domenica 19 maggio 2013

[CALCIO IRLANDESE] Resoconto Aitricity Premier (14°), First Division (11°). Programma League Cup (ottavi). Classifiche aggiornate.

IN COPERTINA - Ryan McEvoy, autore della rete del pareggio dei Bohemians
al 91°.


Nel resoconto settimanale sul calcio irlandese, Jacopo Girardon ci aggiorna sulla Airtricity Premier e sulla First Division, oltre a dare uno sguardo agli ottavi di finale di League Cup.






Ennesima folle giornata in Airtricity League, con un derby in copertina, la solita girandola di emozioni in tutte e due le serie e pure il meteo protagonista, grazie al rinvio del posticipo serale in Premier Division tra Sligo Rovers e Dundalk causa le forte precipitazioni che si sono abbattute sul north-west Irlandese. Insomma, un ennesimo turno pieno di sorprese mentre ci si avvicina con prepotenza al giro di boa della stagione.

Match of the Week: Shamrock Rovers-Bohemians 1-1 In tutte le capitali Europee che hanno più di due squadre nella massima divisione, si fa fatica a trovare il derby principale. Basta pensare a Londra, per esempio, dove, nonostante si giochino una ventina di derby all’anno, manca quello che si può definire il “London Derby”. Non si può dire la stessa cosa di Dublino, dove il derby per antonomasia, con buona pace di St.Patrick’s e Shelbourne, è quello tra Shamrock Rovers e Bohemians: Southside contro Northside del fiume Liffey, una divisione storica che tuttora, anche se in maniera minore, si vive ancora. I Bohs, dopo la fine dell’avventura del Drumcondra (squadra che ha militato nella LoI, con buone fortune, fino agli anni ’70), sono rimasti l’unica squadra a Nord del fiume, ed è, assieme ai Rovers, la più amata ed odiata del paese. Se gli ingredienti storico/culturale sono quelli tipici di un derby, la classifica invece suggeriva una partita tesa, tra due squadre in difficoltà: i Rovers non sono riusciti a dare continuità al trionfo in coppa, ottenendo comunque un buon pareggio contro il St.Patrick’s nel recupero, mentre i Bohs, a secco da 4 partite, vedono la zona retrocessione non cosi lontana. Tallaght Stadium comunque quasi esaurito, per una partita che però, fin dal primo tempo, delude e non poco le aspettative. Il pallino del gioco lo ha lo Shamrock, ma i Bohs sono molto abili a chiudere tutti gli spazi impedendo di fatto agli uomini in maglia Hoops di rendersi pericolosa. Il primo tempo ha veramente poco da offrire, con Kilduff, il più attivo dei suoi, vicino al goal solamente in un’occasione con il portiere Delaney dei rossoneri a fare buona guardia. Il secondo tempo si tiene sulla falsariga del primo, anche se dalla seconda metà di gioco, grazie anche ai cambi innestati da Trevor Croly, con O’Connor e successivamente Sheppard, i Rovers iniziano a macinare gioco e occasioni, ma Delaney oggi è super. Serve un episodio per sbloccare la partita, ed arriva all’81’ quando l’arbitro Doyle regala un rigore ai Rovers per un fallo in area che ha visto solo lui: ringrazia Ronan Finn che insacca e regala il vantaggio allo Shamrock. I Bohs si gettano in avanti, e trovano, nel primo dei 4 minuti di recupero assegnati dall’arbitro, il pareggio col centrocampista McEvoy, che è il più lesto di tutti a risolvere in goal una mischia a centrocampo. Un punto forse non troppo meritato per i Bohs sul campo, ma che fa comunque giustizia visto il torto subito in precedenza. Muove la classifica lo Shamrock, ma se vogliono lottare per l’Europa dovranno presto cambiare il ritmo, perché davanti si corre più forte.

Le altre gare: Detto della pioggia che ha bloccato la sfida dello Showgrounds tra Sligo e Dundalk, ne approfittano le dirette inseguitrici, che con una partita in più raggiungono (nel caso del St.Patrick’s) o si portano a -1 (Derry) dalla capolista. Tutto facile per il St.Patrick’s Athletic che batte per 0-3 lo Shelbourne, che in settimana era stato protagonista dopo le dimissioni date dal manager Alan Matthews a seguito di una partenza di campionato veramente molto difficile con soli 6 punti raccolti in 13 gare. Dopo un primo tempo piuttosto deludente, con il St.Pats in controllo delle operazioni ma in difficoltà davanti al portiere degli Shels Hanley, nel secondo tempo cambia la musica, e subito il St.Pats trova un 1/2 terribile col solito Christy Fagan, che segna due goal praticamente identici dando il doppio vantaggio ai Supersaints. Reagisce lo Shelbourne, ma quasi mai il portiere della squadra di Inchicore Clarke è chiamato ad interventi difficili. Nel finale, il talentuoso Chris Forrester cala il tris, e i tre punti prendono la strada di Richmond Park. Da segnalare a tempo quasi scaduto l’espulsione di Memery per i Shels, l’ottava in 14 giornate per la squadra più indisciplinata della lega, che ora si trova in una posizione di classifica veramente difficile. Sfida clamorosa invece all’Hunky Dorys Park di Drogheda, dove la squadra locale e il Derry City danno vita ad una delle partite più emozionanti dell’anno. Si sblocca al 40esimo la partita con uno sfortunato autogol di Byrne, che da al Derry il vantaggio. Nel secondo tempo i Candystripes arrivano al raddoppio, con una splendida azione finalizzata dal solito Rory Patterson. Sembra la fine per i Drogs, sfiduciati e ancora sotto shock dopo lo storico 1-7 subito in finale di Setanta. Mick Cooke sa però come cambiare le cose, e mette in campo tutto il carisma e l’esperienza di Derek O’Brian, che in appena due minuti, dal 77’ al 79’, segna due goal che rimettono clamosamente in equilibrio la gara. L’inerzia ora è tutta per il Drogheda, che rischia addirittura di andarla a vincere. Ma quando tutto ormai sembra finito, ecco nel recupero la perla di Rory Patterson, che trova l’11esimo goal stagionale (nuovo capocannoniere della lega) e da i 3 punti al Derry , che festeggia anche la convocazione di McNamee nella nazionale Under 21 Irlandese (secondo giocatore LoI a raggiungere questo obiettivo dopo Chris Forrester del St.Pats). Beffa per il Drogheda che comunque mostra segni di vita dopo la batosta in coppa. Tutto clamorosamente riaperto, invece, nella lotta per non retrocedere, con il colpo del Bray Wanderers a Cork per 1-3: Seagulls in vantaggio con Mulroy dopo appena 3’, e raggiunti ad inizio ripresa da Morrisey per il pareggio della squadra di casa. Leesiders che hanno in mano la partita, ma che vengono infilati in contropiede da Kieran “Marty” Waters, che dopo una partenza difficile sta trascinando il Bray nella lotta per non retrocedere. Nel finale Waters firma la doppietta che da i 3 punti alla squadra di Pat Devlin che, con il terzo risultato utile di fila, sale a 11 punti, portandosi a +5 sullo Shelbourne ultimo in coabitazione con l’UCD, che nell’ultima gara del turno trova un buon punto contro il Limerick, passato in vantaggio con Tracy dopo 4’ e raggiunto nel secondo tempo dal solito Benson, al quarto goal nelle ultime 3 gare, che da il punto agli Students, che dopo aver raccolto un punto nelle prime 8 ne hanno raccolti ben 10 nelle ultime 5: non male davvero.

First Division: Ricomincia la marcia del Longford Town, che dopo lo stop contro il Finn Harps della scorsa settimana, infligge 5 goal al malcapitato Cobh Ramblers: 5 marcatori diversi per il Longford, da segnalare l’11esima marcatura stagionale per O’Sullivan, che raggiunge in classifica marcatori Meade del Cobh rimasto a secco nell’occasione. Non molla il Finn Harps che batte in una specie di spareggio per il secondo posto il Mervue United, decide McCarron con un goal nel recupero del primo tempo. Mervue raggiunto al terzo posto dall’Athlone, che compie una grande rimonta al Drom di Galway contro il Salthill: Gorman all’ultima azione della partita da i 3 punti alla squadra di Roddy Collins. Colpo clamoroso del Wexford Youths, che espugna 0-1 l’RSC di Waterford e si porta in piena lotta per il terzo posto, utile per i playoff: Carr al 21’ si aggiudica il derby per la squadra in maglia rosa.

League Cup: Torna la EA Sports Cup con gli ottavi di finale che si giocheranno tutti Lunedì sera: questo il dettaglio dei match in programma:

Waterford United
Cork City
Derry City
Mervue United
Bray Wanderers
St Patrick's
Longford Town
Dundalk

Spicca la sfida del Tallaght Stadium, dove lo Shamrock ospita il Dundalk. Si giocano poi due local derby molto sentiti: quello del North-West tra Finn Harps e Derry City, un classico che manca dalla Premier Division da troppo tempo, e quello del Sud tra Cork City e Wexford Youths. Facili sulla carta le sfide dello Sligo e del St.Patrick contro le due squadre della contea di Galway, mentre il Drogheda inizia la difesa del titolo in casa contro la capolista della First Division, il Longford. Limerick-Waterford e Bohemians-Sligo chiudono il quadro degli ottavi.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->