lunedì 3 novembre 2014

[CHAMPIONSHIP] La quindicesima giornata

TANTO MIDDLESBROUGH E POCO ROTHERHAM. CONVINCO IL BOURNEMOUTH E IL BRENTFORD CHE FERMA IL DERBY COUNTY. IL WATFORD RINGRAZIA ED ORA SOLO AL COMANDO.

I giocatori del Bournemouth festeggiano per la vittoria sul Brighton che li proietta al secondo posto

Non smette di stupire il Bournemouth che batte il Brighton per tre reti a due e si porta al secondo posto in campionato. La squadra guidata da Eddie Howe, alla vigilia dell'incontro, arrivava da un periodo di forma straordinaria, condita da risultati importanti: sei vittorie consecutive e prestazioni convincenti in tutte le competizioni. Invece il Brighton di Samy Hyypia arrivava da un lungo periodo senza vittorie, ben undici e a un punto dalla zona retrocessione.
La prima rete dell'incontro è una goffa autorete al venticinquesimo del difensore del Brighton Greer che sorprende il proprio portiere Al-Habsi. Al ventottesimo gli ospiti reagiscono immediatamente trovando il pareggio al ventottesimo con Colunga, pescato in area da uno splendido assist di Teixeira. Tornano in vantaggio i padroni di casa con Pugh che scaglia un tiro in semi-rovesciata all'interno dell'area. Pareggio al sessantesimo di Baldock che approfitta di una dormita collettiva della difesa dei “Cherries”. La rete della vittoria la sigla Kermorgant al settantaseiesimo su calcio di rigore per atterramento in area di Wilson, causato dal difensore Dunk.
Eddie Howe al termine dell'incontro ha elogiato la prestazione dei suoi giocatori, alcuni di loro non al meglio, per la determinazione mostrata in campo. “Sono molto orgoglioso dei giocatori - ha dichiarato ai media – oggi è stata una partita molto combattuta. Merito dei giocatori se abbiamo vinto ancora; ora pensiamo alla prossima partita”. Non sarà un calendario facile. Gli uomini di Howe affronteranno due prove difficili in una settimana: Sheffield e Middlesbrough prima della pausa per le nazionali.

Il Watford non può più nascondersi. La vittoria per tre reti a uno sul Millwall conferma la crescita del progetto da parte della famiglia Pozzo, di riportare in Premier gli Hornets. Nonostante il valzer in panchina (quattro allenatori, primo posto in classifica) la squadra cresce di partita in partita. E' imbattuta da nove partite e Jokanovic non ha mai perso. E pensare che non si conoscono ancora le reali potenzialità della squadra. Se riuscirà a mantenere una guida stabile in panchina, non potrà che migliorare e ottenere i risultati sperati. Vantaggio del Millwall al dodicesimo con Woolford che salta con un dribbling Bassong. Pareggiano gli Hornets al trentaseiesimo con una splendida azione, conclusa da Vydra che anticipa nell'area piccola il portiere Forde. Al quarantaseiesimo si portano in vantaggio con Tozser su calcio di punizione al limite dell'area. Il centrocampista piazza un sinistro potente sotto la traversa. Il terzo gol che chiude definitivamente l'incontro lo realizza l'italiano Gianni Munari al sessantaquattresimo, con un destro al volo, dal limite dell'area.
E' felice per la reazione mostrata dai suoi giocatori il Manager degli Hornets Slavisa Jokanovic che dichiara: "Sono molto felice, soprattutto per la reazione della mia squadra dopo lo svantaggio iniziale. Dopo il loro gol abbiamo cercato di trovare delle soluzioni e ottenuto una buona reazione che ci ha consentito di vincere la partita”.
Anche il giocatore italiano Gianni Munari, protagonista al Vicarage Road e autore della sua prima rete in maglia del Watford, in casa, dichiara ai microfoni di “Hornets Player” : “Ora siamo primi e questo è importante. Sono felice per la squadra che è stata in grado di ottenere la vittoria che ci consente di aumentare la nostra fiducia. Ci sono ancora molte partite da giocare, ma se combattiamo come oggi avremo una stagione di successo. E' il mio secondo gol con questa maglia ma è stato bello segnare il mio primo davanti ai fan Watford". Si congratula anche con i suoi tifosi, per la coreografia mostrata all'inizio della partita che omaggiava i caduti britannici, nel giorno dell'anniversario del tragico primo conflitto mondiale.
"La coreografia prima del calcio d'inizio era bellissima, è stato un bel momento. E 'la prima volta che ho assistito a questo evento e che non ho mai visto fare in Italia”.

Vicarage Road: il commovente tributo dei tifosi del Watford ai caduti britannici della Prima Guerra Mondiale


Una stagione da incorniciare sino a questo momento è quella che sta interpretando il Brentford di Mark Warburton. A inizio stagione, indicata come una delle possibili retrocesse e con pochi mezzi a disposizione. Stanno disputando un campionato da far invidia alle squadre più blasonate in Championship. Al Griffin Park i “Bees” battono per due reti a uno il Derby Country. Al ventisettesimo Martin porta in vantaggio i Rams: l'attaccante non fallisce l'appuntamento con il gol su assist di Forsyth. Pareggiano al quarantanovesimo il Brentford con una perfetta esecuzione in area di Gray su assist di Odubajo. A tempo scaduto Stuart Dallas realizza il gol della vittoria, con un tiro in area che non lascia scampo a Butland.
Dopo aver vinto in exstremis questa partita il Manager del Brentford Mark Warburton dichiara: "Abbiamo iniziato bene, ma dopo il gol segnato da loro non avevamo più il possesso di palla e la nostra compostezza. E' una bella vittoria per noi, sono contento che i ragazzi hanno ottenuto la ricompensa per il loro duro lavoro. Le nostre intenzioni sono chiare, su come vogliamo giocare fin dall'inizio, quindi sono felice che questo risultato che manda un forte segnale alla divisione".
Steve McClaren, Manager del Derby, ha dichiarato: "Abbiamo iniziato così bene con la rete del vantaggio.... ma nel secondo tempo abbiamo permesso al Brentford di rientrare in partita. Non abbiamo gestito il vantaggio di essere in testa alla classifica nel modo giusto, ma questo è il calcio".


La voglia di tornare in Premier è davvero tanta per il Middlesbrough, una squadra ambiziosa che alla fine degli anni novanta aveva messo in difficoltà molte squadre blasonate della Premier, quando vi partecipava. Sfiorando l'F.A Cup a Wembley nel 1997 contro il Chelsea di Zola, Vialli e Di Matteo che realizzò dopo pochi secondi la rete più veloce nella storia delle finali. Oggi si vive con i piedi per terra, i vertici del club non pensano più ad offrire nomi altisonanti alla tifoseria. Adesso si cerca di realizzare un progetto che rispetti le finanze della società e le esigenze tecniche. Ma torniamo ai giorni nostri. Il Boro ha ottenuto la vittoria sul campo del Rotherham per tre reti a zero e si è portato al terzo posto in classifica.Patrick Bamford porta in vantaggio il Middlesbrough all'ottavo con un tiro mancino, all'interno dell'area. Al diciannovesimo il raddoppio lo realizza Wildschut con un tiro potente. Al ventiseiesimo Bowery si fa espellere per fallo di reazione su Friend. L'Arbitro dell'incontro Mick Russel lo allontana giustamente. Tomlin all'ottantaseiesimo realizza la terza rete per il Boro saltando facilmente la difesa del Rotherham.
Aitor Karanka si presenta in sala stampa felice per la prestazione della sua squadra: “Questo è un ottimo momento e per i tre punti sono molto felice. La partita era iniziata per noi in modo difficile ma , con il passare dei minuti, ci siamo ripresi giocando con più intensità. Non credo che la loro espulsione abbia inciso sul nostro risultato, perché ci eravamo portati in vantaggio di due reti a zero”.
E' una furia in sala stampa il Manager del Rotherham Steve Evans che accusa la terna arbitrale di aver danneggiato la sua squadra: “ Torniamo a casa ricordando una decisione dell'Arbitro assolutamente sconvolgente, terribile, doloroso, vergognoso: quella di espellere Jordan Bowery. Non ci sono altre parole che posso usare per commentare questo. Uno o due giocatori del Middlesbrough si sono scusati con me nel tunnel alla fine del primo tempo per l'espulsione. Questa è stata una decisione ingiusta".


RISULTATI DELLA QUINDICESIMA GIORNATA DI CHAMPIONSHIP SKY BET


Norwich City v Bolton Wanderers 2-1
Wolverhampton v Birmingham City 0-0
Blackburn Rovers v Reading 3-1
Blackpool v Ipswich Town 0-2
Brentford v Derby County 2-1
Cardiff City v Leeds United 3-1
Charlton Athletic v Sheffield Wednesday 1-1
Huddersfield Town v Nottingham Forest 3-0
Rotherham United v Middlesbrough 0-3
Watford v Millwall 3-1
Wigan Athletic v Fulham 3-3
Bournemouth-Brighton 3-2











Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->