sabato 5 settembre 2015

[EURO 2016] L'Inghilterra travolge San Marino e vola in Francia!

ROONEY NELLA STORIA: RAGGIUNGE CHARLTON A QUOTA 49! INGHILTERRA QUALIFICATA ARITMETICAMENTE A FRANCIA 2016.

Rooney entra di diritto nella storia del calcio inglese. Raggiunge il mito Sir Bobby Charlton con 49 reti.
(foto bbc.com)


Atmosfera meravigliosa nel prepartita dei tifosi sammarinesi, che accolgono, nello stadio di Serravalle l'Inghilterra di Wayne Rooney, a un passo dal record di marcature in nazionale.

Per San Marino è un evento importante, nonostante da tempo non abbiano più obbiettivi, in quanto ultimi in classifica del Gruppo E.
Il capitano dei Red Devils aveva smorzato nel prepartita la pressione con le sue dichiarazioni: per lui contava solo il primo posto nel girone e la qualificazione a Euro 2016, poi il record di marcature detenuto da 45 anni dalla "leggenda" Sir Bobby Charlton.
 Un tema che ha fatto molto discutere in questi giorni i media inglesi.

Il divario storico tra i due paesi è un abisso ed il C.T. Roy Hodgson non sottovaluta l'avversario schierando i giocatori più in forma. Nei primi minuti gli inglesi prendono immediatamente il controllo del match e i padroni di casa si racchiudono nella propria metà campo.

Al decimo ci pensa l'arbitro cipriota Trattou a ravvivare l'incontro, regalando un rigore agli inglesi e ammonendo ingiustamente il difensore Berardi per un inesistente fallo di mano: capitan Rooney non sbaglia spiazzando Simoncini ed entrando nella storia, raggiungendo Sir Bobby Charlton a quota 49, applaudito anche dai sostenitori locali. Occasione al diciottesimo per il raddoppio inglese, ma su respinta di Simoncini su diagonale di Rooney, Milner a un passo dalla porta non ne approfitta calciando addosso all'estremo difensore. 

Al trentesimo Luke Shaw effettua sulla sinistra un cross in area che il difensore Christian Brolli, maldestramente, anticipa di testa Rooney depositando in rete il pallone per il raddoppio inglese.
La partita si gioca a ritmi blandi, proprio come desiderano gli inglesi, in attesa di rientrare negli spogliatoi, ma prima che ciò accada si assiste al grande intervento al quarantatreesimo del portiere Aldo Simoncini su tiro ravvicinato di Oxlade-Chamberlain.

Nella ripresa, Ross Barkley, dopo quindici secondi, sorprende la difesa sammarinese realizzando il primo gol in nazionale di testa, tutto solo in area, schiaccia in rete.

Manca ancora un tempo al triplice fischio finale dopo la terza rete inglese e chi ha seguito l'incontro si chiede se Rooney riuscirà a battere il record di Charlton? No e la decisione se la assume Hodgson, sostituendolo al cinquanttottesimo con l'attaccante degli Spurs Harry Kane.
La sfida con la “leggenda” non terminerà di certo a Serravalle; si ripeterà in Svizzera martedì e in Premier con il Manchester United: l'attuale capitano dei Red Devils potrebbe superarlo anche nella classifica dei migliori marcatori della storia del club. La storia può aspettare.

Il quarto gol lo realizza Theo Walcott al settantottesimo, dopo quattro minuti dal suo ingresso in campo al posto del suo compagno di squadra nell'Arsenal Chamberlain, con un tocco da distanza ravvicinata su cross basso di Fabian Delph.

Il 5 a 0 lo realizza Kane al minuto settantasette, superando Simoncini in uscita con un pallonetto, su passaggio filtrante di Shelvey.

Dopo due minuti, doppietta per Walcott, con un diagonale di destro, su suggerimento di Barkley per il sesto gol inglese.

Joe Hart, il portiere inglese, si è goduto il panorama: mai un brivido, solo nei minuti conclusivi dell'incontro ha neutralizzato facilmente il pallone calciato in rete da Adolfo Hirsch.

La qualificazione a Euro 2016 è raggiunta aritmeticamente, con una prestazione tutt'altro che “storica” contro il “piccolo” San Marino: in Francia, per i maestri inglesi, sarà molto più impegnativo affrontare i pesi massimi Germania, Spagna e Italia.


QUALIFICAZIONI UEFA EURO 2016 - Sabato 5 settembre 2015

San Marino, Stadio Serravalle
SAN MARINO - INGHILTERRA 0-6



San Marino (5-4-1):1 Aldo Simoncini, 2 Giovani Bonini, 4 Cristian Brolli, 5 Davide Simoncini, 6 Mirko Palazzi, 3 Marco Berardi, 7 Jose Hirsch, 8 Manuel Battistini, 9 Nicola Chiaruzzi, 11 Matteo Vitaioli, 10 Andy Selva (c).
Sostituzioni: 20 Luca Tosi per Bonini 72, 18, Danilo Rinaldi per Selva 75, 14 Alessandro Della Valle per D. Simoncini 81.

Allenatore:Pierangelo Manzaroli
Ammonizioni: Berardi 11'

Inghilterra (4-3-3):1 Joe Hart, 2 Nathaniel Clyne, 5 John Stones, 6 di Phil Jagielka, 3 Luke Shaw, 4 Jonjo Shelvey, 7 James Milner, 8 Ross Barkley, 9 Jamie Vardy, 10 Wayne Rooney (c), 11 Alex Oxlade-Chamberlain.
In panchina:12 Chris Smalling, 13 Jack Butland, 14 Theo Walcott, 15 Gary Cahill, 16 Michael Carrick, 17 Fabian Delph, 18 Harry Kane, 19 Ryan Mason, 20 Raheem Sterling, 21 Kieran Gibbs, 22 Tom Heaton.
Sostituzioni: 17 Fabian Delph per Milner 58, 18 Harry Kane per Rooney 58.

Allenatore: Roy Hodgson

Reti: Rooney (pen) 13 Brolli (aut.) 30, 46 Barkley, Walcott 68, 78, 77 Kane


Arbitro: Leontios Trattou (Cipro)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->