martedì 8 settembre 2015

[EURO 2016] Scozia: sconfitta dalla Germania nel segno di Muller

NONOSTANTE LA SCONFITTA GLI SCOZZESI METTONO IN DIFFICOLTA' I CAMPIONI DEL MONDO. DUE RETI NON SONO BASTATE  E LA QUALIFICAZIONE E' ORMAI UN MIRAGGIO.


Gundogan regala i tre punti alla Germania, troppo forte per gli scozzesi.
(foto bbc.com)

Ancora tre partite per sognare una (difficilissima) qualificazione agli Europei di Francia
Questo il pensiero che probabilmente ronzava nel cervello dei giocatori della Scozia al momento dell'ingresso in campo e negli allenamenti antecedenti al "matchday". La Germania, invece, con la vetta del raggruppamento "D" ormai ottenuta, ha come obiettivo vincere le ultime partite e presentarsi sotto la Tour Eiffel da prima del girone, da Campione del Mondo.

Gordon Strachan, ct della Scozia, conferma otto undicesimi della formazione scesa in campo nella partita contro la Georgia (persa 1-0). Nel suo 4-2-3-1, in porta come al solito va Marshall, nella linea a quattro partono Mulgrew, Hanley (preferito a Robertson), Martin e Hutton. Davanti alla difesa si schierano Brown e McArthur (new entry di serata) mentre dietro al confermato Fletcher giocano Maloney, Morrison e Forrest.

Il ct vincitore dell'ultimo campionato del mondo, Joachim Low, schiera un 4-2-3-1 speculare con Neuer in porta, Hector, Hummels, Boateng e Can in difesa, davanti a loro si posizionano Kroos e Schweinsteiger. In attacco la punta unica è Gotze, con Ozil, Gundogan e Muller a supporto.

Nei primi minuti la partita è abbastanza equilibrata, ma è la Germania ad avere le occasioni migliori, con Ozil prima e con Kroos poi. Ma al 18° minuto sono proprio i tedeschi a passare, con la rete di Muller su assist di Kroos. Anche nei minuti successivi è comunque la Mannschaft ad ottenere altre occasioni, con Gotze (24°) su assist di Ozil e con Gotze due minuti dopo (ma con segnalazione di off-side da parte dell'assistente dell'arbitro belga Kuipers). 

In questi minuti si è vista chiaramente la differenza di tasso tecnico tra le due formazioni, ma la Scozia tutto sommato riesce a chiudersi bene e a creare qualche spauracchio a Manuel Neuer, come al 28° minuto con Maloney che tenta di sorprendere il portierone tedesco che para agevolmente, ma che pochi secondi più tardi non può nulla sulla deviazione di Hummels che finisce per mandare il pallone nella propria porta: 1-1.

La Germania comunque non demorde e reagisce al pasticcio che è valso il pareggio degli scozzesi, con il tentativo di Can, neutralizzato da Marshall e una manciata di secondi più tardi trova l'1-2 con l'eccezionale doppietta di Muller (34°). La partita rimane combattuta fino agli ultimi minuti del primo tempo che la Scozia chiude in attacco e con una marcatura, quella di McArthur, su azione scaturita da calcio d'angolo, a rimettere in parità il parziale pochi minuti prima del rientro negli spogliatoi. Al duplice fischio dell'arbitro il risultato è di 2-2.

Nell'intervallo Low deve aver suonato la carica ai suoi: alla selezione numero uno sul pianeta non può e non deve bastare un 2-2 contro un'assai modesta Scozia. Infatti i suoi ragazzi dopo due occasioni sprecate nei primi minuti della ripresa trovano la rete del 2-3 con Gundogan (54°). A questo punto la partita si incattivisce: al 55° Morrison viene ammonito per fallo su Schweinsteiger e dopo tre giri di lancette a finire nel taccuino dell'arbitro (per fallo su Can) è anche Maloney

Strachan corre ai ripari: col bilanciamento del gioco tutto nella propria metà campo non vuole rischiare di rimanere in dieci e toglie proprio l'ultimo ammonito, Maloney, e fa entrare Anya. Continua però l'assedio dei tedeschi: al 62° Marshall neutralizza un tiro di Schweinsteiger da fuori area, al 63° sempre gli ospiti ottengono un corner e un minuto dopo un calcio di punizione. Ma il risultato rimane sempre di 2-3. Al 66° la Scozia da una prova di orgoglio e Hutton tenta la conclusione da posizione accentrata, ma la palla finisce alta, e al 74° Forrest riceve un'interessante intuizione direttamente da Marshall, ma la bandierina del guardalinee si alza, e Kuipers ferma il gioco. Al 76° torna forte la Germania con un tentativo di Muller, ma qualche minuto dopo è ancora la Scozia a dare filo da torcere alla retroguardia avversaria con Mulgrew. Strachan decide all'81° di effettuare un doppio cambio e di inserire Martin per Brown e Ritchie per Forrest. 

Proprio Ritchie due minuti dopo tenta di dare una scossa ma si fa pescare in fuorigioco. Successivamente la Germania con Gundogan e con Gotze crea altri grattacapi per Marshall che mantiene il tabellino fermo sul 2-3, risultato con il quale si chiude la partita.


Una delle note più liete della serata è stato McArthur, che ha dichiarato a Sky Sport nel post partita: "Sono molto stanco ad essere onesto, ma sono molto contento. Sapevamo che sarebbe stato complicato contro i campioni del mondo, noi siamo riusciti a mettere il giusto carattere in campo. Abbiamo dimostrato di essere una grande squadra. Noi abbiamo giocato con tutto il carattere che avevamo e abbiamo fatto tutto il possibile. Se sono sorpreso per il gol fatto a Neuer? Un po' sì, non me l'aspettavo di poter segnare contro Neuer, mi è arrivata la palla e sono stato bravo a tirare. Se riusciremo a raggiungere l'Irlanda? Ci crediamo."

Nonostante la vittoria, Neuer è apparso meno entusiasta: "Subire due gol non è mai piacevole ma dobbiamo riconoscere che la Scozia ha giocato bene. Però devo dire che sul loro secondo gol c'era un giocatore in fuorigioco che ha abbassato la testa e mi ha impedito la visuale ed era in posizione attiva, ho protestato ma non è servito. Sull'autogol non potevo farci niente. Bravissimi Gundogan e Muller, anche nel primo tempo avevano creato molto senza concretizzare. Andiamo avanti in un gruppo, quello D, che sapevamo essere molto complicato. Stiamo giocando davvero bene."

Strachan, commissario tecnico della Scozia, vede il bicchiere mezzo pieno: "Rimontare per due volte contro la nazionale campione del mondo non è una cosa da tutti. Contro la Germania ci sta di perdere, la qualità tecnica alla lunga ha avuto il sopravvento, ma sono molto orgoglioso dei miei ragazzi per quello che hanno fatto vedere in campo. Non possiamo rimproverarci nulla."

Joachim Low, invece, analizza quanto la Scozia si sia rivelata un duro avversario: "Non era facile giocare contro la Scozia. Loro erano chiusi e non attaccavano e noi abbiamo dovuto prenderci dei rischi e costruire questa vittoria con grande pazienza. Alla fine abbiamo conquistato i tre punti meritatissimi al termine di una gara che abbiamo dominato. Il nostro obiettivo era centrare due vittorie in due partite, ci siamo riusciti e siamo molto felici per questo."


di Lorenzo Savia



La classifica del Gruppo D.
(foto bbc.com)


EURO 2016 - 7 settembre 2015 - Hampden Park (Glasgow, Scozia)
Scozia-Germania 2-3

Scozia (4-2-3-1): 1 David Marshall; 3 Charlie Mulgrew, 5 Grant Hanley, 4 Russel Martin, 2 Alan Hutton; 8 Scott Brown, 6 James McArthur; 15 Shaun Maloney, 7 James Morrison, 10 James Forrest; 9 Steven Fletcher

In panchina: 19 Darren Fletcher, 21 Allan Mc Gregor, 16 Steven Whittaker, 17 Steven Naismith, 12 Craig Gordon, 13 Matt Ritchie, 22 Chris Martin, 18 Johnny Russel, 20 Gordon Greer, 23 Craig Forsyth, 14 Leigh Griffiths, 11 Ikechi Anya
Sostituzioni: 11 Ikechi Anya per Shaun Maloney 60', 22 Chris Martin per Scott Brown 81', 13 Matt Ritchie per James Forrest 81'
Allenatore: Gordon Strachan
Ammonizioni: Morrison 55', Maloney 58'

Germania (4-2-3-1): 1 Manuel Neuer; 3 Jonas Hector, 5 Mats Hummels, 17 Jerome Boateng, 14 Emre Can; 18 Toni Kroos, 7 Bastian Schweinsteiger; 8 Mesut Ozil, 21 Ilkay Gundogan, 13 Thomas Muller; 19 Mario Gotze
In panchina: 12 Ron-Robert Zieler, 4 Sebastian Rudy, 10 Lukas Podolski, 2 Shkodran Mustafi, 9 Andre Schurrle, 22 Marc-Andre ter Stegen, 23 Max Cruse, 16 Karim Bellarabi, 15 Kevin Volland, 20 Christoph Kramer, 6 Matias Ginter
Sostituzioni: 9 Andre Schurrle per Mario Gotze 86', 20 Christoph Kramer per Mesut Ozil 92'
Allenatore: Joachim Low
Ammonizioni: nessuna

Reti: 18' Muller (G), 28' aut. Hummels (S), 34' Muller (G), 43' McArthur (S), 54' Gundogan (G)

Arbitro: Bjorn Kuipers (Olanda)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->