lunedì 14 novembre 2016

[INGHILTERRA] Dier: “Sono pienamente inglese, ma il Portogallo è la mia casa”

Eric Dier si è poi detto orgoglioso di indossare la maglia dei Tre Leoni, invece di quella portoghese.




Eric Dier, centrocampista del Tottenham.

Il centrocampista del Tottenham, Eric Dier, si è detto orgoglioso di aver optato per la Nazionale inglese, invece di quella portoghese con la quale avrebbe potuto vincere il Campionato Europeo.

Dier ha rilasciato queste parole:

"Se l'Inghilterra non può vincere nulla allora voglio che il Portogallo vinca. Sono stato molto felice per loro, ma mai una volta ho pensato che avrei dovuto giocare per il Portogallo.

E' un po' tardi per cambiare idea. Sono inglese. Non ho mai detto il contrario. Sono al 100% inglese. Non sono portoghese. Quando sono cresciuto, ho sempre avuto l'idea che avrei giocato per l'Inghilterra. Sono pienamente inglese, ma il Portogallo è la mia casa", ha detto il centrocampista del Tottenham.

Nato a Cheltenham, nel Gloucestershire, Dier è di origine inglese, ma ha passato gran parte della sua gioventù in Portogallo: nel 2001, infatti, all'età di sette anni, si è trasferito ad Algarve poiché la madre era stata chiamata a dirigere il programma di ospitalità per gli Europei del 2004, disputatisi in terra iberica.

La famiglia ha vissuto anche a Lisbona e nel 2003 Dier supera un provino con lo Sporting Lisbona che lo inserisce nella formazione giovanile della squadra bianco-verde.

Nel 2010 i genitori decidono di tornare a vivere in Inghilterra, mentre lui decide di restare in Portogallo fino al 2011, anno in cui passa in prestito all'Everton.

Torna di nuovo allo Sporting fino al 2014 e nell'estate di quell'anno torna in Inghilterra, dopo essere stato acquistato a titolo definitivo dal Tottenham Hotspur

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->