mercoledì 8 giugno 2011

[CAMPIONATO EUROPEO UNDER-21] Il profilo della Nazionale inglese.

Dall'11 giugno al 26 luglio si terrà in Danimarca la fase del campionato europeo under-21. Tra le Nazionali d'Oltremanica, l'unica ad essere impegnata è l'Inghilterra di Stuart Pearce (vedi nota a fine post).
L'Under-21 si è qualificata alle fasi finali, dopo essersi qualificata al secondo posto nel girone 9 delle qualificazioni, in cui è stata impegnata in una lotta serrata contro il Portogallo, risoltasi in sostanza con la vittoria di misura sulla nazionale portoghese nella trasferta di Barcelos maturata grazie ad una rete di Sturridge.
Nello spareggio contro la Romania, l'Inghilterra superava gli avversari all'andata, in casa (2-1) e accedeva alla fase finale grazie al pareggio per 0-0 nella gara disputatasi a Botoșani.

La Nazionale festeggia la qualificazione al termine della gara contro la
Romania. (foto: uefa.com)



La squadra di Stuart Pearce è stata inserita nel girone B della fase finale e dovrà affrontare Ucraina, Spagna e Repubblica Ceca. Il calendario prevede l'esordio il 12 giugno (Herning, ore 20.45) contro la Spagna, poi il 15 giugno contro l'Ucraina (Herning, ore 20.45) ed infine il 19 giugno contro la Repubblica Ceca (Viborg, ore 20.45).
Per l'Inghilterra questa edizione del Campionato europeo rappresenta la grande chance per vendicare la sonora sconfitta per 4-0 subita nella finale del 2009 contro la Germania che ha costretto i Giovani Leoni a rimandare il tentativo di conquistare l'ambito trofeo che manca dal 1984 (secondo consecutivo dopo il trionfo nel 1982) e che costituirebbe il giusto premio dell'inversione di tendenza a partire dal 2007, per una squadra che nelle 9 edizioni dal 1990 al 2006 per ben 7 volte non è riuscita a qualificarsi (dal 1990 al 1998, 2004 e 2006) e per 2 volte è stata eliminata al primo turno (2000 e 2002).

PORTIERI:


FRANK FIELDING (23 anni, Derby County)


Fielding, in un recente scatto con la maglia della Nazionale
inglese.

Fielding, attualmente di proprietà del Derby County dopo esservi stato in prestito dal Blackburn dal 2010, non ha mai giocato in Premier League. Il suo esordio in Nazionale risale al novembre del 2008, quando subentrò all'infortunato Joe Lewis. Per lui la grande occasione di misurarsi per la prima volta in un torneo che gli garantirà grande visibilità: una chance importante per un portiere emergente che in campionato ha avuto pochissimo spazio.

JASON STEELE (20 anni, Middlesbrough)

Jason Steele vanta già una discreta carriera con la maglia della Nazionale, essendosi distinto nell'under-16, nell'under-17 e nell'under-19. In particolare, con la selezione under-17 ha raggiunto la finale dell'Europeo di categoria - persa poi con la Spagna - e pochi mesi dopo ha fatto parte della spedizione in Corea in occasione dei Mondiali FIFA che ha visto l'Inghilterra uscire ai quarti di finale.

ALEX McCARTHY (21 anni, Reading)

Di proprietà del Reading, per lui, come per moltissime altre giovani promesse, la carriera è costellata di prestiti. Nel 2009-2010 è allo Yeovil Town con cui colleziona 44 presenze; nel 2010 passa al Brentford dove collezione tre presenze. Dal 2009 è nel giro della Nazionale.


DIFENSORI:

MICHAEL MANCIENNE (23 anni, Chelsea)

E' tra i giocatori più presenti nella Nazionale under-21, con ben 20 presenze. Quando era di proprietà del Chelsea, ha trascorso due stagioni in prestito al QPR e altrettante in prestito al Wolverhampton. Il 31 maggio i Blues lo hanno ceduto ai tedeschi dell'Amburgo per una cifra che si aggira intorno agli 1.75 milioni di sterline. Ha debuttato nell'under 21 in un'amichevole contro la Romania nel 2007.

MICAH RICHARDS (22 anni, Mnchester City)

Senza ombra di dubbio tra i giocatori più talentuosi della nuova generazione di calciatori inglesi, Richards è già una colonna portante del Manchester City, sebbene in questa stagione abbia dovuto misurarsi con diversi infortuni che lo hanno tenuto lontano dai campi da gioco per molti mesi. Soltanto nell'ultima parte della stagione (che ha coinciso con il raggiungimento di traguardi importanti per il Manchester City) è riuscito a trovare un minimo di continuità. Il debutto nell'under-21 risale al match di qualificazione del 2006 contro la Moldova.

KIERAN GIBBS (21 anni, Arsenal)

La stagione di Gibbs è stata alquanto travagliata. Dopo aver iniziato titolare al posto di Clichy, nel settembre 2010 in un incontro di Carling Cup contro il Tottenham subisce un infortunio che lo costringe a star fuori dai campi per poche settimane. Conclude la stagione partendo titolare nelle ultime tre gare. La prima presenza nell'under-21 risale al 2009 in occasione dell'amichevole contro l'Ecuador.


Gibbs finalizza una splendida azione nella gara contro l'Azerbaigian.

CHRIS SMALLING (21 anni, Manchester United)

Dopo essere stato acquistato dal Manchester United quando era al Fulham, Smalling ha trascorso la stagione 2009/2010 ai cottagers in prestito per poi unirsi dalla stagione successiva ai red devils. La prima rete di Smalling con la maglia dello United risale ad un'amichevole estiva contro il Chivas Guadalajara, mentre risale allo scorso gennaio la prima presenza da titolare per novanta minuti. Smalling ha debuttato tra gli Youth Lions in un'amichevole del 2009 contro l'Olanda ed è tra i titolari del reparto difensivo.

RYAN BERTRAND (21 anni, Chelsea)

Di proprietà del Chelsea, ha passato gran parte della sua carriera in prestito per poi far ritorno al club di appartenenza nel gennaio del 2011. Il debutto con i blues risale al 20 aprile quando sostituì Ashley Cole in una gara di campionato contro il Birmingham. E' soprannominato "Plastic", perchè condivide il cognome con il cantante belga Plastic Bertrand. Dopo aver collezionato 14 presenze con l'under-19 e soltanto una con l'under-20, il debutto con la selezione guidata da Stuart Pearce risale al 2008 in un'amichevole contro la Repubblica Ceca.


Ryan Bertrand e Jack Cork si sfidano a PRO Evolution Soccer 2011.

PHIL JONES (19 anni, Blackburn Rovers)

Da sempre un giocatore del Blackburn, sin dalle giovanili, Jones ha firmato il primo contratto da professionista (due anni) nella stagione 2009-2010. Un brutto infortunio al ginocchio patito in una gara di campionato contro il West Ham non gli ha precluso di allungare il contratto con i rovers la cui scadenza è attualmente fissata al 2016. Nel maggio del 2010 è stato tra i protagonisti della qualificazione alla fase finale del Campionato europeo under-19.

KYLE WALKER (21 anni, Tottenham Hotspur)

Di proprietà del Tottenham, ha trascorso l'ultima stagione in prestito all'Aston Villa dove è ricordato per il gol siglato allo Sheffield United (altra squadra in cui aveva militato in prestito) dopo soli 9 minuto dal suo ingresso in campo, nel terzo turno di FA Cup. Il suo debutto nell'under-21 risale al febbraio 2010, proprio dopo essere stato richiamato alla corte di Harry Redknapp, nella sconfitta per 2-1 subita dalla Nazionale inglese contro la Grecia nel match di qualificazione alla fase finale degli europei.


CENTROCAMPISTI:

MARC ALBRIGHTON (21 anni, Aston Villa)

Per l'esterno dell'Aston Villa questa è stata una stagione di grande crescita. Grande sorpresa di inizio stagione, Albrighton ha subito firmato un rinnovo contrattuale che lo terrà legato alla corte dei villains fino al 2014. Dopo aver giocato due volte nella selezione under-20, Albrighton è stato convocato per la prima volta nell'under-21 nella gara contro l'Uzbekistan dell'agosto 2010 vinta per 2-0. Esterno veloce e imprevedibile, potrebbe essere l'arma in più di questa Nazionale.

TOM CLEVERLEY (21 anni, Manchester United)

Nella stagione appena conclusa Cleverley ha giocato in prestito al Wigan segnando 4 gol in 25 partite. Il Manchester United, che in un primo momento sembrava voler esercitare il diritto di richiamare il giocatore a gennaio, decise di lasciarlo ai latics dove Cleverley avrebbe sicuramente trovato più spazio. L'esordio nell'under-21 risale al settembre del 2009, nella gara contro la Macedonia dove Cleverley impressionò a tal punto da guadagnarsi le successive convocazioni.

JACK CORK (21 anni, Chelsea)

Cork, giocatore di proprietà del Chelsea, quest'anno ha giocato con la maglia del Burnley ed ha ricevuto il permesso dai blues di trattare il passaggio definitivo ai clarets. In campo internazionale Cork, dopo aver militato nelle selezioni under 16, 17, 18, 19, 20, ha fatto il suo debutto nell'under-21 in occasione di un'amichevole contro la Repubblica Ceca in cui subentrò al posto di Muamba.

JORDAN HENDERSON (20 anni, Sunderland)

Ad un passo dal vestire la maglia del Liverpool, dopo essere stato corteggiato da tutte le grandi squadre della Premier League (Manchester United, Manchester City ed Arsenal), Henderson è un centrocampista di proprietà del Sunderland ed è tra gli elementi più interessanti della squadra. L'ottima inizio di stagione gli è valso la convocazione nella Nazionale maggiore guidata da Fabio Capello per il match del novembre 2010 contro la Francia; stagione conclusasi con il premio di miglior giovane e la valutazione di mercato fissata alla cifra astronomica di 20 milioni di sterline. Ad aprile aveva rinnovato il contratto con i balck cats fino al 2015 Il debutto nell'under-21 risale al 2010 in un'amichevole contro l'Uzbekistan.

Gli highlights del match di andata dello spareggio per l'accesso alla
fase finale dei Campioanti europei 2011. Reti di Henderson e 
Smalling.

HENRI LANSBURY (20 anni, Arsenal)

Il giovane Lansbury è di proprietà dell'Arsenal e quest'anno ha giocato in prestito al Norwich, squadra protagonista della clamorosa promozione in Premier League, collezionando 4 gol in 23 partite. La prima convocazione in under-21 arriva nel 2009 in occasione della gara di qualificazione agli europei contro il Portogallo. Lansbury ha fatto parte della selezione che perse la finale dell'europeo under-19 contro l'Ucraina.

FABRICE MUAMBA (23 anni, Bolton)

Nato in Zaire, ma naturalizzato inglese, Muamba vanta ben 30 presenze nell'under-21 ed è certamente uno dei punti forti del centrocampo di Pearce. Trasferitosi nel 2008 dal Birmingham al Bolton per 5 milioni di sterline, è stato nominato "player of the season" nel 2010 dal quotidiano "Bolton News". Una stagione che ha convinto la società a rinnovargli il contratto per altri 4 anni. La prima convocazione nell'under-21 risale al 2007 e Muamba, pur avendo giocato in tutte le categorie, dall'under 16 all'under 21, non ha mai segnato una rete.

JACK RODWELL (20 anni, Everton)

Di proprietà dell'Everton, Rodwell ha sempre giocato per quella che ha sempre definito la sua "squadra del cuore" partendo dalle giovanili. Centrocampista versatile, in grado di giocare sia in posizione offensiva che difensiva, Rodwell è legato all'Everton da un contratto di 4 anni. La prima presenza nell'under-21 risale al 2009, nell'amichevole contro la Francia: da allora 14 presenze e 2 reti.

Il gol di Rodwell contro l'Azerbaigian, suscita l'ilarità 
dei compagni e della panchina.

DANNY ROSE (20 anni, Tottenham Hotspur)

Trasferitosi dal Leeds al Tottenham per 1 milione di sterline nel 2007, quest'anno ha giocato in prestito al Bristol City, ma è stato richiamato dal Tottenham in primavera dopo aver subito un infortunio che lo ha tenuto per qualche tempo lontano dai campi di gioco. Prima convocazione nell'under 21 nel giugno del 2009; a novembre arriva il suo primo gol: contro il Portogallo nella gara di qualificazione agli Europei.

SCOTT SINCLAIR (22 anni, Swansea City)

Del centrocampista offensivo dello Swansea, abbiamo avuto modo di parlare più volte in questo blog. Sinclair dopo essere stato il protagonista della stagione favolosa degli Swans terminata con la promozione in Premier League, ha la grande chance della visibilità internazionale. Visibilità che potrebbe aprirgli scenari importanti in sede di calciomercato. Cresciuto nelle giovanili del Bristol Rovers, per poi passare al Chelsea nell'ambito di una controversa trattativa, è da subito diventato il "pupillo" del responsabile del settore giovanile, Brendan Rodgers con cui sarà protagonista qualche anno più tardi della scalata degli Swans culminata proprio in questa stagione.
Presente nelle selezioni under 17, 18, 19  e 20, Sinclair ha marcato il suo debutto con l'under-21 nel 2010 contro la Germania. Quando era nell'under-19 insieme ad Andy Carroll e Ryan Bertrand fu costretto a lasciare il ritiro della Nazionale per aver violato il coprifuoco insieme ai suoi due compagni di squadra.

L'unica rete di Sinclair con la maglia dell'under-21.

ATTACCANTI:

NATHAN DELFOUNESO (20 anni, Aston Villa)

Dopo aver iniziato la stagione nel club di appartenenza (Delfouneso è all'Aston Villa dal 2008) come titolare a causa degli infortuni di Agbonlahor, Heskey e Carew, l'attaccante ventenne approda al Burnley dove resterà in prestito fino al termine della stagione, segnando una rete in undici presenze. Dopo una prima convocazione nel febbraio 2010, nel mese di marzo arriva il debutto nell'under-21 in occasione della gara (persa) contro la Grecia. Due reti in sette gare con la maglia della Nazionale.

DANIEL STURRIDGE (21 anni, Chelsea)

Di proprietà del Chelsea, Sturridge ha siglato un solo gol in 26 presenze con la maglia dei blues. Resta questa la stagione più prolifica per il giovane attaccante nato a Birmingham, che a gennaio si trasferisce in prestito al Bolton dove siglerà otto reti in dodici presenze.
Anche Sturridge, come il compagno di squadra Cork, ha militato in tutte le categorie "under" e con la squadra allenata da Pearce ha segnato tre reti in undici partite.

DANIEL WELBECK (20 anni, Manchester United)

Di origini ghanesi, Welbeck ha trascorso la stagione 2010/2011 in prestito al Sunderland dove è andato a segno sei volte su ventidue gare disputate. Il suo esordio nell'under-21 risale al febbraio 2009 in occasione dell'amichevole contro l'Ecuador. Da notare che il debutto di Welbeck nella Nazionale maggiore è avvenuto proprio contro la selezione del suo paese di origine, il Ghana. Tuttavia, essendo stata solo un'amichevole, il giovane attaccante del Manchester United potrebbe rispondere ad un'eventuale chiamata della sua Nazionale d'origine.

Due reti di Welbeck ed una di Albrighton stendono la Lituania.

CONNOR WICKHAM (18 anni, Ipswich Town)

E' il giocatore più giovane della rosa a disposizione di Pearce. Ha recentemente firmato un prolungamento del contratto con l'Ipswich fino al 2013. Una clausola prevede che alla giovane attaccante sarà permesso contrattare con un altro club, solo nel caso in cui all'Ipswich venga offerta una cifra per il trasferimento uguale o superiore a quella stabilita e che dovrebbe aggirarsi sui 15 milioni di sterline. La convocazione negli Youth Lions arriva a marzo 2011: per lui tre presenze e nessuna rete.


L'ALLENATORE: STUART PEARCE


Il rigore trasformato da Pearce contro la Spagna ad Euro '96 e l'errore dal dischetto
ai Mondiali di Italia '90.


Soprannominato "Psycho" perchè in campo correva come un ossesso dietro ogni pallone, Stuart Pearce ha iniziato la sua carriera da giocatore con la maglia del Wealdstone (attualmente nell'Isthmian League Premier Division, 7° livello), ma è nei dodici anni al Nottingham Forest (a cui approdò per volere di Brian Clough) che Pearce si mette in mostra. Il debutto con la Nazionale inglese arriva nel 1987. Nel 1990, dopo aver disputato un buon Mondiale, Pearce sbaglia uno dei rigori della semifinale (l'altro lo sbagliò Chris Waddle) contro la Germania Ovest che decreterano l'uscita dal mondiale italiano dell'Inghilterra. Maledizione che si ripeterà ancora una volta in occasione degli Europei di calcio del 1996, ma in quella occasione, l'errore decisivo dagli undici metri fu di Southgate, mentre Pearce segnò.
Ritiratosi dalla carriera internazionale nel 1999 e dal calcio giocato nel 2002, Pearce inizia la sua carriera di allenatore nel Manchester City come vice di Kevin Keegan, per poi sostituirlo prima temporaneamente (sfiorando la qualificazione in UEFA) per poi essere confermato a tempo pieno. Dopo il quindicesimo posto nella stagione 2005-2006, Pearce guida il City in zona retrocessione e la dirigenza decide di esonerarlo. Quasi a sorpresa, poco prima dell'esonero, arriva la chiamata della FA che offre a Pearce la panchina della Nazionale under-21, con cui raggiunge la semifinale dei campionati europei 2007 perdendola contro l'Olanda: ancora fatali i calci di rigore. Nel 2008, Fabio Capello lo vuole come suo vice perchè "conoscitore del calcio inglese". Capello decide di avvalersi della collaborazione di Pearce (collaborazione che prosegue ancora oggi) proprio in virtù del suo impegno con l'under-21: "Credo sia fondamentale il fatto che entrambi lavoreremo per conseguire il massimo risultato con la Nazionale maggiore e l'under-21" - afferma Capello in sede di presentazione - "oltre ad essere coinvolto in tutte le decisioni [Pearce] siederà vicino a me durante le partite e avrà un ruolo fondamentale per la squadra".


MODULO DI GIOCO: Le ultime due gare disputate dall'Under-21 (gli spareggi di andata e ritorno contro la Romania) possono essere prese in considerazione come emblema dei due modi d'approccio di pearce alle gare. Nella partita di andata, dove l'Inghilterra giocava in casa e dove per forza di cose doveva costruire la sua qualificazione - cosa che poi ha fatto - Pearce ha schierato una formazione veloce ed offensiva con un 4-2-3-1 solido e compatto. A centrocampo il duo Muamba-Henderson garantiva protezione alla difesa e sostegno alla fase offensiva costituita da due esterni veloci come Rose e Cleverley (o Albrighton) particolarmente abili a sfruttare le loro capacità di inserimento. Al centro la tecnica di Wilshere cui venivano affidate le giocate di prima per l'unica punta Welbeck (o Sturridge).
Nella partita di ritorno, dove era invece necessario mantenere il vantaggio acquisito all'andata, Pearce ha schierato un classico 4-4-2 in cui si affidava a Cleverley e Rose un ruolo diametralmente opposto a quello della gara d'andata: il contenimento sulle fasce.
Una squadra molto duttile, dunque, capace di adattarsi a qualunque tipo di avversario e per questo tra le favorite per la vittoria finale. Crediamo comunque che sulla resa della squadra inciderà molto la condizione fisica: componente essenziale non solo del gioco della Nazionale inglese, ma del calcio moderno in generale.


VIDEO: Stuart Pearce spiega il modulo 3-5-2 (con doppiaggio in italiano).

Pearce con la maglia del Wealdstone.
Grazie a Marco Parmigiani per la
segnalazione. (link foto)



IL CALENDARIO (aggiornato con i risultati)

PRIMA FASE
SABATO 11.06

18.00 GRUPPO A - BIELORUSSIA vs ISLANDA: 2 -0
20.45 GRUPPO A - DANIMARCA vs SVIZZERA: 0-1

DOMENICA 12.06

18.00 GRUPPO B - REPUBBLICA CECA vs UCRAINA: 2-1
20.45 GRUPPO B - SPAGNA vs INGHILTERRA: 1-1 (88' Welbeck)

MARTEDI' 14.06

18.00 GRUPPO A - SVIZZERA vs ISLANDA: 2-0
20.45 GRUPPO A - ISLANDA vs SVIZZERA: 2-1

MERCOLEDI' 15.06

18.00 GRUPPO B - REPUBBLICA CECA vs SPAGNA: 0-2
20.45 GRUPPO B - UCRAINA vs INGHILTERRA: 0-0

SABATO 18.06

20.45 GRUPPO A - ISLANDA vs ISLANDA: 3-1
20.45 GRUPPO A - SVIZZERA vs SVIZZERA: 3-0

DOMENICA 19.06

20.45 GRUPPO B - INGHILTERRA vs REPUBBLICA CECA: 1-2 ( 30', Welbeck)
20.45 GRUPPO B - UCRAINA vs SPAGNA: 0-3

SEMIFINALI
MERCOLEDI' 22.06

18.00 S1 - SPAGNA vs BIELORUSSIA - Viborg
21.00 S2 - SVIZZERA vs REPUBBLICA CECA - Herning

FINALE 3 POSTO
GIOVEDI' 23.06

20.45  - 3A vs 3B - Aalborg

FINALE
SABATO 25.06

20.45 FINALE - VINCITORE SF1 vs VINCITORE SF2 - Aarhus

***
NOTA: Questa la situazione delle altre squadre. Il Galles, inserito nel gruppo 3 del girone di qualificazione - lo stesso dell'Italia - non è riuscito ad accedere allo spareggio tra le migliori seconde per la differenza reti. L'Irlanda del Nord, nel gruppo 5, ha chiuso al 4° posto con 7 punti. La Repubblica d'Irlanda - gruppo 2 - ha chiuso all'ultimo posto con soli 7 punti, mentre la Scozia - la più deludente tra la quattro - è stata eliminata nello spareggio contro l'Islanda.




Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->