mercoledì 17 ottobre 2012

[QUALIFICAZIONI MONDIALI BRASILE 2014] Analisi e classifiche 4° giornata. La voce dei protagonisti.

IN COPERTINA - Niall McGinn. La sua rete contro il Portogallo,
che ha consentito all'Irlanda del Nord di portare a casa un punto
è già storia.

L'Inghilterra pareggia in Polonia: una prestazione che di positivo ha solo il risultato. La Scozia è ormai fuori dai giochi. Il Galles continua a crederci, mentre la Repubblica d'Irlanda attende di sapere se Trapattoni sarà ancora l'allenatore. L'Irlanda del Nord fa sognare tutti gli appassionati di calcio. Questo ed altro negli impegni delle nazionali d'Oltremanica nella quarta giornata di qualificazione alla fase finale dei Mondiali che si disputeranno in Brasile nel 2014.





POLONIA - INGHILTERRA: 1-1

Nella gara giocata oggi alle 17 (rinviata per campo allagato), l'Inghilterra di Roy Hodgson pareggia 1-1 in Polonia. Alla rete di Rooney al 32° ha risposto Glik a 19 dal termine. Prestazione non molto convincente dei Tre Leoni che comunque portano a casa un punto che permette loro di guardare con tranquillità alle prossime gare. Roy Hodgson, a fine gara, ha mostrato soddisfazione: " A volte bisogna accontentarsi di tornare a casa con qualcosa. Oggi la nostra prestazione non è stata ottima, ma sono comunque soddisfatto di aver ottenuto un risultato positivo. Un punto in Polonia è prestigioso, perchè questo non è un campo facile e risulterà molto ostico anche alle nostre avversarie. In ogni caso non voglio cercare scuse, ma è inutile dire che il rinvio della gara ci ha penalizzati sia per la tenuta fisica che per quella mentale. Lunedì durante l'allenamento i giocatori mi sembravano molto brillanti, oggi non è stato così."

CLASSIFICA

INGHILTERRA 8
Montenegro 7
Polonia 5
Moldavia 4
Ucraina 2
San Marino 0

Prossima partita, San Marino-Inghilterra: 22/03/2013

PORTOGALLO - IRLANDA DEL NORD: 1-1

In campo internazionale, il pareggio per 1-1 tra Irlanda del Nord e Portogallo è, senza esagerare, uno dei risultati più inaspettati degli ultimi anni. In vantaggio al 30°, il Portogallo è riuscito ad agguantare il pareggio soltanto al 79°. Il tecnico Michael O'Neill, visibilmente orgoglioso, spiega le possibili ragioni di questo risultato incredibile: "La grande difficoltà nello svolgere il ruolo di selezionatore è quella di gestire il poco tempo a disposizione che si ha con i giocatori. L'aver avuto soltanto una partita da preparare in questa settimana è stato un beneficio per tutti. Questo deve essere il nostro vero inizio. Dopo la delusione per i tre punti mancati contro il Lussemburgo proprio allo scadere, la nostra prestazione contro il Portogallo deve renderci orgogliosi. Ovviamente non basta, ma dovremo giocare bene e tentare di vincere le prossime partite, a cominciare da quella contro l'Azerbaijan. Sappiamo che siamo molto pericolosi nel gioco di contro-attacco ed è su questo che dobbiamo concentrarci." Tuttavia l'eroe del giorno (e non solo) è l'autore della rete Niall McGinn: "Segnare contro il Portogallo è un'emozione incredibile. Io ammiro giocatori come Cristiano Ronaldo e Nani e già il solo fatto di poter giocare contro di loro è un sogno; segnare contro di loro, poi, lo è ancora di più. Ho risolto i miei problemi fisici e sto continuando a segnare: non posso che essere felice".

CLASSIFICA

Russia 12
Israele 7
Portogallo 7
IRLANDA DEL NORD 2
Azerbaijan 1
Lussemburgo 1

Prossima partita, Irlanda del Nord - Azerbaijan: 14/11/2012

ISOLE FAR0ER - REPUBBLICA D'IRLANDA: 1-4

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la Repubblica d'Irlanda di Giovanni Trapattoni. Il Trap sembra aver già superato la delusione dopo la netta sconfitta interna (1-6) rimediata contro la Germania. "La Germania è la squadra più forte del gruppo, ma noi siamo in una buona posizione di classifica. Siamo a quattro punti di distanza dalla capolista e abbiamo una partita da recuperare. In questi ultimi tre anni abbiamo scoperto molti giovani ed è normale che qualche volta si possa perdere". In queste ore, la FAI si sta riunendo per decidere se confermare Trapattoni alla guida della Nazionale e nelle prossime ore dovremmo attenderci un comunicato ufficiale, anche se, a nostro parere, esonerarlo sarebbe una scelta pessima che vanificherebbe non solo tutto il lavoro fatto in questi ultimi anni, ma renderebbe molto più complicata la qualificazione alla fase finale dei Mondiali. "Mi aspetto di essere confermato" - ha dichiarato - "abbiamo vinto due partite perdendone una sola: io so cosa voglio, ma non spetta a me decidere; non ho alcun problema".

CLASSIFICA

Germania 10
Svezia 7
REPUBBLICA D'IRLANDA 6
Austria 4
Kazakistan 1
Far0er 0

Prossima partita: Svezia - Repubblica d'Irlanda, 22/03/2013

BELGIO - SCOZIA: 2-0

"Levein dovrebbe dimettersi". Il leit-motiv scozzese è sempre lo stesso: tutti vogliono le dimissioni dell'attuale tecnico della nazionale scozzese, ma lui, Craig Levein, non ha intenzione di mollare. Nei prossimi giorni verrà discusso il futuro della panchina scozzese e probabilmente verrà presa una decisione che si sarebbe dovuta prendere molto tempo prima. La qualificazione è ormai compromessa, ma i giocatori non intendono ammutinare. Così il capitano Darren Fletcher: "E' molto frustrante essere ultimi con due punti, ma tutta la squadra sostiene l'allenatore. Tutti giocano per lui e nessuno gli è contro. Ognuno di noi da il 100% e cerchiamo di fare il massimo per il nostro manager e per l'intera Scozia calcistica. Purtroppo in campo internazionale bisogna anche avere fortuna ed in questo periodo non ne abbiamo. In ogni caso non nascondiamo le nostre responsabilità,"

CLASSIFICA

Belgio 10
Croazia 10
Serbia 4
Repubblica di Macedonia 4
Galles 3
SCOZIA 2

Prossima partita, Scozia -  Galles: 22/03/2013

CROAZIA - GALLES: 2-0

Il Galles non riesce nell'impresa ed esce sconfitto dalla trasferta in Croazia. L'errore di Ashley Williams ha permesso alla Croazia di passare in vantaggio, ma il manager Chris Coleman difende il suo giocatore: "Williams è un grande difensore e la colpa è soltanto delle pessime condizioni del terreno di gioco. Sapevamo comunque che sarebbe stata una gara molto difficile. In ogni caso ciò che maggiormente mi rende orgoglioso è che dopo aver subito il secondo goal non siamo scomparsi; una rete immediata ci avrebbe rimesso subito in corsa. I giocatori non si sono arresi, se fossimo stati più fortunati, avremmo avuto anche la possibilità di tornare in partita. La Croazia ha meritato la vittoria. Siamo stati battuti da un'ottima squadra, ma ci sono degli aspetti positivi di cui dobbiamo tenere conto".


CLASSIFICA

Belgio 10
Croazia 10
Serbia 4
Repubblica di Macedonia 4
Galles 3
SCOZIA 2

Prossima partita, Scozia -  Galles: 22/03/2013




Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->