sabato 24 luglio 2010

EUROPA LEAGUE: Speciale sullo Shamrock Rovers, prossimo avversario della Juventus.

Il 29 luglio 2010 sarà una data davvero importante per lo Shamrock Rovers. La squadra di Dublino affronterà la Juventus nella partita di andata del terzo turno preliminare di Europa League grazie alla vittoria per 1-0 nella trasferta israeliana contro il Bnei Yehuda (rete di Stewart al 70esimo). Cerchiamo di sapere qualcosa in più su questa squadra. Fondata nel 1901, vanta in bacheca 15 Campionati e 24 coppe nazionali. Lo stadio della squadra è il Tallaght (pronuncia 'tàllaft') e il loro soprannome (classico l'uso di soprannomi per tutte le squadre d'Oltremanica) è Hoops che rimanda alla strisce biancoverdi del loro completo (simile a quello del Celtic Glasgow). L'allenatore è dal 2009 Michael O'Neill, nord-irlandese che vanta anche una presenza da giocatore in Coppa UEFA nel Coleraine. Nel 2003 la squadra ha rischiato il fallimento per le gravi condizioni finanziare, ma il consorzio 400Club, ora rinominato SRFC Members Club, formato da tifosi della squadra - un azionariato popolare, sempre aperto a qualunque altro tifoso - è riuscito a salvare la storica squadra di Dublino e a superare l'esame finanziario a cui la società fu sottoposta, prendendo il controllo del club nel 2005. Sono accaniti rivali del Bohemians, l'altra squadra di Dublino fondata da tifosi del Nord della città, in contrapposizione ai tifosi dello Shamrock, del Sud di Dublino. Questa rivalità calcistica risale almeno dal 9 Gennaio 1915, data del primo derby.
Tornando all'attualità, lo Shamrock Rovers è primo in classifica nella "League Of Ireland" con 41 punti, due punti in più degli storici rivali del Bohemians ed uno solo rispetto al Saint Patricks (entrambi con una partita in meno). Lunedì 26 giocheranno alle ore 21, la 23esima giornata contro i neopromossi dello UCD (Univerity College Dublin). Tra i giocatori più rappresentativi abbiamo Gary Twigg, attaccante classe 1984, che l'anno scorso è stato votato come "Giocatore dell'Anno", con ben 23 reti realizzate. Numeri alla mano, sembra essere proprio Twigg l'uomo da tenere sotto controllo, con 10 reti segnate in 14 partite. Segnaliamo anche Chambers (6 reti, centrocampista) e il compagno di reparto di Twigg, Stewart che come detto, ha contribuito in modo decisivo alla vittoria contro gli israeliani. Inutile segnalare la forza del 12esimo in campo: i tifosi. Un aspetto certamente da tenere in gran conto quando si va al Tallaght.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->