domenica 18 gennaio 2015

[CHAMPIONSHIP] Tutte le emozioni del Derby dell'East Midlands

All'iPro il Nottingham Forest batte incredibilmente il Derby County nei minuti di recupero con Ben Osborn. Partita ricca di emozioni e colpi di scena come solo sa regalare la Championship.



Ben Osborn, l'uomo che non ti aspetti segna a tempo scaduto, regalando al Forest una vittoria insperata


Si potrebbe tranquillamente affermare che il derby dell'East Midlands abbia risposto alle attese degli appassionati del calcio d'oltremanica. Quello andato in scena all' iPro Stadium è stato un incontro ricco di emozioni e di grandi colpi di scena, come accade di solito in quelle partite dove le rivalità e gli animi sono tra i più accesi. A volte capita che la squadra sfavorita possa ribaltare nel corso dei novanta minuti tutte le impressioni negative ricevute negli ultimi mesi a causa dei tanti e continui risultati scadenti ottenuti. E' quello che è accaduto ieri al Nottingham Forest depresso e dato per spacciato da molti , con un allenatore a rischio come Stuart Pearce, a dover battere una squadra come il Derby County primo e sempre più rinforzato dagli ultimi forti acquisti di questa sessione di gennaio. Chi l'avrebbe mai pensato che al novantaduesimo Ben Osborn potesse far male ai Rams che non subivano una sconfitta in casa dai Reds dal 2011? Il Derby trova la rete del vantaggio al sedicesimo con una ingenua autorete del centrocampista dei Reds Lansbury su calcio d'angolo, battuto da Russell sul primo palo, proprio nel momento in cui il Forest stava dando segnali di ripresa incoraggianti. 

Russell esulta. Lansbury aveva appena deviato nella propria rete la palla che portava in vantaggio i Rams

A essere sinceri stava giocando meglio garantendo un buon pressing nella metà campo avversaria e attuando un ottima circolazione della palla cercando di ripartire velocemente in contropiede per poter sfruttare la velocità di Antonio e Assombalonga. Non solo, al quinto minuto ai Reds è stato negato un rigore clamoroso per un abbraccio in area di Buxton ai danni di Antonio non visto dall'Arbitro Medley e i suoi Assistenti. Ottenuto il vantaggio i Rams hanno commesso l'errore di aspettare troppo presto nella loro metà campo i Reds, cercando di colpirli in contropiede quando invece avrebbero potuto realizzare la seconda rete che gli avrebbe permesso di amministrare meglio il secondo tempo. Nella ripresa al settantacinquesimo il Forest pareggia:  Osborn batte un calcio di punizione conquistato che costa l'ammonizione a Mascarell. Assombalonga riceve la palla dopo una deviazione da Jack Hobbs all'interno dell'area piccola e, a pochi passi dalla rete, scaglia un destro che porta alla parità i Reds. Steve Mclaren, salito in tribuna si agita e si infuria al telefono a più riprese con i suoi assistenti in panchina. E' una prassi consolidata nelle partite casalinghe quella cui il tecnico parli al telefono con i suoi assistenti dalla tribuna. All'ottantottesimo Martin fallisce una conclusione al volo di destro a pochi passi da De Vries che sostituiva Darlow su assist di testa di Keogh. L'attaccante scozzese è stato ben limitato dal difensore Wilson che non gli lasciava tregua appena l'attaccante riceveva palla. Una sfida nella sfida dove non sono mancati anche i colpi proibiti. Al novantaduesimo la rete della vittoria dei Reds la realizza Ben Osborn che riceve palla dal tedesco Tesche e in contropiede si invola in area dei Rams e al limite dell'area fa partire un sinistro potente a cui Grant non può nulla ed è l'apoteosi per i tifosi del Nottingham. Al termine dell'incontro, in sala stampa è stato consegnato a Stuart Pearce il “Brian Clough Trophy”, il trofeo riconosciuto ufficialmente dalla Football Association che viene assegnato al termine del derby dell'East Midlands.

L'ATMOSFERA DEI CAMPI INGLESI

Seguire i match più importanti della Sky Bet Championship ti dà l'occasione di poter osservare, anche se soltanto di fronte allo schermo di un computer, l'atmosfera che si respira sugli spalti. Nonostante le continue sconfitte in campionato e l'eliminazione nella F.A Cup subita dal Rochdale, squadra attualmente in League One, i tifosi del Forest non hanno mai fatto mancare il supporto alla propria squadra e al proprio tecnico Stuart Pearce invocato a più riprese con il grido “Psycho Psycho Psycho”, il “simpatico” soprannome che gli avevano affibbiato quando negli anni 90 era stato il capitano e la bandiera indiscussa. Anche i tifosi dei Rams hanno sostenuto i loro beniamini sovverchiando di fischi i tifosi del Forest quando incitavano la propria squadra. Il derby è stato abbastanza combattuto ma, tuttavia all'insegna della correttezza e dell'assoluto fair-play anche quando al triplice fischio i giocatori si sono abbracciati e stretti la mano. Che stile ragazzi! Ha assistito all'incontro anche il Presidente kuwaitiano del Forest Fawaz Mubarak Al-Hasawi, che non ha voluto mancare nel maggior momento di difficoltà della sua squadra. Non aveva più rilasciato dichiarazioni da tempo e i tabloid inglesi lo davano sul punto di esonerare Pearce. Se ne è andato dall'iPro soddisfatto e probabilmente con qualche dubbio in meno.

E' splendida l'atmosfera che si respira sulle tribune dei campi inglesi. Gioia e divertimento. Un degno contorno ad un grande spettacolo


STEVE MCCLAREN: “NEL SECONDO TEMPO CI SIAMO FERMATI”

Steve McClaren è ampiamente amareggiato quando si presenta ai cronisti al termine dell'incontro. Ha affermato che il motivo della sconfitta sia da attribuire ad un calo nella ripresa consentendo al Nottingham Forest di strappare i tre punti allo stadio iPro. ”Abbiamo smesso di giocare a calcio nel secondo tempo ripetendo in continuazione lanci lunghi, un gioco che piace al Forest. E' stata una grande delusione, avrei preferito un pareggio e invece abbiamo perso per mancanza di esperienza e immaturità da parte nostra e probabilmente abbiamo meritato tutto ciò. Questo è il calcio, dobbiamo leccarci le ferite e andare avanti. Sono stati troppi i calci di punizione che abbiamo concesso, troppi angoli, abbiamo amministrato troppo a lungo, perdendo il controllo del centrocampo. Il problema non era solo il centrocampo, non siamo riusciti a impostare il gioco dalle retrovie. Questo non cambia ciò che siamo e quello che vogliamo ottenere ma oggi siamo delusi.”

JAKE BUXTON: “DELUSO PER AVER PERSO CONTRO I NOSTRI RIVALI”

Jake Buxton, difensore centrale dei Rams non nasconde la sua delusione per aver perso contro gli storici rivali del Nottingham Forest. "E' un risultato deludente non solo per la sconfitta in casa ma perchè lo abbiamo ottenuto contro i nostri rivali locali. Nel primo tempo abbiamo controllato e dettato il gioco, eravamo più compatti mostrando più qualità e compattezza. Nel secondo tempo non abbiamo spinto sull'acceleratore. Gli avversari sapevano che stavano subendo a centrocampo nel primo tempo, quindi hanno cambiato il loro modo di stare in campo nella ripresa e abbiamo perso la nostra battaglia. Ci dispiace per i tifosi, per averli delusi. Avremmo dovuto fare di più per fermarli nel secondo gol. E' triste ma dobbiamo accettarlo."

Buxton spiega la sua delusione per aver perso contro i rivali storici

STUART PEARCE: “HO AVUTO FIDUCIA NEI MIEI GIOCATORI, CONTINUIAMO COSI'”

I Reds ce l'hanno fatta: sono riusciti a battere i rivali storici del Derby County per 2-1 nei minuti di recupero allo stadio iPro. Pearce in sala stampa era davvero entusiasta per la prestazione fornita dai suoi giocatori. "Ho avuto fiducia nei miei ragazzi che sono stati eccezionali e che hanno lavorato instancabilmente. Speriamo che sia un nuovo inizio per noi e per il resto della stagione. E' un grande risultato contro un'ottima squadra come il Derby che andrà molto vicino alla promozione diretta quest'anno.” Ben Osborn è stato il match-winner all'iPro, segnando la sua prima rete con la maglia dei Reds e Pearce lo ha elogiato per il suo impegno: "Ha sempre giocato da centrocampista centrale per la maggior parte di questa stagione, ma ho intuito che poteva rendere meglio per noi a sinistra. Lo ringraziamo e siamo felici per lui. E 'importante ora proseguire con un altro buon risultato nella prossima partita."

La gioia di Pearce dopo un brutto periodo. Non si faceva altro che parlare del suo esonero


BRITT ASSOMBALONGA: “VITTORIA DEDICATA AI TIFOSI”

Il ventiduenne congolese, dopo un lungo periodo di astinenza dal gol ringrazia i propri tifosi per il sostegno ricevuto durante il match. "I tifosi che oggi erano qui desideravano ottenere un risultato positivo e questo è quello che abbiamo fatto. Abbiamo vinto 2-1 dopo molto tempo che non vincevamo qui. Non si poteva chiedere di più. Ultimamente ci è mancata un pò di fortuna ma vogliamo andare avanti e ottenere la stessa sensazione vincente.”









Nottingham Forest: De Vries, Lichaj, Wilson, Hobbs (c), Kane, Antonio (McLaughlin 81 '), Gardner, Tesche (Lascelles 90'), Osborn, Lansbury, Assombalonga
A disposizione: Darlow, Paterson, Vaughan, Burke, Veldwijk

Derby County: Grant, Christie, Keogh, Buxton, Forsyth, Mascarell, Hughes (Hendrick 46 '), Bryson, Ward (Bent 76'), Russell, Martin
A disposizione: Roos, L Naylor, Shotton, Calero, Bennett

Ammoniti: Ward 21 ' (D), Mascarell 74' (D), Wilson 30 ' (N), Gardner 36' (N).

Goal: Lansbury (autogol 16 '), Assombalonga 75 ' (N), Osborn 90'+2' (N).

Arbitro: Andrew Madley

Spettatori: 32.705




Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->