sabato 15 febbraio 2014

[SPECIALE] Omaggio a Sir Tom Finney.

Lo avevamo ricordato raccontandovi la storia del Preston North End, oggi lo omaggiamo nel giorno in cui tutto il calcio inglese rende onore alla sua memoria: Sir Tom Finney.




Oggi è un giorno triste per il calcio inglese. E' scomparso Sir Tom Finney, il "ragazzo più amato di Preston". Con il PNE ha disputato 433 gare siglando 187 reti da il 1946 e il 1960. Finney lasciò il segno anche in Nazionale disputando 76 partite ed andando a segno 30 volte.
Nato a Preston in una casa non lontana dallo stadio Deepdale, Finney apprese subito il mestiere di famiglia tanto da essere soprannominato "l'idraulico di Preston", prima di debuttare per la squadra della sua città. Nel 1952, Finney è stato ad un passo dal diventare un giocatore del Palermo, ma il Presidente Nat Buck si oppose al trasferimento dichiarando che "se non avesse giocato per il Preston, non avrebbe giocato per nessuna altra squadra". Mai altre dichiarazioni furono più profetiche. Finney indossò solo la maglia del Preston in terra inglese. Finney si ritirò nel 1960 e proprio in quella stagione il Preston venne retrocesso dalla massima divisione e da allora non è più riuscito a fari parte.Finney tornò sui campi da gioco nel 1963 con il Lisburn Distillery per un match di Coppa dei Campioni contro il Benfica. Finney vinse per due volte il premio di miglior calciatore dell'anno: nel 1953-54 e nel 1956-57. Anche dopo essersi ritirato, Finney ha sempre fatto parte del club. L'ingresso principale del Deepdale è situato nella Sir Tom Finney Way, all'ingresso la splendida statua "The Splash" celebra il suo eroe, così come a lui è stata intitolata una curva dello stadio nel 1995. Nel 1998 è stato nominato "Commander of the Most Excellent Order of the British Empire (CBE). Come detto, in Nazionale siglò trenta reti e fece parte della squadra che nella Coppa del Mondo del 1950 perse 1-0 contro gli Stati Uniti
Finney era uno degli ultimi rappresentanti di un calcio che non c'è più e che mai più ritornerà. Il ricordo di Paul Fletcher pubblicato dalla BBC ne è una chiara testimonianza:

"Mio padre mi diceva sempre che lo conosceva. Tutti quelli della sua generazione lo conoscevano. Un giorno stavo camminando con lui in centro quando mi accorsi che Finney stava venendo verso di noi. I nostri sguardi si incrociarono e Finney guardà mio padre augurandogli una buona giornata. Ci mancherai, Sir Tom."

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->