giovedì 19 maggio 2016

[CHAMPIONSHIP 2015/16] Il Burnley promosso in Premier League: le parole di Sean Dyche

Le parole di Sean Dyche, il manager che ha guidato il Burnley alla seconda promozione in Premier League, in tre stagioni. 





Dopo la vittoria in Championship, il manager del Burnley, Sean Mark Dyche, crede che la stagione appena conclusa abbia avuto successo anche dal punto di vista commerciale.

Il colpo di testa di Sam Vokes, nella vittoria per 1-0 contro il QPR al Turf Moor ha garantito ai Clarets un ritorno immediato in Premier League.

Abbiamo riequilibrato il bilancio e abbiamo avuto di nuovo successo,” ha affermato Dyche alla BBC Radio Lancashire.

Non potrei essere più orgoglioso.”

Il Burnley ha sistemato i suoi bilanci nel frattempo registrando un profitto di 30.1 milioni di sterline nel mese di Marzo, successivamente alla loro stagione 2014-2015 nella Premier League.

Hanno battuto il loro record per un trasferimento con l'acquisto in agosto dell'attaccante Andre Gray dal Brentford, per sostituire la partenza di Danny Ings verso il Liverpool, Kieran Trippier al Tottenham e Jason Shackell al Derby County.

Alla domanda riguardo la sfida che attenderà i Clarets nella prossima stagione in Premier League, Dyche ha affermato alla BBC Radio 5 live:

Non ci considereranno immediatamente.

Ho chiesto due anni fa (quando il Burnley è stato promosso nel 2014) alla gente di darci 24 ore per divertirsi, prima che loro iniziassero a massacrarci e a dirci che non avevamo speranza.

Se riuscissero ad essere clementi e darci magari 8 ore stavolta, sarebbe bello.”

Il Burnley è rimasto imbattuto in 23 partite di Championship, dalla sconfitta per 3-0 da parte dell'Hull City il giorno di Santo Stefano (26 Dicembre), per poi assicurarsi il titolo con la vittoria all'ultima giornata con l’ormai retrocesso Charlton al Valley.
Sam Vokes e Andre Gray hanno segnato in totale 37 goal per il Burnley in questa stagione e in tutte le competizioni.

L’ex manager del Watford, Dyche, è soddisfatto della media gol dei due attaccanti fortemente voluti da lui. Il loro contributo di realizzazioni ha reso possibile il ritorno del Burnley nella ricca Premier League, solo 359 giorni dopo averla lasciata. 
La Championship rappresentava una “sfida diversa” rispetto a quando il club l'aveva vinta l’ultima volta nel 2014.

Dyche ha aggiunto: 

“L’aspettativa è cresce da parte di tutti, i soldi disponibili per il club per il suo futuro e tutto ciò che comporta.

La mentalità dei giocatori è stata risoluta tutto l’anno. Siamo stati pesantemente messi in discussione verso Natale, ma non ho mai battuto ciglio.

Sapevo ciò che stavamo facendo, conoscevo il gruppo che avevamo, conoscevo la mentalità e sapevo che potevamo andare fino in fondo.

L’ultima volta eravamo nell’ombra, era una favola. Questa è stata organizzata, una operazione di tipo commerciale ed è stata svolta bene da tutte le persone coinvolte, specialmente i giocatori."

Le opinioni di Dyche sono condivise anche dall’attaccante Gray, capocannoniere del torneo con 22 goal per i Clarets in questa stagione.

E’ pazzesco, è stato un anno molto combattuto e le ultime cinque o sei partite sono state molto pesanti,” ha detto Gray alla BBC Radio 5 live.

Era stato un po’ teso quando abbiamo appreso il risultato del Brighton e sapevamo che dovevamo vincere. Alla fine abbiamo oltrepassato la linea.”

Il difensore centrale Ben Mee, il quale è stato sempre presente per tutta la stagione, ha aggiunto: 

“Tutti i ragazzi sono stati grandiosi e tutti hanno contribuito a questo.


Gioiremo di questo, ma vogliamo andare avanti e vincere. Questo è il prossimo passo.”

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->