domenica 18 gennaio 2015

[PREMIER LEAGUE] Manchester City-Arsenal: 0-2. La voce dei protagonisti.

A pochi minuti dalla conclusione del match tra Manchester City e Arsenal, riportiamo le parole dei due allenatori: Manuel Pellegrini e Arsene Wenger.





Manuel Pellegrini: Sono principalmente due le ragioni per cui abbiamo perso. La prima è il calcio di rigore che ha cambiato la partita. Non penso fosse rigore, ma l'intervento di Kompany non era affatto necessario. Il suo movimento ha consentito a Monreal di tuffarsi; non sto dicendo che l'errore dell'arbitro sia stato grave, ma non c'è dubbio che il rigore abbia cambiato la partita. Poi non siamo stati molto creativi e non abbiamo mai trovato il modo di causare pericoli. Senza la creatività non si riesce a segnare. Bisogna dare merito a chi ha vinto. L'Arsenal ha giocato bene ed è stata molto concentrata per tutto il match, pressando con razionalità in tutte le zone del campo. Il campionato non è chiuso: dobbiamo ancora giocare contro il Chelsea e cercheremo di vincere la partita: quella gara sarà decisiva.
Toure per noi è un giocatore fondamentale, ma abbiamo giocato anche senza Aguero e ora sapremo cavarcela anche senza Toure. La squadra non può permettersi di dipendere da un solo giocatore e non è certo questa la ragione per cui oggi abbiamo perso. Ora è importante vincere contro il Chelsea per ridurre il distacco, ma anche se non dovessimo vincere ci sono sempre 45 punti a disposizione ed avremmo comunque tempo. L'importante è migliorare il gioco, perchè è assurdo il modo in cui abbiamo concesso gli ultimi cinque goals subiti.

Arsene Wenger: Cazorla a tratti è stato straordinario, ma oggi è stato ancora più importante di altre volte. Il modo in cui la squadra ha difeso gli ha consentito di giocare ancora più palloni ed ogni volta che lui tocca palla, la squadra riesce ad allentare la pressione su di sè e a ripartire. Compatezza, spirito di sacrifico, unità, solidità, abnegazione: sono queste le caratteristiche mostrate dai ragazzi oggi. Dalla panchina l'interento di Kompany sembrava rigore, ma devo rivederlo meglio in TV. Peccato comunque perchè potevamo segnare il secondo goal molto prima. Non solo abbiamo mostrato di essere in grado di poter vincere fuori casa, ma abbiamo anche messo a tacere le critiche sulla nostra tenuta difensiva: questo ci da tanta consapevolezza nei nostri mezzi.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->