venerdì 24 ottobre 2014

[CHAMPIONSHIP] La tredicesima giornata

IL DERBY VINCE A BLACKPOOL ED E' SOLO AL COMANDO. IL WATFORD SPRECA PER DUE VOLTE IL VANTAGGIO: ANTONIO LI CASTIGA! IL WOLVERHAMPTON AGGUANTA IL M'BORO IN CLASSIFICA E IL NORWICH PAREGGIA CONTRO UN BUON LEEDS.

Sopra, l'esultanza di Martyn autore del gol della vittoria del Derby Country sul campo del Blackpool




Un giocatore sta dimostrando di essere sempre più decisivo in Championship. E' Chris Martyn il trascinatore indiscusso del Derby County primo in classifica grazie al successo in trasferta a Blackpool per una rete a zero. Nonostante il massiccio turn-over, i "Rams" sono imbattuti da dieci partite, mentre i padroni di casa sono in ultima posizione in classifica. Il forte vento ha condizionato le manovre di gioco di entrambe le squadre, ma nonostante l'inconveniente è il Blackpool nel primo tempo ad avere le migliori occasioni per passare in vantaggio. Al quattordicesimo Butland ha negato a McMahon, abile nel saltare Christie, la gioia del gol salvando la propria rete da un tiro ravvicinato sul primo palo. L'occasione più clamorosa l'ha avuta l'attaccante dei “Tangerines” Delfouneso: al venticinquesimo, su cross dalla trequarti di McMahon, tira sopra la traversa a tu per tu con Butland, mancando incredibilmente la porta. All'ottantunesimo Martyn sigla la rete della vittoria: protagonista in negativo e McMahon che atterra in area di rigore Russel. L'attaccante con la maglia numero nove realizza il penalty della vittoria con un tiro potente alla destra del portiere Lewis. In sala stampa il Manager del Derby Steve Mclaren utilizza spesso la parola chiave “pazienza”, utile per ottenere successi in un campionato difficile come questo. Ha visto la sua squadra in crescita migliorare in ogni partita. "Le condizioni del vento erano insostenibili, è stato difficile giocare, ma i giocatori in campo non hanno pensato a questo. Stiamo crescendo e sempre meglio. Siamo più forti rispetto alla scorsa stagione, il gruppo è maturato nonostante siamo una rosa abbastanza giovane. Gli avversari in questo campionato, sono tutti difficili”.

Antonio pareggia i conti per il Nottingham sul difficile campo del Watford

Spreca l'occasione di allungare sulle inseguitrici il Watford che si fa raggiungere per due volte dal Nottingham Forest. Termina con il risultato di due a due il Big Match della tredicesima giornata. Il Watford era imbattuto da sette partite nonostante i tre cambi in panchina, mentre il Forest non vince una partita da più di un mese. L'ultima volta è stata al City Ground contro il Fulham per cinque a tre. Gli "Hornets" passano in vantaggio al ventottesimo con Ighalo in mischia, da posizione ravvicinata su assist di tacco di Abdi su cross in area Munari. Pareggia il Forest dopo due minuti con una azione devastante sulla fascia sinistra di Antonio: l'ala entra in area e a tu per tu con Gomes non sbaglia. Al cinquantesimo Wilson atterra in modo evidente in area di rigore Vydra. L'attaccante ceco non fallisce dagli undici metri spiazzando Darlow. Il pareggio arriva al sessantaseiesimo con un colpo di testa di Antonio alla sinistra dell'area piccola, grazie a un cross di Chris Burke sulla fascia destra. Steve Wegley, Assistant Manager di Stuart Pearce si presenta al suo posto in sala stampa a fine partita. Afferma di aver meritato il punto e di aver apprezzato il carattere della squadra. “Quando vai in svantaggio per due volte contro una delle squadre più in forma della stagione è un punto guadagnato. Loro sono una buona squadra, ma anche noi abbiamo dei buoni giocatori. Negli ultimi quindici minuti ho pensato che potevamo vincere la partita. Possiamo rifarci con una vittoria contro il Blackburn, siamo tutti pienamente consapevoli di questo".
Ha rilasciato le seguenti dichiarazioni il centrocampista tedesco Robert Tesche, che ha giocato tutti i novanta minuti al Vicarage Road: “E' stato un punto importante per noi nonostante siamo stati due volte in svantaggio. Abbiamo effettuato una grande rimonta giocando molto bene, meglio di sabato con molta pressione su di noi, siamo stati più concreti. Credo che il punto sia giusto, non è facile giocare contro una buona squadra come il Watford. Ci sono molti giocatori infortunati in questo periodo, ciò non è positivo, ma abbiamo una grande squadra e un sacco di qualità. Ringrazio Stuart Pearce che mi ha dato la possibilità di giocare; è il mio primo anno in Inghilterra, non è facile per me, ma va bene così ".
Le valutazioni del Manager del Watford Slavisa Jokanovic al termine dell'incontro sono state le seguenti: “Abbiamo giocato una buona partita per 60 minuti e creato molte azioni brillanti con tante occasioni da rete. Poi nell'ultima mezz'ora abbiamo perso il nostro ordine tattico. Non sono felice, sì per i primi sessanta minuti. Giochiamo un gioco d'attacco quindi commettiamo qualche errore difensivo”. Il difensore degli “Hornets” Sebastien Bassong fornisce le sue valutazioni al termine del pareggio: "Onestamente, penso che avremmo dovuto vincere la partita e che il punto ottenuto oggi sia frustrante. A volte è così nel calcio: si dovrebbe vincere, ma ciò non accade. Avremmo dovuto segnare più gol quando eravamo in vantaggio, sono piccoli dettagli che potrebbero fare la differenza e sono sicuro che li correggeremo, imparando dai nostri errori”.

Sale in quarta posizione il Wolverhampton dopo aver battuto al Molineux il Middlesbrough per due reti a zero. I Wolves li raggiungono e ora le due squadre sono a pari punti. La squadra allenata da Aitor Karanka arrivava da due vittorie consecutive, mentre i Wolves avevano sprecato sabato l'occasione di portare a casa i tre punti. Subirono una beffa, dopo essere stati in vantaggio di tre reti a zero sul campo del Millwall. Riuscirono a farsi raggiungere sul punteggio di parità. Al trentunesimo passano in vantaggio i Lupi, il difensore del Boro Friend atterra platealmente in area di rigore Dicko. L'arbitro Berry non ha dubbi: è calcio di rigore. Dal dischetto non fallisce il numero dieci Sako che realizza il penalty con un “cucchiaio” alla Totti che inganna il portiere Kostantopoulos. Al trentaseiesimo gli ospiti avrebbero potuto pareggiare: l'azione nasce da un disimpegno errato di Rowe che colpisce involontariamente Adomah. Si trasforma dopo diversi rimbalzi della palla in un assist per Vossen, che in semi rovesciata colpisce la traversa da distanza ravvicinata. Al settantatreesimo i Wolves chiudono definitivamente la partita: il centrocampista McDonald lancia a rete Dicko con un bel lancio rasoterra che taglia in due la difesa del Middlesbrough. L'attaccante entra velocemente in area e dopo aver saltato un paio di difensori calcia a rete un destro potentissimo da distanza ravvicinata. Il Manager dei Wolves Kenny Jacket dichiara a fine partita: "I nostri attaccanti hanno delle ottime capacità e generalmente in queste giornate come queste hanno fatto bene per noi. Se saremo in grado di servirli sarà difficile per ogni difesa fermarli”. Il Menager del Boro Aitor Karanka dichiara: "Hanno meritato di vincere la partita. Sono deluso per aver perso perchè sapevamo che le più grandi minacce erano Sako e Dicko”.

Uno a uno tra Norwich e Leeds si dimostra, classifica alla mano, un pareggio che non serve a nessuna delle due squadre. Il Norwich è quinto a quattro punti di distacco dal nuovo leader del campionato Derby Country, mentre il Leeds è quindicesimo. Il Norwich nel primo tempo ha sprecato diverse occasioni da rete, grazie agli ottimi interventi del portiere italiano del Leeds Silvestri che nega la gioia del gol a Lafferty, Redmond e Tettey. I “Canaries” segnano al cinquantanovesimo la rete del momentaneo vantaggio da calcio d'angolo, calciato da Redmond. Il difensore centrale Martin, ben smarcato in area, con un colpo di testa trafigge Silvestri. Il pareggio del Leeds arriva al sessantaduesimo con il francese Doukara, alla sua quinta rete stagionale. L'azione nasce da un disimpegno errato della difesa del Norwich a metà campo. Un rapido contropiede permette all'attaccante di segnare la rete del pareggio servito da un assist del brasiliano Adryan. Neil Adams, Manager dei Canaries trova molti aspetti positivi dalla prestazione della sua squadra e afferma: “Abbiamo giocato molto bene - ha dichiarato a Norwich City TV dopo la partita - e completamente dominato la partita. Non credo che avevamo creato abbastanza occasioni da rete, sabato contro il Fulham. Abbiamo dominato il centrocampo, difeso molto bene, ma ciò che è ci è costato la vittoria questa sera è di nuovo un errore individuale. Probabilmente abbiamo bisogno di un po' di fortuna”.
Darko Milanic non ha ancora vinto una partita da quando è diventato Manager del Leeds. In sala stampa ha dichiarato di sentirsi soddisfatto della prestazioni dei suoi giocatori al Craven Cottage, in particolare dei centrocampisti e gli attaccanti. Ammette che gli avversari li hanno dominati per lunga parte del match e che probabilmente meritavano la vittoria. Il Manager ha rivelato che tutti i giocatori in rosa vogliono far bene e questo è molto importante per lui: nel corso della stagione gli permetterà di poter scegliere quelli più in forma.


RISULTATI DELLA TREDICESIMA GIORNATA 

Bournemouth v Reading 3-0

Blackburn Rovers v Birmingham City 1-0
Blackpool v Derby County 0-1
Brentford v Sheffield Wednesday 0-0
Cardiff City v Ipswich Town 3-1
Charlton Athletic v Bolton Wanderers 2-1
Huddersfield Town v Brighton 1-1
Norwich City v Leeds United 1-1
Rotherham United v Fulham 3-3
Watford v Nottingham Forest 2-2
Wigan Athletic v Millwall 0-0
Wolverhampton v Middlesbrough 2-0

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->