venerdì 16 luglio 2010

EUROPA LEAGUE: Shamrock Rovers-Bnei Yehuda: 1-1. Commento ed interviste.

Bayly esulta dopo il pareggio.
DUBLINO - Robert Bayly al 91esimo minuto è riuscito a segnare la rete che permette allo Shamrock Rovers di sperare ancora nella qualificazione al terzo turno preliminare, dove la vincente sfiderà la Juventus di Luigi Del Neri. Un finale emozionante al Tallaght Stadium. I Rovers hanno dominato per lunghi tratti della partita; un dominio che si sarebbe rivelato sterile se Bayly non fosse entrato al 71esimo minuto al posto di Taylor. Bayly aveva avuto già due occasioni prima del pareggio: la prima su un cross di Thomas Stewart, ma è stato disturbato dal compagno di squadra Billy Dennehy; la seconda invece con un tiro che ricordando molto il gol di Maicon contro la Corea del Nord, ha sfiorato il palo. Omri Afek Haftke aveva portato in vantaggio gli ospiti al 26esimo sfruttando un momento di deconcentrazione dei Rovers. Il pareggio sta molto stretto alla squadra di casa che ha offerto un'ottima prestazione davanti a 4850 spettatori. La prossima settimana si giocherà a Tel Aviv e come detto, la vincente sfiderà la Juventus al terzo turno. O'Neill ha scelto di mantenere intatta la formazione, mettendo in campo gli stessi 11 che hanno battuto con un sonoro 4-0 il Dundalk domenica scorsa; gli israeliani, invece, hanno apportato tre cambi rispetto ala formazione uscita vincente dal turno precedente contro l' FC Ulisses. All'inizio della partita il portiere nigeriano del Bnei Yehuda stava per regalare un inaspettato vantaggio ai padroni di casa quando ha clamorosamente mancato l'impatto col pallone dopo un retropassaggio di un compagno, ma è riuscito ad evitare il peggio e nei minuti successivi si è fatto notare per aver salvato la sua squadra in più di una occasione. Molte le chances per pareggiare, già prima della fine del primo tempo e la squadra non è apparsa per niente demoralizzata dopo svantaggio. Queste le parole del presidente: "E' un ottimo risultato per entrambe le squadre. Abbiamo affrontato un match molto difficile e sicuramente sarà ancora più difficile a Tel Aviv. Passare il turno sarebbe fantastico, e la possibilità di giocare contro una squadra come la Juventus ci fa venire l'acquolina in bocca. Anche a livello logistico andare a giocare in Italia sarebbe molto più comodo rispetto agli altri Paesi che erano nell'urna. Ma facciamo un passo alla volta."

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia qui il tuo commento al post...

Condividi

-->