sabato 9 maggio 2015

[LEAGUE ONE 2014-2015] Playoff - commento delle semifinali di andata



Le semifinali di andata si sono disputate giovedì sera: prima di scoprire quanto é accaduto nelle due partite, però, vale la pena soffermarci sul cammino recente delle quattro squadre impegnate nei playoff, senza dimenticare l'esito dei confronti avvenuti nel corso della stagione regolare.




CHESTERFIELD vs PRESTON NORTH END

Le due squadre a confronto

I venti punti che separano le due squadre nella classifica finale del campionato, potrebbero sembrare una garanzia, per il PNE, ma le due compagini arrivano a questo doppio confronto con stati d'animo decisamente diversi: i Lilywhites, che hanno perso il secondo posto all'ultima giornata, devono ritrovare fiducia nei propri mezzi e non farsi condizionare dai precedenti, dato che il Preston ha alle spalle molte esperienza negative, avendo fallito la promozione via playoff in ben nove occasioni; in casa Chesterfield, invece, le aspettative e la pressione sono probabilmente minori, perchè l'approdo ai playoff dei neopromossi Spireites è già di per sè un grande traguardo.

Il rendimento delle due squadre nelle ultime cinque partite di campionato ha fruttato otto punti al PNE (due pareggi,due vittorie, una sconfitta) e sei al Chesterfield (una vittoria, tre pareggi, una sconfitta); negli scontri diretti, inoltre, il PNE si è fatto preferire, avendo pareggiato 3-3 a Deepdale (16 settembre), vincendo poi 2-0 in casa del Chesterfield (10 febbraio).


La partita

Il match del Proact Stadium si mette subito bene per il Preston, che trova la via della rete grazie a Jermaine Beckford (6°), servito da un passaggio filtrante di Chris Humphrey: tredicesimo gol con la maglia dei Lilywhites per l'attaccante inglese, preso con la formula del prestito dal Bolton, a novembre. Dopo il gol, la partita diventa abbastanza bloccata, e le due squadre creano poche occasioni: gli ospiti cercano il raddoppio con Joe Garner, ma il portiere Tommy Lee non si fa superare, mentre gli Spireites vanno vicini al pareggio con Dan Gardner, fermato da una parata di Sam Johnstone
Nella ripresa, il Chesterfield prende in mano il pallino del gioco, ed attacca con maggior continuità: fra le azioni più pericolose, vanno segnalate una progressione di Gary Roberts, il cui tiro non va a buon fine, ed una conclusione di Ollie Banks; la difesa dei Lilywhites, però, regge fino al fischio finale, e questo punteggio permette al PNE di guardare con discreto ottimismo alla semifinale di ritorno, in programma domenica pomeriggio.

La scelta di puntare su Jermaine Beckford si è rivelata vincente, per il PNE (foto: http://www.lep.co.uk)




SHEFFIELD UNITED vs SWINDON TOWN

Le due squadre a confronto

Più equilibrata, almeno sulla carta, la sfida fra Swindon Town e Sheffield United, divise in classifica da nove punti: entrambe le squadre sembravano avere le carte in regola per puntare al bersaglio grosso, ovvero la promozione diretta, ma la discontinuità delle Blades e gli scivoloni dei Robins negli scontri diretti del finale di stagione, hanno lasciato entrambe le formazioni in territorio playoff: in questo senso, il rendimento recente di Swindon (tre punti raccolti nelle ultime cinque partite) e Sheffield United (solo un punto in più, rispetto ai Robins) non sembra essere troppo indicativo, poichè è lecito pensare che le due squadre non si siano espresse al 100% nelle ultime settimane, essendo già proitettate alla postseason.

Le due sfide di campionato che le hanno poste l'una di fronte all'altra, comunque, si sono concluse con una vittoria a testa: in casa, lo Swindon ha battuto 5-2 le Blades (20 settembre), mentre il match di Bramall Lane è stato vinto dallo United, per 2-0 (31 gennaio).


La partita

La partita si sblocca al 19°, quando un passaggio illuminante di Ryan Flynn viene sfruttato al meglio da Kieron Freeman, che calcia di prima intenzione e sorprende il portiere avversario, regalando il vantaggio alle Blades ; lo Swindon spreca una ghiotta opportunità al 28°, non approfittando del rigore concesso dal direttore di gara, per il fallo commesso da Chris Basham su Nathan Byrne: Ben Gladwin si fa ipnotizzare da Mark Howard, che para il suo tiro, e la prima frazione di gioco si chiude con lo United in vantaggio.

L'intervallo permette agli ospiti di ricaricare le batterie, ed il secondo tempo inizia nel migliore dei modi, per i Robins: da un calcio d'angolo battuto da Byrne, arriva l'incornata vincente di Sam Ricketts (51°). Negli ultimi venti-venticinque minuti di gioco, la pressione delle Blades aumenta notevolmente, ma i padroni di casa non riescono a concretizzare il proprio sforzo offensivo: l'occasione più clamorosa vede protagonista Steven Davies, il cui colpo di testa sfiora il palo alla destra di Wes Foderingham. La beffa, però, è dietro l'angolo, per lo Sheffield United: ad un soffio dal fischio finale, infatti, Byrne punisce la difesa avversaria (94°), consegnando la vittoria ai Robins.
Risultato amaro per i padroni di casa, che lunedì sera dovranno provare a ribaltare la situazione al County Ground di Swindon.


Nathan Byrne, protagonista assoluto del match di Bramall Lane (foto: www.zimbio.com)


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->