venerdì 20 maggio 2016

[CHAMPIONSHIP 2015/16] Middlesbrough promosso in Premier League: le parole di Aitor Karanka

Il Middlesbrough torna nella Premier League per la prima volta dal 2009. I progetti del manager Aitor Karanka per la prossima stagione.







Il manager del Middlesbrough, lo spagnolo Aitor Karanka ha in mente di emulare Bournemouth e Watford che in questa stagione sono riuscite a salvarsi in Premier League.

Il Boro torna nell'élite del calcio mondiale dopo sette anni di assenza, grazie a due goal di scarto sul Brighton, la rivale alla promozione in Premier con cui ha terminato il campionato a pari punti. Ora, come i Cherries e gli Hornets, Karanka vuole mantenere il Boro in Premier in pianta stabile.

E’ il mio prossimo obiettivo. Quando arrivai, dissi che il Middlesbrough è una squadra di Premier League,” ha detto Karanka alla BBC Sport

“Ora lavoreremo ancor più intensamente per restare dove siamo arrivati, come i buoni esempi dati dal Watford e Bournemouth.”

- Gli obbiettivi del Boro

I fan del Boro hanno visto la loro squadra perdere solo due volte in casa durante questa stagione in Championship. Ci sono stati momenti cupi per i Teesside da quando il Boro ha giocato l’ultima volta in Premier.

Ma con Karanka il vecchio entusiasmo, che ha visto il club vincere la Coppa di Lega nel 2004 e raggiungere la finale di Coppa Uefa due anni dopo, è ritornato.

Le grandi perdite di posti lavoro presso l’industria dell’acciaio a Redcar e la morte di un noto commentatore della BBC Tees Ali Brownlee, il cui nome è stato cantato durante tutta la partita ed alla fine, hanno colpito duramente la città ma il football club ha dato un motivo di sollievo.

La brutta situazione dei lavoratori e la perdita di Brownlee hanno avuto un impatto su Karanka e i suoi giocatori.

Capisco il momento difficile che (i lavoratori dell’industria dell’acciaio) stanno vivendo e questo momento calcistico può dar loro sollievo; l’altro momento difficile è stata la morte del nostro amico Ali,” ha detto.

Lui ci ha sostenuto, ci è ha supportato fino al suo ultimo giorno e mi ha sostenuto da quando sono arrivato qui. Per me significa molto per i fan. Le persone di questa area hanno bisogno di distrarsi, meritano di avere una squadra da supportare ed un club del quale andare così orgogliosi.”

- Il Presidente

Il proprietario del Middlesbrough, Steve Gibson, ha fatto parte del consorzio che ha salvato il club dalla liquidazione nel 1986.

Steve Gibson, da tempo presidente e fan del club Teeside, ha avuto un ruolo fondamentale nel portare Karanka al Riverside e sua volta nel farlo restare lì.

Il suo finanziamento della squadra del Boro è stato un fattore cruciale per il successo di quest’ultima, affidando ingenti somme di denaro allo spagnolo per assumere giocatori, incluso gli attaccanti Jordan Rhodes, David NugentCristhian Stuani oltre a Gaston Ramirez in prestito dal Southampton.

E’ stato proprio Gibson che ha persuaso Karanka a tornare sui suoi passi dopo un litigio con la squadra durante la stagione, sottolineando la gratitudine da parte del manager spagnolo.

Ringrazio il presidente per avermi dato l’opportunità di venire qui quando ancora non avevo esperienza,” ha aggiunto Karanka.

Non vedo l’ora di dargli un grande abbraccio come merita.”

- L'esempio: il capitano Grant Leadbitter

Il capitano Grant Leadbitter si è unito al Middlesbrough nel Maggio 2012 dall’Ipswich Town.

E' stato no dei giocatori più determinanti del Middlesbrough durante la stagione e insieme al suo compagno di reparto Adam Clayton è stato un punto d’ancoraggio per un inflessibile centrocampo che ha protetto la difesa.

Il capitano ha passato un momento delicato e dopo i festeggiamenti al Riverside ha rivelato che ha giocato con delle infiltrazioni e che dovrà essere operato di ernia nelle prossime settimane.

Grant è il personaggio di questa squadra,” ha affermato Karanka

“Lui è il capitano e nessuno può capire il dolore che ha sopportato per giocare le ultime tre o quattro settimane.

Ha carattere, ai giocatori piace molto e lo seguono. Questo è il motivo per cui siamo in Premier League”.

La promozione è il culmine di due anni e mezzo di successo al Riverside per lo spagnolo, che ha raccolto il testimone dalla leggenda del club Tony Mowbray e si è fatto spazio nella tradizione popolare del Boro, tra lo scetticismo iniziale.

Non sono riuscito a dormire tuttavia per molti giorni, quindi oggi è un giorno da festeggiare e ho l’occasione di esprimere quanto sia orgoglioso di essere qui con questi giocatori e questa folla,” ha sostenuto Karanka.

Domani spariremo (intendo, come famiglia)! Non so dove, ma avrò bisogno di molto tempo per riposarmi perché gli ultimi due anni e mezzo sono stati impegnativi per cambiamenti totali.


Abbiamo due mesi prima dell’inizio della stagione, quindi passerò questo tempo con la mia famiglia come giustamente merita”.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->