mercoledì 24 aprile 2019

[LA VOCE DEI PROTAGONISTI] Le dichiarazioni al termine del derby di Manchester.

A pochi minuti dalla conclusione del derby di Manchester, vinto dal City per 2-0, vi proponiamo le dichiarazioni a caldo dei protagonisti del match.





Con la vittoria del derby, il Manchester City è primo in classifica con un punto di vantaggio sul Liverpool a sole tre giornate dal termine del campionato. E' evidente come questa vittoria possa essere da spartiacque per le sorti del torneo. Queste le dichiarazioni dei protagonisti.


Guardiola: "Avevamo una grande pressione e la sentivamo. Ho detto ai miei giocatori che dovevamo vincere anche rischiando di concedere qualcosa. Adesso abbiamo la trasferta contro il Burnley e vedremo come andrà. E' importante restare calmi, ancora non abbiamo vinto nulla e mancano ancora tre partite. Incredibile quanti punti City e Liverpool abbiano fatto. Entrambe le squadre meriterebbero di vincere, ma soltanto una trionferà. La squadra che perderà non potrà avere rimpianti; in genere dopo vittorie come queste bisogna festeggiare, ma noi dobbiamo restare calmi.  I giocatori non leggono i giornali, nè guardano la TV: devono mangiare e dormire bene. Grazie ai nostri tifosi per il grande supporto in queste due partite. Fuori casa sono fantastici: a volte li sento più fuori che in casa ed i giocatori se lo meritano".

Kompany: "Non abbiamo iniziato il match nel modo in cui volevamo, ma può capitare. Nel primo tempo abbiamo difeso molto bene, poi siamo entrati nel secondo tempo per segnare. Questa vittoria significa molto perchè è un derby, ma nel campionato non si può mai essere certi di aver vinto. Burnley è una trasferta molto dura e sia noi che il Liverpool avremo avversari complicati. Abbiamo bisogno di tre vittorie perchè non ci aspettiamo affatto che il Liverpool ne perda. Torniamo ad allenarci e pensiamo alle prossime partite"

Sane: "E' stata una partita complicata. All'inizio abbiamo avuto qualche problema, poi con pazienza abbiamo ottenuto quello che volevamo. Guardiola, durante l'intervallo, ci fa sempre vedere le cose che non sono andate bene. Dobbiamo lavorare ed è tutto nelle nostre mani".

Sloskjaer: "Abbiamo avuto una reazione e alla fine siamo stati battuti da una squadra più forte.  I tifosi ci sono stati vicini e li abbiamo sentiti. La differenza tra noi e loro sta tutta nella qualità ed ecco perchè loro sono al vertice della classifica e noi siamo più in basso. Loro hanno segnato uno standard e sta a noi colmare questo divario e sicuramente non è semplice. Tutti i giocatori si sono impegnati e hanno cercato di dare il massimo. Il City ci ha bloccato con il pressing e le ripartenze. De gea ha fatto ottimi interventi stasera. Quando capitano queste prestazioni è necessario restare uniti e continuare a lavorare: già pensiamo alla gara di domenica contro il Chelsea".

Rashford: "Questa sera non abbiamo giocato da Manchester United. Il minimo è dare tutto per i tifosi, per la maglia, per il club. Siamo comunque qui a lottare per arrivare tra le prime quattro, mentre a gennaio eravamo in un'altra posizione: tutti dobbiamo cercare di continuare a migliorare. Dobbiamo tornare a giocare da Manchester United senza pensare troppo nè al campionato nè alla qualificazione in Champions."

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->