lunedì 18 ottobre 2010

CHAMPIONSHIP: Commento undicesima giornata.

Strachan guida il Middlesbrough dal
2009. Dopo l'undicesimo posto
dello scorso anno, questa doveva
essere la stagione della promozione,
ma la stagione si è avviata verso un
finale diverso.
Che il Norwich fosse una rivelazione lo si era capito subito, ma che addirittura riuscisse a fermare il QPR nella fortezza del Loftus Road, era assolutamente imprevedibile. Un pareggio che vale tre punti per la neopromossa, che ufficialmente si candida, come minimo, per un posto ai play offs. Il campionato, comunque è ancora molto lungo. Il Cardiff sfrutta il pareggio del QPR e vince in casa contro il Bristol City, dopo la grande paura iniziale (sotto 0-2), ma ci pensa Wittingham a mettere le cose a posto con una doppietta. Sinclair regala una vittoria fondamentale allo Swansea contro il Reading. Brendan Rogers, attuale tecnico dello Swansea, e per 6 mesi allenatore del Reading nella passata stagione e legato con il club da una storia lunga 21 anni è stato acclamato dai tifosi di casa: "Voglio ringraziare i tifosi del Reading per i cori con il mio nome. Un allenatore esonerato che torna alla sua vecchia squadra, non riceve mai questo tipo di accoglienza e questo per me significa molto". Lo Swansea ha saputo sfruttare al meglio le due sconfitte delle sue dirette rivali: Watford e Ipswich. La prima ha perso (3-2) fuori casa contro il Portsmouth, nonostante il vantaggio iniziale di 1-2, la seconda invece ha ceduto in casa al Coventry. Il Portsmouth è ufficialmente uscito dalla crisi di risultati, ma non da quella finanziaria. La Football League ha bloccato alcune offerte e Steve Cotteril ha detto: "Dobbiamo ancora scacciare queste nuvole minacciose. Le abbiamo avute sopra di noi per più di 12 mesi". In coda si fa sempre più brutta la situazione del Middlesbrough che, nel posticipo casalingo contro il Leeds, perde per 1-2. Favoloso il gol vittoria di Becchio (che vi invitiamo a vedere negli highlights pubblicati su questo blog). Strachan è sempre più sotto pressione ed ha addirittura dichiarato che avrebbe voglia di "drogarsi, bere e fumare" per reggere tutto ciò. Affermazioni che hanno suscitato molto scalpore. "Tutti conoscono il mio umorismo, non è necessario farne un caso di stato. Vorrei dire a tutte quelle persone che si lamentano che ho visto gente che si droga, che beve e che maltratta le donne trovare lavoro senza problemi. Credo di aver avuto 10 chiamate di lamentele ed una lettera dal club. Tutti conoscono gli standards sia miei personali, sia del livello di professionalità. Ho giocato fino a quarant'anni, ho ricevuto riconoscimenti dalla "Professional Footballers Association per come mi sono dedicato al gioco del calcio, insieme a Pele e Tom Finney. Sono agnostico,ma quando mi chiedo 'qual è la cosa peggiore che ho fatto?', rispondo: 'essere stato troppo brusco nelle dichiarazioni post partita a "Radio 5", comunque non penso che per questo andrò all'inferno, sicuramente potrò conviverci. Uno Strachan alle corde, come la sua squadra e crediamo che avrà le ore contate come manager. Nella sua partita d'esordio contro l'Hull City, il Leicester ha racimolato un punto ed Eirksson chiede nuovi giocatori: "Stiamo cercando di migliorare in ogni reparto e speriamo di inserire uno o due giocatori in più. Non è facile, ma ci stiamo impegnando." Rocambolesco pareggio tra Sheffield United e Barnsley: gli ospiti guidavano per 2-3 al 90esimo, ma un gol di Yeates al 94esimo ha tolto due punti ormai certi ai Tykes.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->