domenica 29 maggio 2016

[CHAMPIONSHIP 2015/16] Super Diame e l'Hull City ritorna in Premier League dopo un anno

I Tigers vincono a Wembley la finale dei Play Off per 1-0 contro lo Sheffield Wednesday. Diame segna il gol decisivo al 72'.






L'Hull City vincitore della finale play off si unirà al Burnley e Middlesbrough nella prossima stagione in Premier League.

I Clarets di Sean Dyche hanno vinto il titolo della Championship, assicurandosi il ritorno nella massima serie al primo tentativo e il Middlesbrough di Aitor Karanka si è classificato secondo per differenza reti a spese del Brighton.

Hull e Sheffield Wednesday sognavano di raggiungere le due formazioni promosse in una partita che vale di più dal punto di vista economico, per via del nuovo contratto televisivo che porterà ancora più soldi ai club in Premier League.

A Wembley hanno gioito ancora una volta i Tigers di Steve Bruce, vittoriosi per 1-0 alla fine di una partita avvincente, combattuta e aperta fino agli ultimi secondi del 6' minuto di recupero con il brivido finale di un presunto intervento di mano da parte di Dawson.

Hull in festa e di nuovo in Premier League dopo un anno, ma onore allo Sheffield Wednesday che ha disputato una stagione straordinaria e in finale ha messo il cuore limitando le grandi potenzialità degli avversari nel minor modo possibile.

In Championship i Tigers si sono classificati al quarto posto, mentre gli Owls al sesto e nelle semifinali dei play off hanno battuto rispettivamente il Derby County e Brighton.

E' anche un derby dello Yorkshire, anche se non è molto sentito dalle due tifoserie.

Gli Owls, da 16 anni non giocano in Premier League e si sono trasformati nell'ultima stagione da quando il proprietario thailandese, Dejphon Chansiri, ha preso il controllo del Club nel 2015. Era presente anche lui a Wembley e non si negato per una foto in posa con i propri fan prima dell'incontro. La squadra è stata costruita nell'ultima settimana di mercato e a sorpresa ha ingaggiato Carlos Carvalhal, un manager portoghese con precedenti esperienze in Turchia, che non allenava da tre anni.

Lo Sheffield a inizio partita gioca con meno pressione e al 9' costringono il capitano dell'Hull Dawson ad un brutto intervento su Fernando Forestieri per il primo e unico giallo dell'incontro. Forestieri batte direttamente in porta e il portiere svizzero Jakupovic, in campo al posto dell'infortunato McGregor, respinge in angolo. 
Con furore agonistico Wallace impegna nuovamente il portiere svizzero al 15' dal limite.

Proprio nel momento migliore degli Owls i Tigers si svegliano e vanno vicini al goal al 28' sugli sviluppi di un corner con il colpo di testa Hernandez
Salva sulla linea Lee e poi Dawson non riesce a deviare in rete. 
Il momento migliore dell'Hull sino a quel momento.

E' di nuovo Forestieri ad impegnare gli avversari: si libera bene sulla trequarti, controlla, ma calcia malissimo al 30' e la palla termina sul fondo.

Si supera Westwood al 32' che compie il miracolo e nega il vantaggio all'Hull sulla conclusione da distanza ravvicinata di Hernandez
Odubajo ci prova al 34' conclusione larga e sembra proprio il momento propizio per sbloccare la finale per i ragazzi di Steve Bruce.

E invece il palo di Mohamed Diame al 38', dopo aver saltato tre giocatori di sinistro calcia sul palo esterno e poi l'uscita tempestiva di Westwood su Odubajo, che elude la trappola del fuorigioco al 43' su passaggio no look di Elmohamady, mandano dopo un minuto di recupero le squadre negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

La ripresa si è aperta senza nessun cambio tra le due squadre e con il liscio di Dawson al 49' che innesca Forestieri a tu per tu con Jakupil, ma viene fermato dall'intervento provvidenziale di Davies in scivolata. Ancora un miracolo di Westwood ferma Dawson sulla sua conclusione ravvicinata al 52', quando tutta la difesa degli Owls si dimentica di lui su cross di Snodgrass.

Errore clamoroso del terzino Andrew Robertson sul cross di Odubajo: lo scozzese calcia malissimo con la porta spalancata al 57'. Un errore che poteva essere pagato a caro prezzo dai Tigers che invece al 72' si portano in vantaggio con il goal fantastico di Diame
Rete di una bellezza assoluta per il giocatore senegalese che controlla dal limite dell'area su suggerimento di Snodgrass e di destro fa partire un tiro a giro imparabile per Westwood.

Di nuovo Diame serve Hernandez che non chiude l'incontro all'82', quando Loovens in scivolata gli impedisce di concludere a rete.

Fianle con il giallo a Wembley per un presunto braccio di Dawson, ma dalle immagini televisive sembra che il suo intervento non sia punibile e così, dopo 6 minuti di recupero, terminano le speranze di promozione dello Sheffield.

L'Hull ritorna in Premier League incassando 170 milioni di sterline: aveva più risorse, giocatori migliori ed un manager come Steve Bruce che per la quarta volta in carriera riesce a condurre una squadra dalla Championship in Premier League.

Al termine del match la premiazione e l'esultanza in campo a Wembley dei giocatori con il trofeo assegnato dalla Football League.


TABELLINO

Hull City: Jakupovic (GK), Odubajo, Davies, Huddlestone, Hernandez (Meyler 85'), Snodgrass (Clucas 82'), Livermore, Diame (Maguire 88'), Dawson (capt), Robertson, Elmohamady.
In panchina: Kuciak, Bruce, Maloney, Akpom
Manager: Steve Bruce

Sheffield Wednesday: Westwood (GK), Hutchinson (Nuhiu 76'), Loovens (capt), Hooper, Lees, Lee, Hunt, Wallace (Helan 63'), Pudil (Joao 87'), Bannan, Forestieri
In panchina: Wildsmith (GK), Matias, Lopez, Stone
Manager: Carlos Carvalhal

Reti: Diame 72'

Ammoniti: Dawson 9'

Arbitro: Bobby Madley


Spettatori: 70.189

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->