mercoledì 3 ottobre 2012

[CHAMPIONSHIP 2012/2013] Analisi, classifica e la voce dei protagonisti della 9° giornata.

Con la sua doppietta, Knockaert proietta il Leicester nelle zone
alte della classifica.


La nona giornata di Championshi ha riservato molte sorprese: dal primato del Cardiff, passando per l'importante vittoria del Watford, fino alla seconda vittoria consecutiva del Peterborough. Ecco tutte le emozioni, ripercorse attraverso la voce dei protagonisti.




Il Watford di Gianfranco Zola sembra aver superato la crisi di inizio stagione. La vittoria esterna contro il Charlton Athletic, avversario non certo di prima categoria, ha dato grande fiducia all'ambiente. Il commento dell'allenatore italiano durante il post partita ha riguardato in modo particolare la seconda ammonizione (per simulazione) che ha portato all'espulsione di Forestieri: "Fernando non è un simulatore è caduto, ma non ha simulato, ma è soltanto scivolato a causa dei tacchetti che usa. Già dopo la partita contro l'Huddersfield gli avevo suggerito un cambio agli scarpini, ma lui preferisce giocare con quelli che ha: non è un simulatore."
La capolista Cardiff supera il Birmingham per 2-1 e sembra finalmente essere riuscita a trovare quella continuità di risultati che era mancata nelle scorse stagioni e che le ha precluso la promozione. Continua il pessimo momento del Birmingham che, nonostante il buon calcio offerto, non riesce a raccogliere quanto semina.
Quarta vittoria consecutiva del Leicester che si impone per 2-0 nella trasferta di Huddersfield, confermandosi così seconda forza del campionato. Soddisfatto Pearson: "La doppietta di Knockaert è stata bellissima. Gran tiro nel primo, grande fantasia nel secondo." Continua invece la crisi dell'Hull City che dopo un avvio di stagione convincente, subisce la terza sconfitta consecutiva nel match di cartello contro il Blackpool che ha visto gli ospiti imporsi per 2-3. Holloway esalta la qualità del campionato: "Questo match è un grande spot per la Championship perchè ha fatto vedere a tutti quanta qualità ci sia. Entrambe le squadre avrebbero potuto vincere, sono felice che siamo stati noi ad ottenere i tre punti". Non basta la tripletta di Charlie Austin al Burnley nel pirotecnico 3-3 contro lo Sheffield Wednesday. Gli ospiti infatti, grazie anche agli errori difensivi dei padroni di casa, sono riusciti a rimontare gli avversari per ben tre volte.
In coda, mentre la situazione di Ipswich e Millwall si fa sempre più difficile, il Peterborough del tanto (giustamente) criticato Darren Ferguson, ottiene la sua seconda vittoria consecutiva (dopo sette sconfitte), imponendosi in trasferta sul Barnsley per 2-0. Queste le parole di Ferguson: "Abbiamo iniziato il match alla grande. Boyd ha segnato subito, ma avrebbe anche potuto raddoppiare pochi minuti dopo. La sua prestazione ci ha dato grande energia ed abbiamo battuto un avversario molto ostico. La nostra forza deve essere quella del gruppo: a fine partita i giocatori erano esausti ed è proprio quello che voglio; se sarà sempre così, non avrò nulla da rimproverargli".

CLASSIFICA



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->