venerdì 1 agosto 2014

L'intervista che ho rilasciato in esclusiva per "Superscommesse".


La mia intervista per il sito superscommesse.it




Roma - Considerata la patria del calcio da quando nel 1863 nacque la prima vera federazione, l'Inghilterra affascina da sempre i tifosi di tutto il mondo concordi nel considerare il Regno Unito un esempio positivo per quanto riguarda tecnica, disciplina, organizzazione e spettacolarità.

Oggi "Dietro Le Quinte con..." la rubrica di Superscommesse dedicata a ci lavora nel mondo delle scommesse, del gaming online e del mondo dell'informazione sportiva, si trasferisce oltremanica con Alfonso Russo, ideatore di UK Calcio: un punto di informazione su tutto ciò che riguarda il football non solo in Inghilterra ma anche Galles e Scozia.



Buongiorno Alfonso, come e quando nasce UK Calcio?
Ukcalcio nasce nel dicembre del 2009 dalla mia passione per il mondo calcistico anglosassone Il mio obiettivo è sttto sin da subito quello di fornire qualcosa di "nuovo e diverso" a tutti gli appassionati di calcio, concentrandomi non solo sulla tanto chiaccherata Premier League, ma anche sulle serie minori inglesi e sugli altri campionati d'Oltremanica che nessun sito in Italia ha mai trattato. Un modo per ritrovare quella genuinità che tanto manca al calcio moderno.


Quali sono le fonti maggiormente utilizzate per creare un sito come UK Calcio?
Le fonti principali da cui attingo informazioni sono i social network di cui si servono squadre e giocatori e i siti web delle società. Il modo in cui questi sono utilizzati per informare e per comunicare è sicuramente una peculiarità del mondo calcistico anglosassone che solo da poco tempo si sta cercando di imitare in Italia. Basta pensare a Twitter con cui la quasi totalità dei calciatori ama comunicare, creando a volte pericolosi fraintendimenti, o a facebook e ai siti web ufficiali che le società utilizzano con grande frequenza.


Quali sono gli argomenti trattati in UK Calcio?
A differenza di tutti gli altri blog e siti web, UKcalcio si concentra non solo sulla Premier League inglese - che già tanto spazio trova in rete - ma anche tutte le serie minori inglesi, anche non professionistiche, e campionati pressochè sconosciuti in Italia quali quello gallese (ukcalcio è sponsor ufficiale del Newtown AFC) , irlandese, nord-irlandese e le serie minori scozzesi. Il tutto è arricchito da esclusivi speciali, monografie su squadre o stadi, e da analisi asettiche volte a fornire un'informazione quanto piú obiettiva possibile.


Quali sono le principali rubriche di UK Calcio?
Oltre alle consuete analisi delle giornate di Premier League e di tutta la Football League inglese, molto apprezzate sono le sezioni riguardanti gli approfondimenti e gli speciali esclusivi, le monografie storiche sulle squadre e sugli stadi, oltre alle varie rubriche fotigrafiche presenti sulla pagina facebook che sta diventando un importante punto di raccolta di tutti gli appassionati di calcio d'Oltremanica. Tra gli approfondimenti, molto apprezzata la cronaca degli eventi che hanno portato al fallimento dei Rangers che sono valse ad ukcalcio.com una citazione sull'autorevole sito di BBC SPORT.


Quali le differenze fra Premier League e Serie A? Quale è il campionato più affascinante?
Le differenze sono notevoli e l'argomento potrebbe prendere lo spazio di un'intervista a sè stante. Oltre le evidenti differenze "sul campo", cioè tecniche, tattiche e di modo di intendere il calcio - che possono piacere o meno a seconda dei gusti personali, e "organizzative", mi riferisco - ad esempio - agli stadi, la principale differenza sta nella cultura sportiva; nel modo cioè in cui giocatori ed arbitri "vivono" la gara. L'atmosfera che si respira sul campo - in ogni partita di qualsiasi categoria - è quella del gioco duro ma rispettoso, quello della lealtà (per questo i simulatori sono cosí mal visti) e quello del rispetto reciproco giocatori/arbitri. Ingredienti che non appartengono, ancora, alla nostra Serie A.


Italiani all'estero: come si comportano i nostri connazionali, giocatori ed allenatori, in terra inglese?

In questa stagione mi aspetto molto da Sannino. Lo scorso anno ha preso il Watford quando era in una situazione per nulla semplice e pure è riuscito a far giocare bene la squadra. Questo potrebbe essere l'anno giusto per lui e per i tifosi, ma fare pronostici nel calcio inglese è sempre molto complicato.


Champions ed Europa League, quale la squadra che le italiane devono temere?
A parte il "solito" Chelsea, occhio di riguardo per il Liverpool in Champions League. La squadra di Brendan Rodgers vorrà sicuramente fare bene dopo la scorsa stagione e regalare ai tifosi qualcosa di importante. Non mi sembra che la squadra abbia l'esperienza sufficiente per andare fino in fondo, ma sono certo che lotterà almeno per arrivare ai quarti di finale, anche se tutto dipenderà dalla orma fisica. Il Manchester City, dopo le recenti prestazioni deludenti, è obbligato a fare bene in Europa e credo che la finale sia l'obiettivo minimo per Citizens. In Europa League l'Everton potrebbe essere la sorpresa, ma non escluderei il Tottenham che con Pochettino potrebbe aver trovato il giusto equilibrio. Il sogno sarebbe riuscire a veder qualificato l'Hull City per la fase a gruppi.

Vogliamo concludere l'intervista con un pronostico: chi vincerà la Premier? Chi la FA Cup?
Come dicevo prima, nel calcio inglese a fare i pronostici si rischia sempre di incorrere in brutte figure. In ogni caso quest'anno vedo favorito il Chelsea per la vittoria finale che mi sembra stia costruendo una squadra molto più attrezzata del City, anche se in fondo immagino che Mourinho punterà più sulla Champions League. Il Manchester United di Van Gaal potrebbe essere una sorpresa - tenendo conto del fatto, poi, che i Red Devils non hanno impegni europei. Li ritengo competitivi per l'FA Cup.

A parte il "solito" Chelsea, occhio di riguardo per il Liverpool in Champions League. La squadra di Brendan Rodgers vorrà sicuramente fare bene dopo la scorsa stagione e regalare ai tifosi qualcosa di importante. Non mi sembra che la squadra abbia l'esperienza sufficiente per andare fino in fondo, ma sono certo che lotterà almeno per arrivare ai quarti di finale, anche se tutto dipenderà dalla orma fisica. Il Manchester City, dopo le recenti prestazioni deludenti, è obbligato a fare bene in Europa e credo che la finale sia l'obiettivo minimo per Citizens. In Europa League l'Everton potrebbe essere la sorpresa, ma non escluderei il Tottenham che con Pochettino potrebbe aver trovato il giusto equilibrio. Il sogno sarebbe riuscire a veder qualificato l'Hull City per la fase a gruppi. - See more at: http://www.superscommesse.it/notizie/uk_calcio__il_blog_sul_football_d_oltremanica-2212.html#sthash.zPiWfFZf.dpuf

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->