mercoledì 20 ottobre 2010

PREMIER LEAGUE: "Rooney vuole lasciare il Manchester United", ammette Ferguson...e tutti ne parlano...

Ferguson acquistò  il diciottenneRooney dall'Everton
nell'agosto del 2004 per 25.6 milioni di sterline. Un record
visto che fino a quel momento  non era mai stata pagata
una cifra simile per un Under 20. Ha contribuito in
modo decisivo alla vittoria del titolo della Premier nel
2007, 2008 e 2009 oltre alla Champions League 2008.
La conferma è arrivata direttamente da Sir Alex Ferguson in una conferenza stampa che crediamo sarà ricordata per sempre dai tifosi dei Red Devils. "Siamo stupiti come non mai, non riusciamo a capire il motivo per cui voglia andare via." Ferguson ha chiarito che per Rooney "le porte sono sempre aperte", ma come ha ammesso, il giocatore ha rifiutato un'offerta faraonico per il rinnovo contrattuale. Il suo contratto scadrà al termine della stagione 2011/2012, ma già da qualche giorno, ormai si parla delle difficoltà di rinnovare il contratto. In un'intervista rilasciata a MUTV, Ferguson ha detto che il direttore generale David Gill gli ha riferito che Rooney non aveva intenzione di rinnovare l'accordo. "Il 14 agosto ero in ufficio e David mi ha chiamato dicendomi che Rooney non aveva firmato. Sono rimasto interdetto. Solo qualche mese prima aveva dichiarato che stava giocando nel club più forte al mondo". "Dopo" - continua Sir Alex - "ho chiesto di parlare direttamente con lui che mi ha confermato ciò che il suo agente aveva detto, cioè che vuole andarsene.  L'unica cosa che gli ho detto è di rispettare il club perchè non voglio che intraprenda azioni senza senso. E' davero brutto tutto questo, perchè abbiamo sempre fatto tutto il possibile per proteggerlo, sin da quando è arrivato al club. Per lui siamo sempre stati come un rifugio ogni volta che ha avuto problemi, grazie ai consigli che gli abbiamo dato. Ero anche pronto a dargli consigli finanziari. Comunque non l'abbiamo fatto solo per Wayne Rooney, ma per tutti i giocatori. Wayne ha beneficiato di ciò proprio come Ryan Giggs, Paul Scholes e altri, quindi non c'è stato nessun tentativo di emarginazione. Quindi eccoci qua, siamo qui per chiarire la situazione ai nostri fans perchè quello che abbiamo visto Sabato è stato inaccettabile. Sul 2-2 hanno iniziato ad invocare il nome di Wayne Rooney e causando una forte pressione alla squadra e per questo siamo venuti qui a parlare. Non abbiamo fatto altro che proteggerlo da quando è arrivato in questo club. Non riusciamo proprio a capire; nessuno può negare che questa sia la squadra più vincente del calcio inglese con più di 40 trofei, senza contare le finali, la storia, lo stadio. Non capiamo nè sono in grado di rispondere ad alcuna domanda su questo. Possiamo parlare, fare supposizioni ma non conta nulla perchè il giocatore è inflessibile: vuole andare via." Ferguson conclude dicendo che: "Sento tuttavia che dobbiamo mantenere la porta aperta sempre, specialmente per un ottimo giocatore qual è Wayne Rooney".
Roberto Mancini, intanto, ha dichiarato che "non c'è stat alcun colloquio con Rooney. Rispetto lui, Ferguson, lo United e voglio parlare soltanto dei miei giocatori, ma è un giocatore troppo importante per lo United e credo che resterà. Anche Josè Mourinho ha parlato di Rooney dopo la vittoria per 2-0 del suo Real contro il Milan: "Forse vuole andarsene per qualche motivo, ma credo che appartenga al Manchester United, ai tifosi dello United e all'Old Trafford. Ma se alla fine lo United decidesse di venderlo, beh, che mi chiamassero". Ancelotti invece non vuole sbilanciarsi: "Non voglio che altri allenatori parlino dei miei giocatori e ho molto rispetto per il Manchester United ed Alex Ferguson, quindi non voglio esprimere alcun giudizio sulla faccenda". Anelka però ha detto che Rooney sarebbe il "benvenuto" al Chelsea. Sammy McIlroy che ha giocato nel centrocampo dello United dal 1971 al 1982 ha detto che "ci sono molti fans dello United che sperano che Rooney cambi idea, così come lo stesso Ferguson, ma oggi è il denaro che conta."

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->