giovedì 14 novembre 2013

Il Tottenham costringe il Fleet Spurs (club di non league) a modificare il proprio logo.




Il Fleet Spurs, un club che milita nella Wessex League Division One (10° livello) è stato costretto a modificare il suo logo (a destra), perchè troppo simile a quello del Tottenham (a sinistra). Questa modifica (che coinvolge in modo particolare il caratteristico galletto, al centro) costerà al club tra le 3000 e le 4000 sterline: una cifra importante per una società così piccola. La richiesta, giunta direttamente dalla Premier League, è stata motivata dal Tottenham sulla base della necessità "di proteggere l'identità del club". 
Il Fleet Spurs è stato fondato nel 1948 dai reduci della Seconda Guerra Mondiale, come omaggio agli abitanti del Nord di Londra. La curiosità (e la beffa) è che il club ha sempre avuto nel suo logo un "galletto" proprio per omaggiare il Tottenham, ma evidentemente in tributo non interessa nè agli Spurs nè alla stessa Premier League ed il Presidente del Fleet Spurs, Bryan Sheppard ha mostrato tutta la sua delusione: "Il nostro nome non dice nulla a nessuno, di fronte alla richiesta di un gigante dobbiamo obbedire. E' stato difficile affrontare la situazione, anche perchè il loro approccio è stato quasi intimidatorio". Così il Tottenham: "Se non agissimo contro il Fleet Spurs autorizzeremmo chiunque ad usare il nostro logo a piacimento anche per scopi commerciali. Sappiamo benissimo che si tratta di un piccolo club ed è per questo che abbiamo optato per una soluzione amichevole della vicenda".
Al Fleet Spurs è stato dato tempo fino a Natale per rimuovere il logo dall'impianto sportivo.

1 commento:

  1. Che vicenda assurda, in Italia ci sono tantissime squadre di bassa lega che hannno copiato spudoratamente lo stemma a squadre di serie a, ma è ovvio che zi tratta di un'omaggio, e vista la bassa lega della suddetta non vedo problemi di confusione di prodotti o altro! poi 3000 sterline, cosa devono farsene, pagare un giorno di lavoro a Lamela?

    RispondiElimina

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->