domenica 28 aprile 2013

[CALCIO IRLANDESE] Resoconto settimanale Airtricity Premier League, First Division e Setanta Sports Cup. Classifiche aggiornate.

IN COPERTINA - Graham Rusk, autore della rete della Drogheda contro lo
Sligo Rovers al 95°.

Torna l'appuntamento settimanale con Jacopo Ghirardon che ci aggiorna su tutto ciò che riguarda il calcio irlandese. Classifiche aggiornate.





Mentre in tutti gli altri campionati Britannici che seguiamo sul blog siamo arrivati alle battute finali, in Irlanda siamo appena alla decima giornata, nè ancora ad un terzo dell’opera. Eppure non mancano le emozioni, e anzi tra finali thriller e partite al cardiopalmo il campionato Irlandese promette una caldissima estate. Nel decimo turno, pareggia lo Sligo che si fa rimontare all’ultimo secondo dal Drogheda, mentre pure il big match tra gli inseguitori St.Pats e Derry termina in parità. Continua il volo del Dundalk e la crisi dello Shamrock, mentre in first il Longford sembra aver già prenotato con 5 mesi d’anticipo la promozione in Premier.

Match of the week: St.Patrick’s Athletic-Derry City 1-1 Le due squadre più in forma del campionato, reduci rispettivamente da 4 e 6 vittorie consecutive, hanno dato vita ad una bellissima partita a Richmond Park, terminata con un pareggio che alla fine pare accontentare entrambe le squadre, anche se i rimpianti maggiori gli hanno i Supersaints che hanno fatto vedere probabilmente le cose migliori. Partenza subito forte degli uomini di Lian Buckley, che già dopo pochi minuti con Forrester e Flood rendono la vita complicata alla difesa del Derry, ma il portiere Doherty è attentoe non si fa sorprendere. Al 21’ gli sforzi dei Saints vengono premiati con un bel tiro appena dentro l’area di Conan Byrne: quarto goal (terzo consecutivo) per il centrocampista 27enne che sta vivendo probabilmente la miglior stagione della sua carriera. Reagiscono i Candystripes, ma questa serata McEleney, Patterson e Rafter, il tridente delle meraviglie, probabilmente il più forte dell’intera lega, non pare ispirato. Serve un episodio per rimettere le cose apposto per il Derry, cosa che accade al 37’ quando su un cross innocuo il portiere dei Saints Ryan si fa scappare la palla permettendo a Michael Rafter di segnare il suo sesto goal in campionato. Nella ripresa le squadre si equivalgono, anche se le occasioni migliori le ha il St.Patriclk, ma Forrester prima e il subentrato Christy Fagan poi non riescono a dare i 3 punti ai Saints. Finisce 1-1 dunque, un punto che, alla luce del pareggio dello Sligo nel posticipo, accontenta entrambe le squadre: resta a -2 il Derry, mentre il St.Patrick, vincendo il recupero contro i Bohemians, può portarsi a -3 dalla Bit o’Red. Tutto è ancora aperto, insomma.

Le altre gare: Partita pazzesca allo Showgrounds di Sligo: dopo aver eliminato i Rovers dalla Setanta Sports Cup (segue l’approfondimento), il Drogheda cercava di procurare ulteriori danni alla formazione di casa, che cercava invece il riscatto dopo la doppia delusione dell’eliminazione in coppa e la prima sconfitta stagionale subita contro il St.Pat’s lo scorso venerdi. Fanno la partita i Rovers, ma è il Drogheda a portarsi in avanti grazie al sempreverde Derek “Fabio” O’Brian, che segna il sesto goal in campionato. Reagiscono i Rovers, ma Gabriele Sava anche questa sera è una saracinesca (e gli occhi di squadre anche di Premier League si infittiscono su di lui…). Nella ripresa i Rovers trovano il goal del pareggio al 65’ tanto per cambiare con Anthony Elding, all’undicesimo centro stagionale. Nemmeno il tempo di esultare che Ross Gaynor, centrocampista dei Rovers, viene espulso, ma nonostante ciò la squadra di Ian Baraclough non molla e trova al 90’ il goal del 2-1 con Aaron Greene. Esplode lo Showgrounds, ma la partita non è finita, e al quinto minuto di recupero Graham Rusk trova un goal fondamentale su un cross dalla destra che fa mandare in delirio i tifosi ospiti che invadono il campo per festeggiare. Beffa atroce per la Bo’R che dunque non riesce ad allungare sulle inseguitrici. Continua a volare invece il Dundalk, che trova la prima vittoria in casa contro un Cork City in grossa difficoltà: dominio totale degli uomini di Stephen Kenny, che riescono a sbloccare la partita però solo al 76’ grazie al primo goal stagionale di John Mountney, 20enne che sta vivendo un’ottima stagione. Nel finale il Cork prova a pareggiare, ma viene infilato in contropiede dal veterano (nonostante l’età) Vinny Faherty che chiude il risultato sul 2-0 nell’ultimo minuto di recupero. Crollo clamoroso dello Shamrock Rovers al Bowl contro l’UCD: partita perfetta per gli Students, che si chiudono in maniera perfetta e ripartono in contropiede bucando per ben due volte la porta di Barry Murphy: prima Douglas, poi Russel, anche in questo caso nell’ultimo dei 4 minuti di recupero, danno la prima vittoria stagionale all’UCD, mentre in casa Rovers l’aria è pesantissima, con un settimo posto che sa già da fallimento per Trevor Croly. Muove la classifica lo Shelbourne, che compie una mezza impresa pareggiando 0-0 a Limerick: in 10 già dall’ottavo minuto per l’espulsione di Robert Bayly, gli uomini di Matthews si difendono alla perfezione portando a casa un punto fondamentale. Si mangiano le mani i Blues che buttano al vento l’occasione di volare al quinto posto solitario. Nella sfida salvezza di Dalymount Park, i Bohemians battono 3-2 il Bray e di fatto mettono una seria ipoteca per il raggiungimento del loro obiettivo, ossia la salvezza tranquilla: una doppietta di Chris Lyons, intervallata dal goal di Gary Dempsey, da il vantaggio ai Bohs, che poi si portano a 3 con il goal di Mulchay. Il Bray prova a tornare in gara con Mulroy, ma non riesce a pareggiare e si fa scavalcare in classifica dall’UCD.

First Division: Soffre tantissimo ma alla fine il Longford Town riesce a battere il Salthill Devon e ufficializza la propria fuga verso la promozione: contro un avversario sulla carta morbido, i rossoneri hanno bisogno di trovare un goal nei minuti di recupero dal cilindro per portare a casa i tre punti: è il solito O’Sullivan a mandare in visibilio il pubblico del Flancare. Beffa atroce per il Mervue contro l’Athlone: particolarissimo hattrick per Walsh, che prima segna un autogoal per l’1-0 degli ospiti, poi con una doppietta rimette le cose apposto. Un rigore nel recupero realizzato da Gorman però determina il 2-2 finale. Colpo del Waterford che con un goal di Quinn espugna Ballybofey, mentre il Wexford travolge per 3-0 il Cobh scavalcandolo in classifica. Fa la parte del leone Molloy con una doppietta.

Setanta Sports Cup: Sarà Drogheda United-Shamrock Rovers la finale della All Ireland Cup: dopo il 2-0 dell’andata, il Drogheda riesce ad accedere alla finale nonostante la sconfitta per 1-0 contro lo Sligo: inutile il goal di Alan Cawley alla mezzora. Partita drammatica al Turners Cross di Cork: Horgan al 45’ da il vantaggio ai Leesiders, che vengono raggiunti da un bel tiro di Rice al 75’. Daryl Kavanagh, all’87’ da il nuovo vantaggio alla squadra della South Coast, che ormai sembra proiettata in finale, ma nell’ultima palla disponibile gli Hoops trovano il pareggio con Billy Dennehy che apre le porte della finale, che si giocherà in casa per altro al Tallaght Stadium, domenica 11 Maggio. Ennesima beffa nei minuti finali per il Cork, che veramente si deve mangiare non solo le mani per l’occasione mancata. Sarà dunque una rivincita della finale della Coppa di Lega dello scorso anno, quando i Drogs vinsero per 3-1 aggiudicandosi il trofeo. Molto probabilmente, chi vincerà il trofeo sarà l’ultimo detentore, visto che dal prossimo anno, a meno di sorprese, la coppa non si disputerà: mancanza di sponsor e di competitività (le squadre Nord Irlandesi in 3 sfide combinate ai quarti hanno perso 19-3…) porteranno alla fine di questa coppa che comunque ha contribuito a stemperare le tensioni tra le squadre più radicate a livello religioso di entrambi i campionati, nonostante diversi scontri che hanno visto protagonisti spesso Glentoran, Linfield, Derry e Shamrock.  





Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->