lunedì 25 maggio 2015

[LEAGUE TWO 2014-2015] Playoff - commento della finale


La finale playoff fra Southend e Wycombe è andata in scena sabato, a Wembley.

Una sfida sulla carta equilibrata, considerando che entrambe le squadre hanno concluso la stagione regolare con lo stesso numero di punti: nei due confronti avvenuti in campionato, il Wycombe si aggiudicò il match casalingo del 13 dicembre (4-1), mentre il 7 marzo, a Roots Hall, ci fu un pareggio (2-2).


La partita inizia male per il Wycombe, che perde subito Sam Saunders per infortunio, sostituìto dopo soli tre minuti da Matt Bloomfield; nel primo tempo, le occasioni più significative del Southend vengono create da Barry Corr - a cui viene annullato un gol, al 23°- e Cian Bolger, mentre nelle fila del Wycombe, i più pericolosi sono Paul Hayes e Sam Wood. Nella ripresa, la produzione offensiva di entrambe le squadre aumenta, ed il match si mantiene vivace e combattutissimo: le ultime chances del secondo tempo sono di Aaron Pierre per il Wycombe e di Barry Corr per il Southend, ma i due giocatori non le concretizzano, ed i tempi regolamentari si concludono, incredibilmente, sullo 0-0.

L'episodio che sblocca il risultato arriva all'inizio dei supplementari: un fallo di Michael Timlin ai danni di Aaron Holloway regala al Wycombe un calcio di punizione, e la conclusione di Joe Jacobson si stampa sulla traversa, rimbalzando poi addosso a Daniel Bentley, che non riesce ad evitare uno sfortunato autogol (95°). La pressione del Southend, allora, si fa più intensa, ma i Chairboys non stanno a guardare: la chance per chiudere il match capita sui piedi di Holloway, che si dirige a grandi falcate verso la porta avversaria, ma viene fermato da un provvidenziale intervento in scivolata di Ben Coker
Un errore che costa caro ai Chairboys, poichè gli Shrimpers agguantano il pareggio, al 120°: assist di Myles Weston per Joe Piggott, che batte il portiere avversario con un tiro potente, affidando così l'esito della sfida alla lotteria dei rigori: quest'ultima premia il Southend, che nonostante l'errore dal dischetto di Coker (tiro parato da Alex Lynch), riesce ad  imporsi per 7-6, grazie a due parate di Bentley, che neutralizza le conclusioni di Bloomfield e Wood

Daniel Bentley, uno dei protagonisti della finale  (foto: http://www.independent.co.uk)


Il Southend, quindi, dopo aver fallito per due volte la promozione via playoff nelle ultime tre stagioni, riesce finalmente a centrare l'obiettivo: gli Shrimpers riconquistano un posto in League One dopo un'assenza di cinque anni.
Tanta amarezza, invece, in casa Wycombe, per la rovinosa caduta ad un soffio dal traguardo: un finale duro da accettare, che lascia comunque spazio ad un moderato ottimismo in vista della prossima stagione, considerando gli enormi progressi compiuti dai Chairboys rispetto al precedente campionato, nel quale ottennero una sudatissima salvezza.









Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->