venerdì 9 ottobre 2015

[EURO 2016] L'Inghilterra vince anche contro l'Estonia

L'Inghilterra vince 2-0. Walcott porta in vantaggio i Three Lions allo scadere del primo tempo. Sterling raddoppia nella ripresa.Ottima prestazione di Ross Barkley. Sono 9 le vittorie su 9 incontri per la nazionale di Roy Hodgson. Rooney premiato da Charlton con la Scarpa d'Oro.




Wayne Rooney riceve il premio da Sir Bobby Charlton per il record di marcature in nazionale. (foto http://ichef.bbci.co.uk/live -experience/cps/512/amz/vivo/live/images/2015/10/9/11131834-d647-4e7d-80cc-3de9452d9a88.jpg)


L'Inghilterra vince ancora e lo fa per 2-0 contro l'Estonia.

Prima del fischio d'inizio Wembley festeggia il capitano Wayne Rooney con la Scarpa d'Oro, un premio consegnato da Sir Bobby Charlton, per aver raggiunto il record di marcature in nazionale, nel precedente incontro contro la Svizzera.

Gli uomini di Roy Hodgson si presentano con un ruolino di marcia di tutto rispetto: 8 vittorie in 8 partite.

Sin dalle prime battute gli inglesi partono a ritmo elevato e al 3' Theo Walcott impegna con un tiro al volo, l'ex portiere dello Sheffield United, Mihkel Aksalu. I primi venti minuti hanno visto una delle solite prestazioni dall'Inghilterra: nessun rischio, buon possesso palla e a parte il tiro di Walcott, hanno sprecato molte azioni da rete con passaggi errati da buone posizioni. Raheem Sterling saltava spesso gli avversari nell'uno contro uno, ma non riusciva a fare nulla di concreto. Anche Ross Barkley cerca di segnare la rete del vantaggio, ma non riesce a imprimere forza nelle sue conclusioni, parate facilmente dal portiere estone. E' Konstantin Vassiljev per l'Estonia, al 30', a mettere in difficoltà la difesa inglese per la prima volta, ma il difensore Chris Smalling non si fa sorprendere e riesce a deviare in angolo una conclusione pericolosa.
Il vantaggio dell'Inghilterra arriva allo scadere del primo tempo: Barkley serve Walcott con un passaggio filtrante in area e l'attaccante dell'Arsenal, con un leggero tocco, deposita la palla in rete.

In avvio di ripresa i padroni di casa creano un paio di occasioni con Barkley e Kane, (l'attaccante degli Spurs non ha offerto una prestazione positiva) ma ancora una volta la mira non è delle migliori. La partita si gioca ritmi bassi e al 76', finalmente, un tiro in porta di Barkley viene deviato dal portiere estone, dopo essersi liberato dei difensori avversari, con un buon gioco di gambe.

Il gol del 2-0, che assicura il successo, lo realizza Sterling all'84', su assist di Vardy, dimostratosi nell'occasione molto altruista e subentrato da un minuto al posto di Walcott.


Agli inglesi servivano i tre punti contro la nazionale estone che, nonostante la sconfitta, ha mostrato una buona organizzazione di gioco. Sul risultato di 2-0, già qualificati a Francia 2016, era inutile aumentare il ritmo di gioco con il rischio di causare infortuni a discapito dei club, che devono ancora affrontare una lunga stagione agonistica.

L'unico dato certo è che questa squadra ha vinto sino ad oggi tutte le partite disputate nel girone di qualificazione, e con molti giovani di talento, inseriti gradualmente in rosa, dopo il disastroso Mondiale brasiliano. Vedremo in Francia quello che potrà fare la nazionale inglese.

Venerdì 9 ottobre 2015
UEFA EURO 2016 - Gruppo E Qualificazioni - Wembley Stadium
Inghilterra 2-0 Estonia


Inghilterra (4-3-3):1 Joe Hart, 2 Nathaniel Clyne, 3 Ryan Bertrand, 4 James Milner, 5 Gary Cahill (c), 6 Chris Smalling, 7 Theo Walcott, 8 Ross Barkley, 9 Raheem Sterling, 10 Harry Kane, 11 Adam Lallana
Subs:15 Alex Oxlade-Chamberlain per Lallana 73', Jamie Vardy per Walcott 82', Dele Alli per Barkley 87'.
A disposizione:12 Kyle Walker, 13 Jack Butland, 14 Phil Jones, 16 di Phil Jagielka, 17 Andros Townsend, 18 Jonjo Shelvey, 21 Kieran Gibbs, 22 Tom Heaton
Allenatore:Roy Hodgson

Estonia (4-4-2):1 Mihkel Aksalu, 3 Artur Pikk, 6 Aleksandr Dmitrijev, 9 Ats Purje, 10 Sergei Zenjov, 14 Konstantin Vassiljev, 15 Ragnar Klavan, 17 Enar Jääger, 18 Karol Mets, 19 Ken Kallaste, 23 Taijo Teniste
Subs: Joel Lindpere per Dmitrijev 70', Sander Puri per Purje 70', Siim Luts per Kallaste 88.
A disposizione:12 Marko Meerits, 22 Pavel Londak, 4 Alo Bärengrub, 5 Markus Jurgenson, 8 Maksim Gussev, 11 Ingemar Teever, 16 Ilja Antonov, 20 Gert Kams, 21 Nikita Baranov
Allenatore:Magnus Pehrsson

Reti:Theo Walcott 45', Raheem Sterling 85'

Arbitro:Istvan Vad (HUN)
Assistenti:Istvan Albert e Laszlo Viszokai (HUN)
Quarto ufficiale:Zsolt Varga (HUN)


Spettatori:75.427

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->