sabato 8 ottobre 2016

[INGHILTERRA] Arsène Wenger: “Il prossimo ct? E' importante che sia un inglese”

Il tecnico francese dell'Arsenal sembrava vicino ad accettare l'incarico di nuovo ct dell'Inghilterra al termine della stagione, ma nelle ultime ore ha espresso le sue perplessità. 




Arsène Wenger, manager dell'Arsenal dal 1 ottobre 1996.

La Football Association intende affidare la panchina della Nazionale inglese a un nome di prestigio.

E' alla ricerca di una figura carismatica che conosca bene la Premier ed abbia una buona esperienza a livello internazionale. La Federazione non può più permettersi di sbagliare; gli insuccessi nelle grandi manifestazioni internazionali sono oramai una costante da parecchi anni.

L'Inghilterra, la patria del football moderno non vince un trofeo da 50 anni! L'ultimo risale al Mondiale del 1966 disputato in casa, poi solo delusioni e mancate qualificazioni in più occasioni. I migliori piazzamenti sono stati un quarto posto a Italia 90 e una semifinale agli Europei del 1996 da paese ospitante. L'opposto di quello che invece sono riusciti a vincere i club inglesi, grazie anche ai tanti campioni stranieri dopo la sospensione da tutte le competizioni europee a causa della tragedia dell'Heysel nel 1985.

Sono state molte le scelte sbagliate da parte della Federazione che non ha più saputo individuare il selezionatore giusto da quando Sir Bobby Robson ha preferito lasciare l'incarico, proprio dopo l'impresa dei Mondiali del '90, per allenare solo le squadre di club in varie Nazioni e con grande successo.

Dopo lo scandalo portato alla luce dal quotidiano Daily Telegraph che ha coinvolto Sam Allardyce, dopo soli 67 giorni in carica e poi costretto alle dimissioni, per la panchina dei Tre Leoni il favorito sembrava Arsène Wenger, l'attuale allenatore dell’Arsenal. Un'operazione, secondo i media britannici, che si sarebbe conclusa al termine della stagione per non disturbare il lavoro del nuovo ct ad interim Gareth Southgate e non causare imbarazzo ai Gunners impegnati ancora in tutte le competizioni.

Il tecnico francese, però, ha rilasciato una dichiarazione che allontana momentaneamente questa opportunità:

Il prossimo ct? E' importante che sia un inglese.

Dicono che io sia mezzo inglese, dopo essere stato qui 20 anni ma, se un domani dovesse esserci una partita contro la Francia, sarebbe difficile per me non cantare l'inno", ha detto Wenger.


Fonte: BeIn Sports

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->