retrocessione.

Il Brighton disputerà i play off per la terza volta negli ultimi quattro anni e affronterà lo Sheffield Wednesday.

Karanka, invece, porta a termine il suo lavoro ottenendo la promozione. Ora dovrà decidere se restare.

Una citazione la merita anche il portiere italiano del Boro, Michael Agazzi, ex di Cagliari, Chievo e Milan che quest'anno ha fatto da riserva a Kostantopoulos.
Purtoppo non ha potuto debuttare in Championship perché Karanka ha sempre utilizzato il portiere greco.


TABELLINO

Middlesbrough: Konstantopoulos, Nsue, Ayala, Gibson, Amico, Adomah, Clayton, Leadbitter (Cap.), Stuani, Ramirez (Downing 63), Nugent (Rhodes 79).
In panchina: Agazzi (gk), Kalas, De Laet, De Sart, Forshaw.

Brighton: Stockdale, Bruno (Capt 81'), Goldson, Greer (capitano dal 81') (LuaLua 81), Rosenior, Knockaert, Stephens, Kayal, Murphy (Sidwell 63), Hemed, Baldock (Wilson 46).
In panchina: Mäenpää (gk), Bong, Calderon, Skalak.

Arbitro: Mike Dean

Marcatori: Stuani 19', Stephens 55'

Espulsi: Stephens 59', fallo su Ramirez

Ammonizioni: Knockaert 23', Goldson 90' + 5', Bruno 90' + 5'

Spettatori: 33.806 (2.570 Brighton)


Possesso palla: Middlesbrough 48% Brighton 52%



2 commenti:

  1. Risposte
    1. Finalmente in Premier League dopo sette anni! Grazie Anonimo per aver espresso la tua gioia.

      Elimina

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->