sabato 29 ottobre 2016

[INGHILTERRA] Owen: “Quel Pallone d’Oro fu un riconoscimento a titolo collettivo”

L'ex attaccante della Nazionale inglese ha raccontato a 'France Football' il momento in cui scoprì a Roma nel 2001 di aver vinto il Pallone d'Oro.





Michael Owen, 36 anni, Pallone d'Oro nel 2001.

Micheal Owen è stato uno degli attaccanti più forti nella storia della Premier League ed il più giovane ad aver indossato la maglia della Nazionale inglese.

Nativo di Chester, in carriera ha vestito maglie prestigiose come quelle di Liverpool, Real Madrid, Manchester United e Newcastle.
Nel 2001, l’ex attaccante di ‘Reds’ è stato l'ultimo inglese ad aver vinto il Pallone d’Oro, dopo aver conquistato in quella stagione 5 trofei con il Liverpool (Coppa Uefa, Supercoppa Europea, FA Cup, Coppa di Lega e Charity Shield). Venne eletto miglior giovane del Mondiale francese del 1998, quando in quell'edizione segnò una rete strepitosa contro l'Argentina agli ottavi.


Ricordo che stavamo attraversando un periodo particolare, Gerard Houllier (all’epoca allenatore del Liverpool, ndr), era stato colpito da un problema al cuore a ottobre e stava ancora in via di convalescenza. La squadra era allora in mano al suo vice, Phil Thompson, e noi ci eravamo in Italia per giocare contro la Roma in Champions League. Un’ora prima della partita, Phil mi dice di recarmi nello spogliatoio perché il capo mi voleva parlare. Allora m’insospettisco, perché qualche minuto dopo avrei dovuto cominciare il riscaldamento”.

Negli spogliatoi rispose al telefono:

Michael, devo dirti una cosa che magari ti aiuterà a giocare meglio stasera, però a una condizione: mi devi promettere che non lo dirai a nessuno. Sei stato eletto miglior giocatore d’Europa, sei il nuovo Pallone d’Oro! Congratulazioni!”.

La gioia di quel momento nelle parole del calciatore inglese:

Fu una sensazione molto strana, ma al tempo stesso meravigliosa. Avrei voluto gridarlo al mondo: “Sono il nuovo Pallone d’Oro!”. Al tempo stesso ero sconvolto al solo pensiero di tutti i grandi giocatori che avevano vinto in passato questo premio, ma anche quelli che erano in corsa in quel momento".

Owen conclude l'intervista elogiando i suoi ex compagni di squadra:

Quel Pallone d’Oro fu un riconoscimento a titolo collettivo. Se non avessimo conquistato cinque trofei, non l’avrei mai vinto”.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->