lunedì 16 maggio 2011

[CHAMPIONSHIP] Semifinali andata play offs. Commento e voce dei protagonisti.

Le semifinali di andata dei play offs di Championship si sono concluse con due pareggi a reti bianche. La regular season ha regalato grandi emozioni (e tanti gol) e per questo tutti gli appassionati di calcio si aspettavano lo stesso trattamento anche da queste due partite, ma così non è stato. La paura di esporsi troppo agli attacchi avversari e la contrazione tattica delle squadre ha dato vita ad un gioco lento e prevedibile che solo in pochi casi (Swansea) ha ricordato le grandi sfide del campionato appena concluso.

12 maggio 2011
Nottingham Forest - Swansea: 0-0


Taylor viene espulso da Dean. (foto: mirrorfootball.co.uk)

Che quella tra Nottingham e Swansea fosse una partita equilbrata era chiaro sin dall'inizio. Questo equilibrio, tuttavia, sembrava destinato a spezzarsi immediatamente, dopo solo un minuto dal fischio d'inizio, quando l'arbitro Dean ha espulso il difensore degli Swans Neil Taylor per un intervento su McGugan. La sanzione, seppur giustificata dalla pericolosità dell'intervento - l'arbitraggio di Dean è stato comunque corretto ed imparziale e la decisione è discutibile, ma non completamente fuori da ogni logica - ci è apparsa esagerata perchè privare una squadra di un giocatore per 90 minuti significa inevitabilmente spostare gli equilibri in favore dell'avversario.
Nonostante l'uomo in meno, però, lo Swansea ha attaccato a testa bassa, tenendo benissimo il campo grazie ad un ottimo Fabio Borini (poi costretto ad uscire per un problema muscolare) che per tutto il corso del primo tempo ha creato molte situazioni pericolose. Nei primi 45 minuti il Nottingham si è visto molto poco e nel secondo tempo, pur mostrando una superiorità nella condizione fisica dovuta senza dubbio al vantaggio dell'uomo in più, non è mai riuscito a rendersi pericoloso. Felice e ottimista Brendan Rodgers: "E' stata una performance brillante. Naturalmente perdere un giocatore così presto rende tutto più difficile. Il Nottingham è una grande squadra, ma credo che i miei giocatori meritino tutti i complimenti". Nessuna polemica sull'espulsione, anzi: "Capisco il motivo per cui Dean lo ha espulso. Questo è un episodio da cui Taylor deve imparare, anche se il contattato, vedendolo al replay, non mi è sembrato tanto duro quanto era dal vivo. Comunque l'arbitraggio è stato ottimo."



Nottingham Forest: Lee Camp, Luke Chambers, Wes Morgan, Paul Anderson, Lewis McGugan, Robert Earnshaw, Chris Cohen, Chris Gunter, Paul McKenna (c), Kris Boyd, Brendan Moloney.

Swansea City: Dorus de Vries, Angel Rangel, Neil Taylor, Ashley Williams, Alan Tate (c), Joe Allen, Leon Britton, Stephen Dobbie, Scott Sinclair, Nathan Dyer, Fabio Borini. 

Arbitro: M. L. Dean

Spettatori: 27.881 Spettatori ospiti: 1.658

13 maggio 2011
Reading - Cardiff City: 0-0

Chopra sostituisce l'infortunato Bellamy. (foto: espn.co.uk).


Rarissime le emozioni anche nel match giocato al Majesky Stadium tra Reading e Cardiff. Molto più attivi i padroni di casa, mentre il Cardiff sembra non aver ancora superato le difficoltà che hanno caratterizzato il rendimento della squadra nelle ultime gare di campionato. L'uscita dal campo della stella Bellamy (anche per lui pare si tratti di un infortunio muscolare) ha tolto molto alla squadra di Dave Jones che raramente è riuscita ad affacciarsi nell'area avversaria (il sostituto Chopra non si è proprio visto). Molto meglio il Reading incapace però di sfruttare il fattore campo. Jones: "Sapevamo che sarebbe stata una battaglia dura e sapevamo anche come dover giocare anche perchè loro hanno spesso lanciato palloni lunghi in area e dovevamo per forza difenderci senza mai mollare. Questo loro modo di giocare ci ha costretti a subire una forte pressione, ma eravamo preparati" Sull'infortunio di Bellamy: "Ha sentito un dolore dietro la coscia ed è uscito". Poi conclude: "Ho detto ai miei giocatore che questa è stata soltanto la prima parte della sfida; ora abbiamo il ritorno e dobbiamo giocarcela anche perchè sappiamo che sarà un'altra dura battaglia. Già da sabato inizieremo a preparare la sfida di martedì."
Molto più ottimista McDermott, allenatore del Reading: "Abbiamo mostrato un grande spirito e sono felice della prestazione dei miei giocatori. Naturalmente non si può essere soddisfatti pienamente per uno 0-0 in casa, ma questi sono i play offs. Ora concentriamoci sulla trasferta di Cardiff. Abbiamo giocato la partita soprattutto nella loro metà campo e sinceramente non mi sono mai sentito minacciato dalle loro sortite offensive; martedì certamente ci aspetterà un altro tipo di partita."



Reading (4-4-2): Federici; Griffin, Harte, Khizanishvili, Mills (c); Karacan, Leigertwood, McAnuff, Robson-Kanu (Manset 51); Hunt (Howard 84), Long.

Cardiff City (4-3-3): Bywater; McNaughton, Quinn (Naylor 85), Blake, Keinan; Olofinjana, Whittingham, Burke; Bellamy (c) (Chopra 18), Bothroyd, Emanuel-Thomas (Koumas 90).

Arbitro: M. Halsey

Spettatori: 21.485 Spettatori ospiti: 2.100




2 commenti:

  1. Complimenti per il blog, vienici a trovare

    http://nonleagueinglese.blogspot.com/

    RispondiElimina

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->