sabato 28 novembre 2015

[EUROPA LEAGUE 2015/16] Celtic-Ajax 1-2. La truppa di Deila esce di scena con 90 minuti di anticipo!

Una rete nel finale di Cerny beffa il Celtic. L'Ajax passa per 2-1 al Celtic Park. Rimpianto per i biancoverdi di Glasgow, sciuponi e fuori dall'Europa League con 90' minuti d'anticipo!


La rete di Cerny manda il Celtic fuori dall'Europa. 


Il Celtic, chiamato a vincere per mantenere vivo il sogno europeo, ospita a Celtic Park l'Ajax, che ha solo un punto più dei biancoverdi.

Deila, alle prese con molte assenze tra le fila della sua squadra, mette in campo i suoi con un inedito 4-3-3 con Gordon in porta, Tierney, Simunovic, Boyata e Lustig in difesa. Con Rogic adattato al ruolo di centrocampista centrale, gli interni di centrocampo sono stati Armstrong a sinistra e McGregor a destra. Il tridente offensivo è quindi stato composto da Mackay-Steven, Griffiths e Forrest.

De Boer invece mette in campo i Lancieri con un 4-2-3-1 con Cillessen in porta, Rijks, Riedevald, van der Hoorn e Tete in difesa. Klaassen e Gudelj in mediana, mentre Younes, Schone e Fischer agiscono dietro alla punta Milik.

Il Celtic ha una partenza molto aggressiva, tanto che al 4° minuto trova già il gol con McGregor, bravo a prendere palla sulla trequarti offensiva e ad avanzare palla al piede spiazzando Cillessen.
L'Ajax rimane scosso, mentre il Celtic continua ad aggredire mantenendo sempre la difesa molto alta, tanto che agli uomini di De Boer vengono segnalate due off-side. Il tecnico degli olandesi allora posizione Schone sulla trequarti e affida a Klaaassen un posto in mediana. Nei minuti successivi, si nota che il cambio tattico messo in atto da De Boer inizia a dare i suoi frutti, perché lentamente l'Ajax comincia a riemergere.
Al 19° viene impegnato Gordon, che si è trovato a dover sventare una minaccia su schema da calcio di punizione. Bisogna attendere meno di un giro di lancette, però, per vedere la prima marcatura del match.
Dopo che il tentativo di Schone è stato respinto, Fischer capisce tutto e cede la sfera a Milik che insacca per l'1-1 parziale. Al 25° Forrest impegna Cillessen. Questo tentativo non cambia comunque l'inerzia del match in quei minuti, perché rimane comunque l'Ajax a fare la partita. I Lancieri continuano a spingere cercando gli spazi giusti per affondare e ripotare il match in proprio favore. L'occasione è capitata con Younes al 32°, ma la palla finisce alta. Al 36° però è Griffiths ad approfittare della dormita difensiva dell'Ajax arrivando a concludere, ma la palla si spegne sull'esterno della rete. In ogni caso comunque, si registra comunque un grande affanno tra i Bhoys e una gran difficoltà ad imporre il proprio gioco. Al 41° minuto altra occasione per Griffiths, che però si vede parare da Cillessen il suo sinistro indirizzato in porta. Il primo tempo si conclude sul risultato di 1-1.

Il secondo tempo si apre senza nessun cambio tra le fila delle due squadre.
Al 47° Boyata rischia di combinarla grossa con una grave leggerezza, per fortuna del Celtic Tierney rimedia.
I minuti seguenti non danno emozioni agli spettatori, se non un tiro alle stelle di Klaassen e un fuorigioco di Griffiths. Al 54° un'altra sbavatura di Boyata fa guadagnare un angolo all'Ajax.
Successivamente gli ospiti trovano qualche occasione con Schone e van der Hoorn.
I Bhoys invece si fanno cogliere per un paio di volte in fuorigioco, quindi non arrivano occasioni.
Il match procede a ritmo compassato. Al 65°, un calcio di punizione dei Lancieri non impensierisce Gordon, ma poco dopo Forrest ha un'occasione d'oro, sventata facilmente da Cillessen.
Al 67° Deila cambia qualcosa: esce Rogic entra Mulgrew. Un minuto dopo McGregor calcia da fuori, il suo tiro viene deviato e si alza a campanile, per poi abbassarsi e infrangersi sulla traversa. Occasione incredibile per il Celtic! Al 71° Forrest fa un'ottima giocata ma il passaggio per Griffiths non va a buon fine. Il Celtic sta uscendo, intanto entrano in campo Mackay-Steven e van de Beek.
Al 73° minuto la tensione aumenta: allo stadio arriva la notizia che il Fenerbahce ha segnato l'1-0 sul Molde.
L'1-1 tra Celtic e Ajax condannerebbe entrambe: ora i team provano a vincerla. Un minuto dopo Griffiths taglia perfettamente e riceve palla da Allan, ma Cillessen compie un miracolo incredibile in uno contro uno, parando col piede. Il Celtic pochi istanti dopo ha un'altra occasione incredibile, che clamorosamente Simunovic non sfutta. Nelle occasioni successive è Griffiths a diventare il catalizzatore del gioco: prima riceve da Forrest e tenta un mancino da 20 metri, poi respinto, e successivamente riceve da Allan ma van der Hoorn capisce tutto ed intercetta. Al 79°, su cross da calcio piazzato, Cillessen esce a vuoto ma Mulgrew di testa conclude alto! De Boer all'81° cerca di dare la scossa e inserisce Sanogo. L'Ajax ora si fa più spregiudicato: è però Griffiths a collezionare (e sprecare...) un'altra occasione con un sinistro strozzato parato da Cillessen. All'85° a Gordon dev'essere passato un brivido lungo la schiena: Younes infatti conclude sul palo esterno, palla sul fondo.
Un minuto dopo, Forrest tenta una percussione offensiva ma viene chiuso in extremis da un difensore dell'Ajax! Pochi secondi dopo arriva la notizia del 2-0 del Fenerbahce sul Molde. Sale ancora di più l'adrenalina. Il tempo è agli sgoccioli. All'88°, il Celtic fallisce l'ennesimo calcio d'angolo e l'Ajax riparte. Cerny riceve palla dopo una ripartenza fulminea e fulmina Gordon! Apoteosi di gioia per gli ospiti, mentre la squadra di casa e tutti i supporters si ammutoliscono. Ormai l'eliminazione è certa, anche in caso di 2-2. Non è finita qui: all'88° Mulgrew si fa male ed è costretto ad uscire, lasciando il Celtic in 10. Al 92° Gordon si supera evitando il tracollo verticale dei suoi: doppia prodezza su Sanogo e Cerny. Al 93° ancora Sanogo spreca tutto ma finisce qui.

Il Celtic esce dalla competizione mentre l'Ajax ha ancora un barlume di speranza se proprio il Celtic vincerà contro il Fenerbahce tra 15 giorni.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

L'allenatore dell'Ajax, Frank de Boer, elogia i suoi ma riconosce che qualificarsi per i sedicesimi di finale sarà dura: "Cerny è un grande talento. Ha il potenziale per essere un ottimo giocatore. Alla fine, abbiamo cambiato modo di attaccare inserendo anche Sanogo. Il Celtic ha avuto sicuramente occasioni per segnare, ma Cillessen è stato bravissimo. Importante vincere, ma bisogna fare altri tre punti contro il Molde e sperare che il Fenerbahce non faccia altrettanto col Celtic. Ci sono poche chance, ma tutto è possibile."

Ronny Deila invece commenta così la delusione per l'eliminazione, ma guarda avanti e conta di poter migliorare ancora la rosa a sua disposizione: "Siamo partiti bene, segnando subito un grande gol. Nella ripresa, abbiamo creato tante occasioni per vincere, ma alla fine abbiamo commesso errori banali che ci hanno costretto al ko. Le occasioni fallite da Griffiths? Fin qui ha segnato tante reti e continuerà a farle. Stasera è andata così". Commentando il secondo tempo, aggiunge: "Sì, avevamo più energia. Ho visto un secondo tempo positivo. I ragazzi giovani mandati in campo hanno dimostrato talento, anche se non è bastato per fare risultato. I risultati non sono gli stessi dell'anno scorso in Europa, eppure posso dire che abbiamo meritato più adesso che la stagione passata. Sono deluso, ma possiamo andare avanti con certezze: questo gruppo crescerà, anche nei dettagli."

Ai microfoni del sito ufficiale della UEFA è intervenuto anche Jasper Cillessen, portiere dell'Ajax: "Dovremo vincere la prossima gara in casa contro il Molde e sperare che il Celtic ci faccia un favore in Turchia contro il Fenerbahce, ma non dipenderà tutto da noi. La vittoria di questa sera, però, ci ha dato fiducia in vista dell'ultima gara."

di Lorenzo Della Savia (©UK Calcio)



26 NOVEMBRE 2015 - CELTIC PARK, GLASGOW (SCOZIA) - UEFA EUROPA LEAGUE
CELTIC-AJAX 1-2

Celtic (4-3-3): 1 Craig Gordon; 63 Kieran Tierney, 5 Jozo Simunovic, 20 Dedryck Boyata, 23 Carl Mikael Lustig; 14 Stuart Armstrong, 18 Tomas Rogic, 42 Callum McGregor; 16 Gary Mackay-Steven, 9 Leigh Griffiths, 49 James Forrest
In panchina: 3 Emilio Izaguirre, 4 Efetobore Ambrose Emuobo, 7 Nadir Ciftci, 10 Anthony Stokes, 19 Scott Allan, 21 Charlie Mulgrew, 26 Logan Bailly
Sostituzioni: 21 Charlie Mulgrew per Tomas Rogic 66, 19 Scott Allan per Gary Mackay-Steven 72, 3 Emilio Izaguirre per Kieran Tierney 78
Allenatore: Ronny Deila

Ammonizioni: Allan 80'
Espulsioni: nessuna

Ajax (4-2-3-1): 1 Jasper Cillessen; 35 Mitchell Dijks, 22 Jairo Riedewald, 4 Mike van der Hoorn, 23 Kenny Joelle Tete; 10 Davy Klaassen, 27 Nemanja Gudelj; 11 Amin Younes, 20 Lasse Schone, 7 Viktor Fischer
In panchina: 2 Ricardo van Rhijn, 5 John Gijsbert Alan Heitinga, 19 Yaya Sanogo, 26 Nick Viergever, 30 Ronny van de Beek, 32 Vaclav Cerny, 33 Diederik Boer
Sostituzioni: 32 Vaclav Cerny per Viktor Fischer 69, 30 Ronny van de Beek per Lasse Schone 72, 19 Yaya Sanogo per Mike van der Hoorn 80
Allenatore: Frank de Boer

Ammonizioni: Tete 77'
Espulsioni: nessuna

Reti: 3' McGregor (C), 22' Milik (A), 87' Cerny (A)

Arbitro: Felix Zwayer (Germania)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->