venerdì 29 aprile 2016

[INGHILTERRA] Daniel Sturridge spera nella convocazione agli Europei

L'attaccante del Liverpool Daniel Sturridge, dopo una lunga serie di infortuni, si augura di far parte dei convocati agli Europei in Francia.






Daniel Sturridge, è un attaccante speciale bloccato nelle ultime due stagioni da un infortunio.

Adesso però è tornato ed è andato subito in gol, con tanta voglia di dimostrare il suo valore, e per convincere il commissario tecnico della nazionale inglese Roy Hodgson a convocarlo tra i 23 giocatori che prenderanno parte agli Europei in Francia a giugno.

“Questo è quello per cui vivo, - ha detto Sturridge - ho fatto tanti sacrifici da giovane per raggiungere questo livello.

Io sono una persona che ha sempre presente i suoi obbiettivi, in ogni gara.

A volte penso ancora a quando giocavo per la mia squadra della scuola e mi dicevo 'devo segnare in ogni partita'.

A volte penso a quello che dovrei e non dovrei fare, ma quando sono in campo e gioco a calcio non penso a nient'altro che a quello che succede in partita”.

Dopo l'impressionante bilancio di 21 goal ottenuto due anni fa a cui ha portato il Liverpool a un passo dal titolo in Premier League, l'inglese ha avuto diversi problemi a causa degli infortuni, ma il tempo passato lontano dai campi da gioco gli ha dato nuove prospettive.

L'attaccante del Liverpool continua:

“Ho capito che la vita è molto altro oltre al calcio. Ho scoperto così tante cose lontano dalle partite che ora posso vivere con il sorriso. Ora so di essere una persona più completa e non solo come calciatore, ora sento di essere più di un uomo.

Sono felice di me stesso e questo mi permette di piacermi qundo sono in campo e di non sentire la pressione”.

Il tempo passato lontano dai campi di gioco del ventiseienne Sturridge era visto con scetticismo dall'opinione pubblica. Tanti pensavano che il nuovo manager del Liverpool, Jurgen Klopp, non gli avesse più concesso molto spazio.

“Avere un rapporto fantastico con il tuo manager non è necessariamente fondamentale, così come non lo è essere il suo migliore amico. E' importante avere il manager! Gli sono grato per essere arrivato qui e aver imposto la sua autorità sulla rosa, perchè questa rosa ci ha permesso di aumentare il nostro livello di gioco ed è la cosa più bella che ci è successa con Jurgen Klopp.

Ci ha portato la mentalità vincente, anche se c'è da dire che non è che Brendan Rodgers non ne avesse, anzi, ma lui ci ha portato tenacia e aggressività. Vuole vincere ogni singola partita a intensità e questa è una cosa importante e sono sicuro che il Liverpool avrà successo”.

A giudicare da quanto ha fatto vedere dal tuo recente infortunio ti senti vicino ad essere tornato al top Daniel?

“Non saprei, credo di esserci vicino, questo sì. Ma credo anche di aver ancora da guadagnare in forma fisica e in ritmo partita per tornare al mio livello migliore.

Grazie a Dio sono riuscito a tornare in forma dall'ultimo infortunio ed è da un mese e mezzo o forse due che mi alleno tutti i giorni senza problemi e senza saltare un giorno. Questo mi fa sentire bene ovviamente”.

Con il ritorno in forma al Liverpool il tuo recupero è ovviamente ben avviato con gli Europei che incombono. Pensi che questa sia una buona notizia per l'Inghilterra?

“Ogni partita di Premier League è importante, ogni partita è davvero una finale. Lo so che sembra un modo di dire, è scontato, ma penso che sia importante guadagnare un posto nelle coppe europee, voglio essere in grado di dimostrare il mio talento.

La cosa più importante è godersi le partite e spero anche di essere convocato per gli Europei. E poi vediamo cosa accadrà la prossima stagione”.




Fonte: Fox Sports


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->