venerdì 30 dicembre 2016

[PREMIER LEAGUE] Ibrahimovic: ''Messi e' unico. Ronaldo? A me piaceva tantissimo l'altro''

L'attaccante svedese giudica positivamente i primi mesi in Premier, nonostante i risultati alterni dello United. Nell'intervista a ESPN parla anche del suo ex compagno di squadra Lionel Messi e infine lancia una frecciata al Pallone d'Oro Cristiano Ronaldo.






Zlatan Ibrahimovic, ex attaccante del Paris Saint Germain attualmente al Manchester United, ha rilasciato un’intervista a ESPN, dove ha parlato della sua prima esperienza in Premier League e del suo ex compagno di squadra Lionel Messi, con cui ha giocato al Barcellona.

Queste le parole dell'attaccante svedese a ESPN:

"Mi sento bene, mi diverto, sto bene in Premier League. I risultati sono alterni ma possiamo continuare la striscia vincente e continuiamo a lavorare duramente, andiamo tutti nella stessa direzione. Sono felice, ma potrei esserlo di piu'".

Ibrahimovic torna a parlare del fuoriclasse del Barcellona Lionel Messi, con cui ha giocato nella stagione 2009-2010. Con i suoi 51 gol realizzati nell'anno 2016, Messi ne ha realizzato uno in piu' rispetto all'attaccante svedese 35enne, che ha segnato 33 reti col Paris Saint Germain e 17 con i Red Devils, di cui 11 nelle ultime 10 partite.

"Messi e' unico, non so se in futuro ci saranno giocatori in grado di fare quanto riesce a fare lui, ha uno stile inimitabile. Ho avuto modo di vederlo in campo tutti i giorni, e' come giocare con la PlayStation: gli passi la palla e lui comincia a passare tutti gli avversari, Messi e' così.

Siamo due giocatori con stili molto diversi. Io sono uno che e' andato alla conquista di diversi campionati, lui invece è rimasto per anni nella stessa squadra e questo è molto bello".

Se sarebbe in grado di fare quello che fa in Premier? Lo puo' fare ovunque, e' uno che ama a tal punto il pallone che non avrebbe problemi a replicare le sue performance al Barcellona altrove".

Il fuoriclasse svedese lancia una stoccata al Pallone d'Oro e attaccante del Real Madrid Cristiano Ronaldo:

"Non abbiamo mai giocato insieme. Credo che la sua forza sia frutto di duri allenamenti e non di un naturale talento.

A me piaceva tantissimo l'altro Ronaldo, quello brasiliano: era unico, sapeva fare delle cose col pallone che lasciavano a bocca aperta. Dribblava e correva in maniera incredibile".

Infine Ibrahimovic non esclude una volta terminata la sua esperienza al Manchester United di giocare in Brasile:

"Credo che sia un campionato adatto al mio stile di gioco e penso che potrei ritagliarmi le mie soddisfazioni li'", conclude l'attaccante svedese


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->