Il più grande shock in FA Cup

Uno degli aspetti più affascinanti della FA Cup è che nessuna gara è scontata. Ricordiamo uno dei più inattesi shock sportivi regalati da questa competizione





Non importano il blasone, la divisione di appartenenza o il fatturato: ogni squadra ammessa alla FA Cup, la competizione calcistica più antica e prestigiosa al mondo, può ambire alla finale di Wembley.

Anche in tempi recenti molte sono state le sorprese riservate da questa competizione, ma quella più inattesa e di cui si ha maggior memoria risale a qualche decennio fa.

 

Il Giant Killing

Le squadre partecipanti alla Coppa d'Inghilterra danno sempre il massimo, specialmente quando si tratta di formazioni modeste che hanno la possibilità di confrontarsi con società blasonate. Il Giant Killing è uno degli aspetti più attesi e ricercati dagli appassionati e dai tifosi, che sin dal sorteggio dei turni sognano di sconfiggere chi sulla carta è il più forte.

Davide contro Golia

E spesso accade che Davide batta Golia. Una delle sfide che maggiormente è associata al concetto di Giant Killing è quella che si disputò il 5 febbraio 1972 tra Hereford United (quinta divisione) e Newcastle United (Prima Divisione).

Nulla è scontato

L'Hereford era riuscito ad arrivare al replay grazie al 2-2 maturato al St. James' Park. Il replay fu rinviato per ben tre volte a causa delle avverse condzioni meteo. La società mise invendita un numero di biglietti maggiore rispetto alla capacità di Edgar Street tanto che molti tifosi guardarono la gara dagli alberi e dai piloni dei riflettori.

Il Giant Killing si consumò al 103° minuto grazie a Ricky George che siglò il goal della vittoria scrivendo così una delle pagine più avvincenti della storia della FA Cup.

Alfonso Russo

Fondatore ed ideatore di www.ukcalcio.com, dal 2009 tutto sul calcio d'Oltremanica.

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Nuova Vecchia