venerdì 9 ottobre 2015

[EURO 2016] La Scozia pareggia contro la Polonia ed è fuori dai giochi!

La Scozia getta via il prezioso vantaggio accumulato durante tutto il match e subisce il pareggio al 94' dal solito Lewandowski


Dimenticare le ultime delusioni europee e ripartire con una buona vittoria, ripartire sempre da Gordon Strachan: questo l'imperativo della nazionale scozzese, che si trova ad affrontare la Polonia che ha come parola d'ordine vincere, sinonimo di volare. Volare dove? In Francia ovviamente. Tante sorprese tra gli 11 di Strachan: in porta va ancora Marshall, la difesa a quattro sarà composta da Whittaker, Hanley, Hanley e Hutton, davanti alla difesa vanno Fletcher e Brown mentre dietro a Fletcher si schierano Forrest, Naismith e Ritchie. Anche Nawalka si affida al 4-2-3-1 e non al 4-4-2 come inizialmente si pensava, e schiera Fabianski in porta Ribus, Pazdan, Glik e Piszczek in difesa. Maczynski e Krychowiak prendono posto davanti a loro, mentre dietro alla punta Lewandowski agiscono Grosicki, Milik e Blaszczykowski.

Pronti via e la Polonia è subito in vantaggio grazie al gol di Lewandowski al 3° minuto di gioco. Nei minuti successivi, tuttavia, la Scozia cresce e al 10° minuto ottiene una buona occasione con Blaszczykowski che vede Maczynski ma con quest'ultimo che viene messo in fuorigioco. La partita continua, al 22° viene ammonito Rybus tra le fila della Polonia. La partita rimane comunque combattuta, ma anche abbastanza fallosa, col gioco interrotto a più riprese dal direttore di gara. Al 26° Naismith si fa respingere un buon tiro, su intuizione di Forrest. Due minuti dopo è pero Milik a provarci, ma Marshall non deve fare altro che lasciar sfilare la palla fuori. Poco più tardi, Lewandowski confeziona un'occasione per Blaszczykowski, ma ancora una volta la conclusione non centra lo specchio della porta. Tra il 30° e il 34° è poi Ritchie ad avvertire lo stimolo di voler fare la differenza. Lo scozzese infatti colleziona tre nitide occasioni da gol, ma ad Hampden Park il risultato rimane sempre sullo 0-1 per la Polonia. I padroni di casa ottengono altre occssioni con Forrest, Whittaker e ancora Eitchie, ma ancora la palla non si decide a entrare. Alla fine però, il più meritevole ottiene ciò che aveva cercato per tutti i minuti precedenti: al 45° minuto, infatti, trova il gol dell'1-1. Un'ottima ricompensa per un primo tempo che lo aveva visto provare sempre ad attaccare con convinzione, senza però riuscire ad avere la lucidità necessaria. Il primo tempo finisce così: 1-1. Il gioco rirpende col secondo tempo e in avvio di frazione di gioco la Polonia va vicina all'1-2 prima con Milik e poi per due volte con Lewandowski. Successivamente cresce la Scozia, che crea un'opportunità con Fletcher, nulla di fatto. Quest'ultima occasione non cancella comunque le difficoltà degli scozzesi che prima vedono ammonirsi Brown (56°), poi si vedono sfiorare il vantaggio con Blaszczykowski, per poi subire la beffa di passare in svantaggio proprio nel momento migliore. Il gol di Fletcher al 62° scombussola i piani di Navalka, anche perché poi Milik si infortunia ed è costretto ad uscire: al suo posto entrerà Jodlowiec. La Polonia ci riprova subito con Lewandowski, ma la Scozia risponde con un altra occasione pericolosa da parte di Fletcher. Al 67° Hutton viene ammonito, e pochi secondi dopo, Krychowiak si rende nuovamente pericoloso nell'area della Scozia. A questo punto Strachan fa entrare Maloney al posto di Naismith. Di lì a poco Nawalka effettua il secondo cambio, facendo entrare Wawrzyniak al posto di Rybus. Più tardi, per la Scozia sarà anche il momento di McArthur. Nei minuti successivi, sono Jodlowiec e Piszczek i due che spaventano la retroguardia scozzese. All'83° c'è il cartellino per Krychowiak e poi entrambi gli allenatori effettuano l'ultimo cambio a loro disposizione con Strachan che inserisce Dorrans per Forrest e con Nawalka che schiera Olkowski al posto di Blaszczykowski. Negli ultimissimi minuti di gara, la Polonia spinge ancora sull'acceleratore con Grosicki e Krychowiak, senza arrendersi, tanto che al 94° ci pensa il solito Lewandowski ad evitare la sconfitta dei suoi! Finisce 2-2. La Scozia butta via una vittoria che avrebbe dato quantomeno morale ad un gruppo che partiva già tagliato fuori dalla qualificazione. La Polonia invece perde due punti importanti in chiave classifica, vista la sconfitta della Germania. Ora Lewandowski e compagni dovranno assolutamente vincere la prossima. LE PAROLE DEI PROTAGONISTI Gordon Strachan, commissario tecnico della Scozia in conferenza stampa commenta così la beffa subita contro la truppa del collega Nawalka: "Mi dispiace tantissimo per i calciatori, che sono davvero sfortunati. Hanno lavorato tanto e l'hanno fatto vedere nel corso del match, segnando anche due gol strepitosi, sono fiero di loro" Il portiere della Polonia, Fabianski, dichiara a Sky: "E' stata una gara molto intensa. Abbiamo iniziato bene, segnando per primi. Il risultato era ottimo, ma loro sono tornati in partita, andando anche in vantaggio. Nel secondo tempo abbiamo controllato un po' di più il match, commettendo però qualche errore in difesa. Non riuscivamo ad arrivare al tiro come volevamo, ma alla fine siamo riusciti a riassettarci a livello tattico" Viene intervistato anche il mattatore della Polonia, che con la sua doppietta ha consentito ai suoi di portare a casa un punto, ovvero Robert Lewandowski: "Giocare contro la Scozia non è mai facile, ma sapevamo di dover fare risultato. Dopo il primo gol abbiamo giocato meglio di loro, per poi calare nella ripresa. Credo che ci siamo abbassati un po' troppo, permettendo alla Scozia di riacquisire fiducia. È un punto importante, soprattutto perché la Germania ha perso. La prossima gara la giochiamo in casa, sarà fondamentale vincere. Abbiamo la possibilità di qualificarci direttamente agli Europei, dovremo cercare di centrare l'obiettivo per i nostri tifosi"
EURO 2016 - 8 ottobre 2015 - Hampden Park (Glasgow, Scozia) Scozia-Polonia 2-2 Scozia (4-2-3-1): 1 David Marshall; 3 Steven Whittaker, 5 Grant Hanley, 4 Russell Martin, 2 Alan Hutton; 7 Darren Fletcher, 8 Scott Brown; 6 James Forrest, 10 Steven Naismith, 11 Matt Ritchie; 9 Steven Fletcher In panchina: 21 Allan McGregor, 12 Craig Gordon, 20 Groham Dorrans, 15 Cristophe Berra, 14 James McArthur, 17 Shaun Maloney, 22 Chris Martin, 18 Johnny Russell, 23 Jordan Rhodes, 14 Gordon Greer, 19 Leigh Griffiths, 13 Andrew Robertson Sostituzioni: 17 Maloney per Naismith 69, 16 McArthur per Fletcher 74, 20 Dorrans per Forrest 84 Allenatore: Gordon Strachan Ammonizoni: Brown 56', Hutton 67' Polonia (4-2-3-1): 22 Lukasz Fabianski; 13 Maciej Rybus, 21 Michal Pazdan, 15 Kamil Glik, 20 Lukasz Piszczek; 5 Krzysztof Maczynski, 8 Grzegorz Krychowiak; 11 Kamil Grosicki, 7 Arkadiusz Milik, 16 Jalaub Blaszczykowski; 9 Robert Lewandowski In panchina: 12 Artur Boruc, 14 Jakub Wawrzyniak, 6 Tomasz Jodloviec, 1 Wojciech Szczesny, 2 Thiago Cionek, 19 Artur Sobiech, 23 Ariel Borysiuk, 18 Sebastian Mila, 3 Artur Jedrzejczyk, 17 Pavel Olkowski, 4 Lukasz Szukala, 10 Karol Linetty Sostituzioni: 6 Jodlowiec per Milik 62, 14 Wawrzyniak per Rybus 71, 17 Olkovski per Blaszczykowski 83 Allenatore: Adam Nawalka Ammonizioni: Rybus 22', Krychowiak 83' Reti: 3' Lewandowski (P), 45' Ritchie (S), 62' Fletcher (S), 94' Lewandowski (P) Arbitro: Viktor Kassai (Ungheria)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->